Azzurre: una bella Italia supera la Germania, oggi si replica

itadom-62Napoli. Davanti alla bellissima cornice di pubblico del PalaVesuvio, presenti quasi 4000 spettatori, una convincente Italia ha superato in amichevole la Germania 3-0 (25-20, 25-20, 25-20). A pochi giorni di distanza dall’inizio del Campionato Europeo (dal 26 settembre al 4 ottobre in Belgio e Olanda), le azzurre sono apparse in un buono stato di forma, mostrando in campo tante cose positive.

Sotto gli occhi del presidente federale Carlo Magri, Del Core e compagne hanno avuto qualche difficoltà in avvio dei set, ma con il passare del gioco hanno sempre imposto il proprio ritmo, chiudendo la sfida con un secco 3-0. Miglior marcatrice dell’incontro Valentina Diouf 15 punti, seguita da Antonella Del Core 14 p.

Prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’ex ct azzurro Sergio Guerra, scomparso nei giorni scorsi.

Oggi Italia e Germania replicheranno sempre al PalaVesuvio (ore 19.30 con diretta RaiSport 2) e la gara sarà l’occasione per ricordare il giornalista Giancarlo Siani: ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985. Per il trentennale della sua scomparsa l’Associazione Nazionale Magistrati, in collaborazione con la Fondazione Pol.i.s., l ’Associazione Giancarlo Siani, la FIPAV, il Comitato Regionale Campania e il Comune di Napoli, ha promosso l’iniziativa dal titolo “Un muro contro le mafie”. L’obiettivo è quello di onorare Siani anche come uomo di sport, essendo stato sia giocatore di pallavolo che allenatore a livello giovanile.

 

ITALIA – GERMANIA 3-0 (25-20, 25-20, 25-20)

ITALIA: Lo Bianco 2, L. Bosetti 6, Guiggi 7, Diouf 15, Del Core 14, Chirichella 8. Libero: De Gennaro. Sorokaite 1, Arrighetti. N.e: C. Bosetti, Centoni, Malinov, Sansonna, Tirozzi, Costagrande e Folie. All. Bonitta

GERMANIA: Brinker 9, Kozuch 10, Weiss 1, Pettke 2, Geerties 7, Silge 8. Libero: Durr. Apitz, Weihenmaier, Brandt 1, Beier 1. N.e: Stigrot, Thomsen e Kauffeldt. All. Pedullà

Arbitri: Gasparro e Vecchione.

Spettatori: 3700. Durata Set: 29’, 27’, 26’.

Italia: 7 bs, 3 a, 5 m, 22 et.

Germania: 11 bs, 2 a, 6 m, 25 et.

Bonitta come formazione iniziale ha schierato Lo Bianco in palleggio, opposto Diouf, schiacciatrici L. Bosetti e Del Core, centrali Guiggi e Chirichella, libero De Gennaro. Per Antonella Del Core, in veste di capitano, ed Eleonora Lo Bianco si è trattato del debutto stagionale in azzurro.

L’avvio del primo set ha visto le due squadre rispondersi colpo su colpo, senza che nessuna riuscisse a prendere il comando. La parità è durata fino al secondo time-out tecnico, momento in cui l’Italia, trascinata dalla coppia Bosetti-Diouf, ha spinto sull’acceleratore ed ha messo in difficoltà la Germania. Le tedesche non sono più riuscite a replicare, dovendosi arrendere 25-20.

Al rientro in campo la Germania ha preso subito l’iniziativa, mentre l’Italia ha commesso diversi errori ed è scivolata indietro di qualche punto. Con calma e pazienza le ragazze di Bonitta hanno dato vita ad una lunga rimonta, sorpassando le tedesche sul 14-13 con in evidenza Guiggi e Del Core. Una volta avanti Diouf e compagne si sono imposte di prepotenza 25-20.

Simile il copione anche nel terzo parziale, l’inizio è stato favorevole alla Germania e l’Italia, con dentro Arrighetti per Guiggi, è stata costretta a inseguire. Punto dopo punto, però, le azzurre hanno colmato anche in quest’occasione lo svantaggio e si sono aggiudicate la gara con il punteggio di 25-20.

ANTONELLA DEL CORE: “Era davvero tanto tempo che non giocavo a Napoli, onestamente non mi ricordo nemmeno quand’è stata l’ultima volta. Diciamo che ho interrotto questo “digiuno” nel migliore dei modi, ovvero tornando con la maglia azzurra e oltretutto con la fascia da capitano. Prima di oggi non avevo mai disputato un incontro al PalaVesuvio, ma sugli spalti ho rivisto tanti dirigenti delle mie vecchie società, tante compagne e non potevano mancare i parenti. L’emozione è stata davvero forte. Credo che stasera buona parte del palazzetto sia stato riempito dalle quattro napoletane del gruppo (ride).”

CRISTINA CHIRICHELLA: “Per me è stata davvero un grande emozione, giocare con la maglia della nazionale seniores davanti al pubblico di casa non capita tutti i giorni. In passato mi era capitato solo con la juniores di disputare una partita a Napoli, e di quella esperienza ho un ricordo molto bello. Penso che il ritorno nella propria città regali sempre delle sensazioni speciali. Il pubblico come sempre ci ha dato una grossa mano perché riesce a farti sentire il proprio calore e soprattutto trasmette grinta.”

MONICA DE GENNARO: “Poter tornare a giocare qui è stato davvero molto bello. Mi sono tornati in mente tanti ricordi, tra cui la finale del Trofeo delle Regioni che abbiamo perso proprio al PalaVesuvio contro il Veneto. Vedere tra il pubblico tanti familiari mi ha dato un’emozione grandissima.”