Aversa si arrende a Monza

Filottrano-Aversa3Clendy Aversa fa sognare i tifosi solo nel primo set poi si arrende a Monza: al Palajacazzi finisce 1-3

Era importante vincere e la Clendy Aversa ha fatto sognare per un set i propri tifosi ma alla distanza è venuta fuori la panchina più lunga di Monza che è riuscita a ingranare nel secondo parziale portando in Brianza tre punti fondamentali per la propria classifica vincendo 3-1. Aversa invece deve ancora soffrire in attesa del recupero completo delle atlete infortunate ma ha subito la possibilità di dimenticare il ko visto che già martedì si torna in campo per la sfida in trasferta contro la Golem Software Palmi. E in Calabria sarà necessario vincere e muovere la classifica.

PRIMO SET. Equilibrio nelle prime battute del parziale. Il primo allungo del match lo prova Monza che dal 3 pari mette a segno un break di 3 punti per il 3-6. Camilla Neriotti trova il cambio palla con una bella fast che va a stamparsi all’incrocio delle linee. Il muro di Lukovic permette alla Clendy Aversa di rifarsi sotto (6-7). Sul 6-10 coach Della Volpe chiama time-out discrezionale e la scelta si dimostra vincente visto che arriva la schiacciata di Astarita che ferma il break brianzolo. Al primo time-out tecnico della gara Monza è avanti di 4 (8-12). Gli attacchi di Neriotti e Lukovic e il muro di Salamone riportano Aversa a due lunghezze di distanza (13-15). Due muri consecutivi della centrale siciliana (15-16) mettono paura al tecnico Delmati che chiama time-out per fermare il momento positivo delle normanne. Ma Lukovic ha il braccio caldo e con un diagonale perfetto trova il pari (16-16). Il pareggio resiste fino al 20-20. Il vantaggio della Clendy arriva al punto successivo quando la palleggiatrice di Monza, Dall’Igna, commette una ‘doppia’ e regala una gioia ai tifosi presenti sugli spalti del Palajacazzi. Due errori consecutivi di Monza e l’attacco in pipe di Astarita regalano tre set point alla Clendy (24-21). Le brianzole annullano il primo con un mani e fuori ma l’errore in battuta di Monza chiude il parziale. Le normanne vincono 25-22.

SECONDO SET. Il secondo parziale si apre come il primo con Monza che prova subito a guadagnare un buon vantaggio fino al 2-4 ma Sonia Candi, dopo un buon turno in battuta, sbaglia e porta la contesa sul 3-4. Astarita stampa il pareggio e poi l’attacco out delle brianzole regala il primo vantaggio (6-5). Pipe da applausi della serba Lukovic per il 10-8. Break di 4 punti della squadra di Delmati e vantaggio ospite al time-out (10-12). Monza allunga fino al 10-14 fino all’errore di Zago in battuta che riporta Aversa a -3 (11-14). Ma c’è un nuovo break delle ospiti (11-17) che costringe coach Della Volpe a richiamare le proprie atlete in panchina per un discrezionale. Al rientro in campo tre punti consecutivi della Clendy seguiti da due servizi vincenti di Salamone che riportano le normanne a -1 (16-17). Si va punto a punto fino al 19-20 ma Aversa non riesce a pareggiare e Monza prova l’allungo decisivo (19-24) conquistandosi 5 set point. Astarita annulla il primo ma Dekany dice che la contesa deve andare sull’1-1 piazzando una parallela che non lascia scampo al libero Bresciani.

TERZO SET. Parte subito forte la Saugella Team Monza che riesce subito a costruirsi un vantaggio di 4 punti (4-8) ma è Ivana Lukovic a dire che Aversa è viva piazzando un diagonale che piega il muro avversario. Le ospiti trovano anche il +5 ma Astarita non ci sta e trova un mani e fuori che ridà vigore alla squadra normanna. Al time-out tecnico le brianzole sono avanti 8-12. La Clendy non ha alcuna intenzione di mollare e riesce a recuperare fino al 15-17. I punti di vantaggio delle ospiti aumentano quando un attacco di Lukovic viene murato e Monza si porta 17-22. Le normanne però non mollano mai e riescono addirittura a riportarsi -1 (22-23): coach Delmati chiama time-out per fermare il turno positivo in battuta di Focosi. Monza al rientro in campo trova il varco giusto nel muro per il 22-24. Attacco out di Monza e Neriotti al servizio: ricezione perfetta e attacco in parallela delle brianzole che chiudono il set 23-25.

QUARTO SET. C’è grande tensione nelle prime battute del parziale. Si va punto a punto fino al 4-4 ma poi Monza prova a mettere la freccia e riesce a scavare un solco di 4 lunghezze (5-9). Al time-out tecnico la Clendy ha 5 punti da recuperare (7-12). Quando le due squadre rientrano in campo Aversa mette a segno due punti consecutivi ma i due ace di Candi portano la contesa sul 9-15. La contesa scorre via veloce con Monza che riesce ad arrivare anche +9 (14-23). E sempre con nove 9 punti di vantaggio si chiude il set e la partita per Monza (16-25).

INTERVISTA A FINE GARA. A commentare il ko è la serba Ivana Lukovic: “Abbiamo sbagliato nei momenti più importanti della partita e loro ne hanno approfittato. Dopo il primo set ci abbiamo creduto e sapevamo l’importanza di questo match. Ma ora dobbiamo immediatamente dimenticare tutto questo visto che tra pochi giorni si ritorna in campo per un appuntamento anche più importante di questo. Serve crescere ancora, dobbiamo commettere meno errori ed essere più aggressivi in battuta. Questa è la chiave per ritornare alla vittoria”.

CLENDY AVERSA-SAUGELLA TEAM MONZA (25-22; 20-25; 23-25; 16-25)
CLENDY AVERSA: Bresciani (L), Focosi, Salamone 14, Drozina 1, Devetag S ne, Lukovic 14, Modena, Astarita 14, Neriotti 10. All. Della Volpe. Secondo all. Quinto
SAUGELLA TEAM MONZA: Rimoldi ne, Dall’Igna 2, Devetag F 16, Candi 11, Lussana, Dekany 18, Visintini ne, Mazzaro,Zago 16, De Stefani, Montesi ne, Bezarevic 15. All. Delmati. Secondo all. Keller
ARBITRI: Nicolazzo-Gasparro