Al PalaPanini la Liu•Jo Modena non perdona

Al PalaPanini la Liu•Jo Modena non perdona: 3-0 anche al Club Italia
Le bianconere non concedono nulla alle giovani azzurrine che nelle prime due uscite avevano creato qualche grattacapo a corazzate come Novara e Piacenza. Tre punti senza patemi che sono il viatico migliore per la gara di sabato in terra piemontese.
Risultato finale:
LIU•JO MODENA 3
CLUB ITALIA 0
Durata dell’incontro: 1h 08min
Risultati parziali:
25-18
25-18
25-15
GianniPiù MVP del match: Raphaela Folie
Primo arbitro: Dominga Lot
Secondo arbitro: Andrea Puecher
Spettatori: 1050
CRONACA DELLA PARTITA
Primo set.
Coach Beltrami può confermare anche per questo incontro infrasettimanale il proprio sestetto che vede Ferretti al palleggio, Diouf opposta a completare la diagonale principale. Horvath e capitan Di Iulio sono i posti quattro, Heyrman e Folie i centrali con Arcangeli libero.
Per il Club Italia c’è la giovane azzurra Malinov al palleggio, in diagonale a lei Piani, mentre Egonu e Guerra sono i posti quattro, Danesi e Berti i centrali, Spirito il libero.
Si parte con l’attacco dal centro di Danesi e poi due punti di Egonu per portare avanti il Club Italia. Le bianconere rispondono con i muri di Ferretti, Di Iulio, Heyrman e Horvath, quattro punti che regalano il 7-4 iniziale che costringe il tecnico ospite al primo time out discrezionale. Si torna in campo, battuta corta di Di Iulio ed è ace seguito da Horvath e Ferretti che ancora si fanno sentire a muro. 10-4 che diventa poi 12-6 sulla battuta in rete di Piani che porta al time out tecnico del primo parziale. Le azzurrine provano ad accorciare in un paio di occasioni sfruttando la vena di Egonu in attacco e al servizio, ma Modena rintuzza sempre ogni tentativo e sull’ace di Di Iulio per il 18-12 arriva il secondo stop discrezionale per il tecnico Lucchi. Le bianconere continuano a macinare il proprio gioco fino al 22-14 firmato da Diouf, poi tolgono il piede dall’acceleratore e sull’attacco murato alla stessa opposta da posto quattro coach Beltrami ferma il gioco per evitare rischi. Dal punteggio di 22-17 Modena riparte e chiude 25-18 con la battuta out di Berti.
Secondo set.
Si riparte con i sestetti d’inizio gara e il primo piccolo break è firmato da attacco ed ace dai nove metri di Diouf: 4-2 che diventa 6-3 dopo una lunga e spettacolare azione con il salvataggio di Arcangeli, la difesa di Di Iulio e il mani out di Horvath da posto quattro. Horvath che mette a terra anche il 7-4 prima degli errori offensivi di Egonu e Piani che spingono coach Lucchi a fermare il gioco sul 10-7. Folie in attacco e dal servizio firma il 13-8 poi ci sono anche due punti di Diouf, ma è la stessa centrale bolzanina a firmare il 18-12 che spinge il tecnico azzurro a fermare per la seconda volta il gioco. Sul 20-13 arriva anche il doppio cambio con Orro e Zanette in campo per Piani e Malinov, la scelta paga perché Egonu trova colpi importanti sui palloni serviti dalla nuova palleggiatrice e il Club Italia rientra fino al 21-17. Time out di coach Beltrami e come nel parziale precedente al ritorno in campo le bianconere cambiano nuovamente marcia chiudendo 25-18 con il muro di Folie su Zanette.
Terzo set.
Riparte col sestetto base coach Beltrami, mentre nel Club Italia c’è Zanette per Piani in opposto. Subito avanti le bianconere con due punti in attacco ed uno dal servizio di Folie per il 5-1 che porta immediatamente al time out ospite. Continua a spingere forte Modena per allungare e provare subito a chiudere il match, Di Iulio mura, Horvath mette a terra la pipe dopo una lunga azione e sul 9-2 il Club Italia cambia nuovamente al palleggio con Orro per Malinov. Sull’11-2 firmato dall’attacco out di Zanette c’è il secondo time out discrezionale delle ospiti e poi l’ace di Diouf porta il set al time out tecnico. Non riescono ad opporre una reazione convincente le azzurrine nonostante i cambi e le rotazioni di coach Lucchi che cerca forze fresche o, comunque, soluzioni alternative dalla panchina. Le bianconere controllano con una Folie sempre più incisiva sia in attacco che a muro. Sul 23-10 si gioca tutto Egonu dal servizio e trova colpi importanti che portano il set sul 23-14. Time out per coach Beltrami, attacco out di Di Iulio al ritorno in campo, poi Piani sbaglia per il Club Italia regalando il primo di una lunga serie di match point che, però, non servono perché Horvath chiude subito i conti regalando vittoria e tre punti a Modena.
Il coach Alessandro Beltrami: “Quello che avevamo chiesto era non sottovalutare questo avversario, sembrava sulla carta una partita facile, ma loro hanno perso 3-1 con Piacenza e Novara rischiando di arrivare al tiebreak, quindi volevo che le ragazze partissero aggressive e lo rimanessero tutta la partita. Non siamo andati benissimo nel secondo set soprattutto in battuta, mentre loro nel terzo set son calate parecchio, anche se noi abbiamo battuto molto bene e preso un margine grandissimo. Abbiamo regalato qualcosa a fine partita, dobbiamo imparare a gestire le situazioni tornando subito cinici dopo un errore, motivo per cui non ho fatto nessun cambio. Potevamo risparmiare forze in vista di sabato, ma dobbiamo imparare a giocare insieme così come stasera, cattivi e aggressivi per fare risultato. Novara sarà una prova del nove sicuramente, la prima partita contro una squadra costruita per vincere e andiamo là per giocarcela. Tutte le squadre ora hanno qualche sicurezza e piccoli problemi, le studieremo e andremo a giocarcela a viso aperto senza nulla da perdere”.
La GianniPiù MVP del match Raphaela Folie: “Questa sera siamo state più brave delle ultime avversarie del Club Italia, che hanno sofferto molto di più per conquistare un 3-1 tirato. Noi siamo riuscite a tenerle sempre sotto, abbiamo portato a casa tre punti soffrendo magari un po’ alla fine dei set, ma ci sta. Abbiamo spinto tanto e fatto il nostro lavoro. Personalmente ho sofferto abbastanza nelle scorse settimane per il problema al ginocchio che mi portavo dietro dalla Nazionale, ho anche poca pazienza e star ferma per me non è il massimo perciò ci voleva una prestazione positiva per darmi più carica e fiducia. Sabato sfidiamo Novara, una delle big del campionato, ma noi dobbiamo concentrarci sul nostro ritmo di gioco, quello che abbiamo messo in campo nelle ultime due partite, mantenerlo e mettere tanto entusiasmo. Così potremo dare grande fastidio anche a Novara”.
PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 7 novembre, alle ore 20:30 presso il Pala Igor Gorgonzola di Novara, quinta giornata d’andata del 71° Campionato Italiano Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra Igor Gorgonzola Novara e Liu•Jo Modena.