BAGNO DI FOLLA IERI ALLA PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA POMI’

BAGNO DI FOLLA IERI ALLA PRESENTAZIONE UFFICIALE DELLA POMI’ CASALMAGGIORE CAMPIONE D’ITALIA

 

Sono arrivate in Piazza Garibaldi sul trenino verso le 18,45, gonnellina blu e polo bianca acclamate da oltre cinquecento persone che le hanno attese sin dalle 18,00 davanti al palco allestito in occasione della Festa della Zucca. Le campionesse dell’Italia si sono presentate ieri così alla cittadinanza e ai supporters rosa provenienti da tutta la provincia, da Cremona, come da Crema ed ovviamente con una forte presenza casalasca. Giusto un’ora prima la squadra era stata ospite della Pallavolo Viadana presso il Bar ‘La Perla’, nella località mantovana, in occasione della presentazione della nuova stagione della società locale dove era stata accolta a furor di popolo e da tantissime giovani. Il clou del pomeriggio rosa a Casalmaggiore dove le giocatrici e lo staff della squadra, anticipati dall’esecuzione del nuovo inno realizzato e cantato dagli ‘Alterego Band’, sono saliti sul palco. La presentazione delle giocatrici è avvenuta in ordine di numero di maglia per voce di Maurizio Toscani e Gianluca Federici di Radio Circuito 29. La prima è stata Lucia Bacchi, al rientro a Casalmaggiore dopo i fasti di Bolzano, quindi Carli Lloyd, ispirata a vestire la maglia rosa dalla sua grande amica Lauren Gibbemeyer, a seguire voce ad Imma Sirressi, l’unica delle tricolori tra le presenti, passando per Giada Cecchetto, Marianna Ferrara, Carlotta Cambi, la plurititolata Francesca Piccinini che si è detta molto carica e desiderosa di alzare altri trofei, a partire dalla prossima Supercoppa, Rossella Olivotto per arrivare alla maglia n. 18 di Tereza Rossi Matuszkova. Sono ovviamente state menzionate le grandi assenti per gli impegni con le rispettive nazionali, la statunitense Lauren Gibbemeyer, la teutonica Maggy Kozuch, la serba Jovana Stevanovic, l’azzurra e capitana dello scudetto Valentina Tirozzi. Quindi è stata la volta dello staff partendo da mister Massimo Barbolini che ha spiegato la sua scelta di rientrare in Italia e di sedersi proprio sulla panchina della squadra campione d’Italia, del secondo Giorgio Bolzoni che ha promesso altre vittorie, dell’assistent coach Federico Bonini, per arrivare allo scout Antonio Orlandi, al fisio Paolo Agnetti (era assente Cristian Carubelli), al preparatore atletico Stefano Tagliazucci. Spazio a seguire alla dirigenza, partendo dal team manager Mario Angiolini, al responsabile commerciale e marketing Claudio De Felice, per proseguire con tutti i componenti della società sino al Presidente Massimo Boselli Botturi che ha ringraziato tutti i presenti ed ha spronato la squadra con un messaggio condivisibile. “Ancora una volta siete venuti numerosi ad abbracciarci – ha commentato la massima carica rosa – il vostro calore ci responsabilizza enormemente per la stagione che ci apprestiamo a vivere. Come spesso dico il vero spettacolo siete voi, noi ce la metteremo tutta per non deludervi. Invito tutti a dimenticare lo scudetto della passata stagione, lo storico successo rimarrà per sempre nei nostri cuori e nelle nostre menti, ma ora occorre concentrarsi sugli impegni che ci attendono, tanti e di prestigio. Sono certo che insieme sapremo regalarvi tante altre emozioni”. Quindi voce e microfono al sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni. “E’ un onore – ha detto il primo cittadino – tenere a battesimo anche quest’anno la squadra, ringrazio tutte le persone che hanno saputo costruire questa splendida realtà, la dirigenza e i volontari che lavorano ogni giorno nell’ombra. Questa squadra, questo gruppo dirigenziale sono lo specchio fedele di quello che è il nostro territorio e la nostra gente, persone abituate a rimboccarsi le maniche e a raccogliere il frutto del proprio sudore. Un sentito in bocca al lupo affinchè possiate festeggiare e noi con voi si possa gioire per altri importanti traguardi”. Con il sottofondo delle note di ‘Il mio cuore batte qui, batte forte per la Pomì’, il nuovo inno della squadra, si è chiusa la presentazione. Spazio quindi alle foto di rito, ai selfie, prima di gustare le prelibatezze a base di Zucca del ristotenda allestito in Piazza.