Arriva Scandicci: “sfida per famiglie” al PalaGeorge

IGOR_MONITICHIARI_0109Settimana tosta per Metalleghe Sanitars che affronta in casa una Savino del Bene in grande forma – 12 punti e quinto posto in classifica – e prepara la sfida invitando il suo pubblico ad accorrere al PalaGeorge, dove si giocherà alle ore 17. Promoball attiva per l’occasione la “Promozione Famiglia”: con il biglietto in Parterre e in Tribuna acquistato da un genitore, i figli fino a 12 anni entrano gratis negli stessi settori.

Ludovica Dalia, capitano biancorosso, commenta la preparazione al match e il risultato contro Igor: “La vittoria di domenica a Novara è stata una conquista corale, frutto del lavoro di tutte e del gruppo. A turno ognuna ha messo in campo il massimo che poteva dare, in momenti diversi del match, quando più serviva quell’apporto. Il risultato è stato soprattutto un’iniezione di fiducia per noi che ci farà affrontare Scandicci e Busto con un po’ più di sicurezza nei nostri mezzi. Noi scendiamo in campo sempre con la stessa voglia di vincere, poi l’esito della partita dipende da tanti fattori, ma quello che conta è come ne usciamo noi. A Novara siamo state brave ad adattarci al cambio di passo dell’avversario nel terzo set e a reagire al nostro calo fisiologico nella stessa frazione di gioco. Abbiamo tenuto sotto controllo la tensione dovuta al loro recupero e nel tie break mantenendo la testa e la lucidità quando è stato necessario”.

E’ un campionato dove non sono ammessi pronostici facili: “Abbiamo visto risultati sbalorditivi da parte di squadre che stanno dando filo da torcere non solo a noi e noi abbiamo preso punti contro squadre costruite per vincere.. sia che si vinca o che si perda, l’importante è mantenere l’equilibrio psicologico dal martedì successivo in avanti..

Scandicci sta esprimendo un bel gioco sinora e Busto ci riceverà in un palazzetto particolarmente caldo, ma noi abbiamo i mezzi e la determinazione per giocarci ogni partita e abbiamo visto che spesso i set si decidono in pochi scambi finali. Servono testa, concentrazione, grinta, e una solidità fisica su cui possiamo contare grazie anche all’apporto fondamentale che ci arriva da una panchina davvero tosta. La forza in più che abbiamo è questo gruppo”.