CEV Champions League, Piacenza qualificata alla Final Six

PIACENZA – E’ la notte dell’apoteosi per Nordmeccanica Volley, che al PalaBanca supera il Sopot per 3-1, ribaltando la sconfitta al tie break dell’andata e approdando così nei Play Off 6. Risultato storico per la società del presidente Cerciello, che mai si era spinta oltre i Play Off 12.

Ottima prestazione complessiva per la formazione di Marco Gaspari, che regge alla grande per oltre due ore, per poi uscire alla distanza, conquistando con polso autoritario tre dei quattro set giocati.

Top scorer è Floortje Meijners, che realizza 24 punti e chiudendo col 59% in attacco. Ma gli elogi sono per tutte le giocatrici biancoblù, tutte meritevoli di grandi complimenti per l’ennesima partita di sostanza di questa stagione sempre più soddisfacente.

4_NV_Sopot_BZ6V0548PRIMO SET – Nordmeccanica Volley comincia alla grande, trovando subito fluidità di gioco: 4-1. Ma le polacche sono una squadra quadrata e cominciano ben presto a dimostrarlo, aumentando sempre di più l’efficacia della loro battuta. Piacenza, comunque, regge: Marcon mura Zaroslinska e Nordmeccanica Volley resta avanti, 15-12. Poi un passaggio a vuoto: le polacche piazzano un parziale di 4-0 che le porta in vantaggio. Piacenza, con pazienza e qualità, sa ricucire: Sorokaite firma il punto del 20-19. Bauer esce alla distanza e porta Nordmeccanica Volley avanti 24-21. Sopot ha ancora un grande sussulto, annulla due set point ma non il terzo: 25-23. Eccellente Meijners con 6 punti e il 60% in attacco.

SECONDO SET – Si ricomincia e Sopot reagisce da grande squadra, aumentando la qualità della sua battuta. Piacenza ne soffre e scivola sotto di 3 punti: 5-8 e ancora 13-16. A questo punto, Sopot cambia ancora marcia, trascinato da Balkestein, che firma punti in serie: 20-13 e ancora 22-14. Le polacche chiudono in scioltezza e pareggiano il conto dei parziali.

TERZO SET – Nordmeccanica Volley ritrova un gioco altamente produttivo e al primo time out tecnico conduce 8-4. La gara decolla del tutto. Piacenza resta in quota: l’ace di Ognjenovic vale il +5: 15-10. Ma la squadra di Micelli non si arrende, senza però mai scendere sotto i 2 punti di ritardo. Cooper firma il 21-23, ma poi Piacenza trova il guizzo vincente per far suo il parziale: 25-21.

QUARTO SET – Avvio tutto per la squadra di Micelli, che passa a condurre 6-2. Pronta è la reazione del sestetto di Gaspari: 7 pari e poi avanti con Bauer: 11-10. Sopot reagisce soprattutto con i punti di Zaroslinska, tornando avanti: 15-14. E qui Nordmeccanica ha una reazione da grandissima squadra, piazzando un parziale di 6-1 devastante: 20-16. E ancora 21-17. Sopot ha finito le energie, Piacenza proprio no. E taglia il traguardo Play Off 6 a braccia alzate. Il prossimo avversario sarà la Dinamo Kazan.

E’ una grandissima soddisfazione per il risultato storico che abbiamo raggiunto questa sera – afferma un felice Vincenzo Cerciello, presidente Nordmeccanica Volley – è stata una grande prestazione e non era così scontatao riuscire a ribaltare il risultato della gara di andata. Ce l’abbiamo fatta e possiamo solo esserne felici, complimenti a tutta la squadra e allo staff per il grande risultato” conclude Cerciello.

E’ la seconda gara senza domani che vinciamo e questo non può che darci una grande gioia – afferma Christina Bauer – abbiamo dimostrato che con la forza di volontà, il coraggio, l’unità ce la possiamo fare a superare anche questa prove così difficili, sono solo felice per questo traguardo raggiunto” conclude Bauer.

NORDMECCANICA PIACENZA-PGE ATOM TREFL SOPOT 3-1

(25-23; 16-25; 25-21; 25-20)

NORDMECCANICA PIACENZA Sorokaite 12, Valeriano, Belien 10, Bauer 11, Leonardi (L), Marcon 10, Melandri, Poggi (L), Petrucci, Pascucci 1, Meijners 24, Taborelli, Ognjenovic 4. All. Gaspari.

PGE ATOM TREFL SOPOT Tokarska 5, Balkestein-Grothues 15, Djerisilo 12, Miros, Damaske, Efimienko, Radenkovic 2, Kaczmar 1, Lukasik, Durajczyk (L), Kulig (L), Cooper 11, Kaczorowska, Zaroslinska 22. All. Micelli.

Arbitri: Gerothodoros e Simonovic. Spettatori 1800.