#A1Fvolley: dopo il posticipo, Pomì di nuovo in testa

TIROZZI VALENTINA E STEVANOVIC JOVANA POMI CASALMAGGIORE - IGOR GORGONZOLA NOVARA CAMPIONATO SERIE A1-F 2015-2016  CREMONA 14-11-2015 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Foto RUBIN / LVF

La Pomì Casalmaggiore fa suo il posticipo della 9^ giornata della Master Group Sport Volley Cup e riconquista la vetta solitaria della classifica di Serie A1 Femminile con 19 punti. Il 3-1 al Sudtirol Bolzano non è per nulla facile per le rosa di Massimo Barbolini, probabilmente stanche per i tanti impegni in Italia e in Europa. Le altoatesine sorprendono e lottano alla pari fino al 18-18 del terzo set, trascinate dall’intesa tra la 18enne Newsome al palleggio e la 19enne Martinez in banda. Ma appena calano in precisione ed energia, ecco che la maggiore tecnica ed esperienza delle padrone di casa diventano decisive.

Gli starting six sono gli stessi schierati negli ultimi rispettivi impegni. Nelle fila della Pomì Casalmaggiore c’è ancora Lucia Bacchi al posto di Francesca Piccinini, in banda insieme a capitan Tirozzi, Lloyd al palleggio e Kozuch opposta, Gibbemeyer e Stevanovic al centro, Sirressi libero. Coach Bonafede affida di nuovo la regia alla spagnola Newsome (classe 1997) opposta alla brasiliana Mari, la dominicana Martinez e Ikic in posto 4, Manzano e Garzaro le centrali, l’ex Sara Paris libero.

I primi due punti del match sono delle ospiti, ma la Pomì passa velocemente dallo 0-2 al 5-3 con l’ace di Gibbemeyer e il muro di Stevanovic. Le altoatesine non vogliono staccarsi nel punteggio, il mani out di Ikic e il primo tempo di Manzano valgono il -1 (7-6). Kozuch spinge (10-7), le risponde di potenza Martinez. Out la parallela di Mari, al time out tecnico è 12-9. Il Sudtirol forza in battuta per rientrare, ma poi si piega su fast e servizio di Gibbemeyer (14-11). Il nastro aiuta le ospiti, Stevanovic non passa e di colpo è 14-14, con time out di Barbolini. Garzaro prosegue la serie è porta avanti Bolzano, quindi Kozuch impallina Ikic e dai 9 metri produce un break di 3-0 (17-15, tempo Bonafede). La croata si rifà murando Stevanovic, che tempo due azioni e rende pan per focaccia (19-16). Il match vive di folate, le casalasche non riescono a scrollarsi di dosso le avversarie: Gibbemeyer commette invasione e concede il 20-19, Martinez in diagonale firma la parità. Sul 20-20 entra Piccinini per Bacchi tra gli applausi del PalaRadi. Di Kozuch il 22-21, Tirozzi allunga sul +2. Il set non è finito, primo tempo di Garzaro ed errore della stessa Tirozzi: 23-23. Kozuch a segno, primo set point per le casalasche. E’ quello buono, perché Martinez alza la traiettoria sulla pipe e mette out. Bolzano chiede un tocco che non pare esserci, 25-23.

Parte forte il Neruda in avvio di secondo set, sfruttando l’errore di Tirozzi e la saetta di Martinez (2-5). Newsome si mostra intraprendente sotto rete, sua la piazzata del 3-6. Lloyd non vuole essere da meno e risolve un lungo scambio con un pallonetto di seconda (5-7). La Pomì sale di tono, ma scivola su alcune imprecisioni che tengono avanti le ospiti. Sul primo tempo out di Stevanovic è 8-10, anche Kozuch spedisce fuori di pochi centimetri e offre il 9-12. Newsome prende gusto con i tocchi di seconda, poi serve Garzaro per il 13-15. Esagera Martinez, fallo sul palleggio spinto e parità a quota 15. Si alza il volume del PalaRadi sul doppio block-in di Stevanovic, sorpasso 18-17. Ma Bolzano è lì, Ikic firma il 19-19 e poi Lloyd invade. Barbolini ferma il gioco (19-20), ma Stevanovic sbaglia e Newsome schiaccia il 19-22. Altro time out rosa, al rientro il pallonetto di Kozuch è l’ultimo squillo prima dello 0-3 del Sudtirol: 20-25 griffato Martinez e 1-1.

Neruda convinto di poter fare il colpaccio, 2-5 con la solita Martinez. Piccinini sbaglia, ma dà la carica alle compagne con la parallela del 5-6. Poi però prende il muro di Garzaro e 6-9. Martinez continua ad essere illeggibile dal muro casalasco (7-10), quindi finalmente Stevanovic la stampa, prima che Tirozzi scriva la parità a 11 e l’ace di Kozuch il sorpasso sul time out tecnico. Mari prova a opporsi allo slancio rosa e con due punti in fila ricuce sul 13-13. Il parziale si prolunga fino al 13-15, Martinez tocca un pallone destinato fuori e facilita il 15-15. Apnea in campo, scambio lunghissimo concluso dall’errore di Martinez (17-17). Il primo arbitro sventola due cartellini gialli, il secondo dei quali a Mari che chiede il tocco sulla sua schiacciata lunga. Sale l’adrenalina e sale la Pomì, 20-18. L’inerzia è dalla parte delle casalasche, a segno con Tirozzi, mentre le altoatesine inciampano in errori evitabili (23-18). Kozuch, già ben oltre i 20 punti, mette a terra il 24-19, imitata poco dopo da Tirozzi: 25-19 e 2-1.

Stevanovic chiude la serranda su Martinez e 4-3 nel quarto set, Newsome elude il muro rosa con il palleggio del 5-6. Piccinini attacca sull’astina e Bolzano prova a scappare (5-8). Dopo il time out chiesto da Barbolini, Gibbemeyer sale in cattedra e favorisce il controbreak (9-8). La Pomì non ha vita facile, il muro di Stevanovic e l’attacco di Tirozzi (13-10) provano a fiaccare la resistenza del Neruda. Il servizio di Gibbemeyer punge la ricezione ospite, 15-10. Sembra finita, ma Bolzano risale al -2 con l’ace di Garzaro e il tocco di Martinez. La dominicana poco dopo alza troppo la traiettoria e regala il 17-13. Entra Lazic per Ikic, ma quando Stevanovic sovrasta Newsome è 20-14. Le ospiti appaiono stanche e alzano bandiera bianca (24-15). Passaggio a vuoto casalasco, sfumano ben quattro match point (24-19), chiude Piccinini con il mancino.

“Penso che la vittoria sia di tutta la squadra, abbiamo avuto qualche difficoltà perché sono state molto brave loro – spiega Maggie Kozuch, autrice di 25 punti -. Ma siamo rimaste tranquille, anche in attacco siamo state pazienti. Dopo il ko di Modena non era facile ritrovarci, sono felice per noi per come abbiamo lavorato in palestra. Ogni partita si deve dare il massimo, quest’anno stiamo vedendo che non molla nessuno. Ma se siamo concentrate sul nostro gioco, superiamo i momenti difficili che nel volley capitano a chiunque”.

“Giocare in casa di una grande squadra come la Pomì è molto difficile, ma credo che abbiamo fatto una bella figura – afferma la spagnola Newsome -. Certo usciamo di qui senza punti, speriamo di vincere qualche partita in più. Questo Campionato è fantastico ma anche pieno di insidie”.

PHOTOGALLERY
Nella sezione dedicata del sito di Lega e sulla pagina ufficiale Flickr le foto di Pomì Casalmaggiore-Sudtirol Bolzano, a cura di Filippo Rubin. Tutte le immagini sono utilizzabili, previa citazione del credito ‘Rubin X LVF’.

LVF TV
Su www.lvftv.com disponibili gli highlights della nona giornata.
Sono tre le opportunità di abbonamento alla web tv ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile:il Monthly Pass, abbonamento mensile a € 14.95, il Full Season, abbonamento annuale a € 89.95, e la novità Day Pass, 24 ore di grande volley da vivere tutte d’un fiato. Tutti i pacchetti consentono di accedere a un palinsesto fantastico:
• La diretta di 5 partite di ogni giornata del Campionato di Serie A1 Femminile, con la sola esclusione dell’anticipo/posticipo trasmesso da Rai Sport.
• Le gare dei Quarti di finale di Coppa Italia e dei Play Off Scudetto, non trasmesse su Rai Sport.
• La differita di tutte le partite del Campionato di Serie A1 Femminile con la formula VOD (VideoOnDemand); incluse quelle trasmesse da Rai Sport, a partire da 24 ore dopo la fine del match e solo in Italia, Citta del Vaticano e San Marino.
• Highlights, interviste ai protagonisti, rubriche e altri contenuti speciali.

IL TABELLINO DEL POSTICIPO:
POMì CASALMAGGIORE – SUDTIROL BOLZANO 3-1 (25-23, 20-25, 25-19, 25-19)
POMì CASALMAGGIORE: Bacchi 2, Lloyd 4, Sirressi (L), Ferrara, Gibbemeyer 10, Piccinini 4, Kozuch 25, Stevanovic 14, Tirozzi 15. Non entrate Cecchetto, Cambi, Olivotto, Rossi Matuszkova. All. Barbolini.
SUDTIROL BOLZANO: Newsome 7, Paris (L), Garzaro 15, Martinez 19, Mari 7, Manzano 6, Boscoscuro, Ikic 10, Lazic 1. Non entrate Bertolini, Brcic, Veglia, Waldthaler. All. Bonafede.
ARBITRI: Florian, Venturi.
NOTE – durata set: 27′, 25′, 26′, 26′; tot: 104′.

I RISULTATI DELLA 9^ GIORNATA:
Mercoledì 2 dicembre, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Unendo Yamamay Busto Arsizio – Metalleghe Sanitars Montichiari 1-3 (23-25, 13-25, 25-16, 24-26)
Imoco Volley Conegliano – Club Italia 3-0 (25-21, 25-23, 25-20)
Foppapedretti Bergamo – Nordmeccanica Piacenza 1-3 (24-26, 25-15, 17-25, 20-25)
Savino Del Bene Scandicci – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (12-25, 25-17, 25-23, 19-25, 13-15)
Obiettivo Risarcimento Vicenza – Liu Jo Modena 1-3 (15-25, 25-21, 26-28, 18-25)
Giovedì 2 dicembre, ore 20.30 (diretta Rai Sport 2)
Pomì Casalmaggiore – Sudtirol Bolzano 3-1 (25-23, 20-25, 25-19, 25-19)
Riposa: Il Bisonte Firenze

LA CLASSIFICA:
Pomì Casalmaggiore 19, Igor Gorgonzola Novara 18, Imoco Volley Conegliano* 18, Liu Jo Modena 17, Nordmeccanica Piacenza 17, Savino Del Bene Scandicci 14, Metalleghe Sanitars Montichiari* 12, Unendo Yamamay Busto Arsizio* 12, Obiettivo Risarcimento Vicenza* 10, Foppapedretti Bergamo 10, Sudtirol Bolzano 6, Club Italia 6, Il Bisonte Firenze 3.
* una partita in più

IL PROSSIMO TURNO
Sabato 5 dicembre, ore 18.30 (diretta Rai Sport 2)
Liu Jo Modena – Imoco Volley Conegliano
Domenica 6 dicembre, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Nordmeccanica Piacenza – Sudtirol Bolzano
Domenica 6 dicembre, ore 18.00 (diretta LVF TV)
Igor Gorgonzola Novara – Unendo Yamamay Busto Arsizio
Metalleghe Sanitars Montichiari – Foppapedretti Bergamo
Savino Del Bene Scandicci – Pomì Casalmaggiore
Club Italia – Il Bisonte Firenze