Non arrivano punti da Bergamo per la Unendo Yamamay Busto Arsizio

Non arrivano punti dalla trasferta di Bergamo per la Unendo Yamamay Busto Arsizio che esce dal Pala Norda sconfitta per 3-1: a portare a casa l’intera posta è la Foppapedretti, trascinata da una super Sara Loda, miglior giocatrice del match con 20 punti totali (20% offensivo con due muri) e da una solida prestazione di tutto il gruppo, capace anche di 16 muri vincenti.

La Unendo Yamamay, in cui Parisi ha scelto di puntare sugli attacchi di Bianchini e conseguentemente sul contributo in seconda linea di Spirito (panchina dunque per Francesca Marcon, non al meglio), ha mostrato le cose più interessanti nel secondo parziale. In questo frangente, proprio grazie agli spunti offensivi di Marika (top scorer bustocca con 15) e ad un servizio più pungente, le farfalle sono riuscite a fare proprio il set, pareggiando i conti. Con il proseguio dei minuti però la Foppapedretti ha trovato la quadratura del cerchio, mentre la Unendo Yamamay ha mostrato più difficoltà in fase offensiva, commettendo qualche errore di troppo e subendo tanti muri dalle avversarie. Vittoria meritata dunque per la squadra di Lavarini, che ha messo in campo anche una Folie efficace al centro (12 punti con il 60% e tre muri) e una Merlo sempre da applausi in fase difensiva. Tra le fila biancorosse, oltre alla già citata Bianchini, da segnalare i 14 punti di Ortolani, partita bene e poi calata fisicamente nel corso del match, e la positiva prestazione della seconda linea, in cui Leonardi e Spirito si sono ben comportate.

Sala stampa:

Ilaria Spirito: “Credo che sia stata una partita discreta da parte nostra, ho visto dei segnali di ripresa dopo la sconfitta di sabato scorso contro Piacenza. Sicuramente abbiamo fatto un passo in avanti, considerando anche il fatto che abbiamo schierato una formazione poco sperimentata. Tuttavia non è bastato. Cosa ha fatto la differenza? Sicuramente in nostri errori, troppi oggi. A livello personale sono contenta di essere tornata a disposizione e credo di aver dato il contributo, anche se so che posso fare ancora meglio”.

Carlo Parisi: “Abbiamo avuto la possibilità di cambiare la partita quando abbiamo capito come giocare contro Bergamo, cioè con tanta attenzione e pazienza. Sapevamo che Bergamo difende e contrattacca molto. 11 errori e 5 murate nel terzo set dimostrano la nostra poca pazienza, nel quarto abbiamo fatto fatica con il contrattacco, un pò come in tutta la partita. Questo ha inciso molto sulla prestazione, perchè non è stata una brutta partita da parte nostra. Siamo sempre stati lì nel quarto, ma errori banali nei momenti decisivi hanno fatto la differenza. Bergamo ha meritato di vincere, più efficace di noi con gli esterni e capace di sfruttare la nostra approssimazione nel gestire alcune situazioni. La classifica? Le prime 4 sono più avanti di noi, in tutti i sensi, al momento. Ora dobbiamo ritrovare una buona condizione psicofisica, siamo troppo altalenanti, con picchi buoni ma senza continuità. L’obiettivo ora è costruire qualcosa di buono e consolidarlo, poi penseremo alla posizione in graduatoria”.

La gara in pillole: Parisi parte con Wolosz – Ortolani, Garzaro – Arrighetti, Bianchini (con Spirito sempre dentro in seconda linea) – Buijs, Leonardi libero, Lavarini sceglie in avvio Smutna – Diouf, Stufi – Folie, Blagojevic – Loda, Merlo libero.

Primo set: due muri di Stufi lanciano subito la Foppa (3-0), ma Arrighetti e Buijs si mantengono in scia (6-4), con Ortolani che trova il -1 con una gran parallela (6-5). Garzaro ben imbeccata da Wolosz realizza fino al 9-8, ma Loda (6 punti, 100% offensivo) e Diouf riallungano fino al 12-8. Bianchini e Ortolani (5 punti, 50% in attacco) trovano il -2 (15-13), si procede a braccetto ma l’errore di Ortolani regala il 20-16 alla Foppa (time-out Parisi). Poco dopo è Lavarini a fermare il gioco perchè le farfalle tornano a -3 (errore Diouf, 21-18), poi Ortolani e Buijs tengono accesa la speranza (22-20), con Arrighetti che piazza il muro del -1 (22-21); la UYBA sembra potercela fare ma due muri delle padrone di casa (Loda e Folie) chiudono il set 25-21. 5 muri nel set per Bergamo, 1 per la UYBA, 6 errori al servizio per le farfalle.

Secondo set: la UYBA parte bene con Bianchini e Ortolani sui servizi di Wolosz (1-5), Buijs inchioda il muro del 2-6 su Diouf. Folie prova il recupero, ma Ortolani e Wolosz respingono l’assalto (5-9). E’ la stessa Ortolani (5 nel set, 50%) che fa suonare la campana dell’8-12, mentre Bianchini trova punti interessanti (5 in totale nel parziale, 44%) e Lavarini prova ad inserire Sylla per Diouf (9-14); Arrighetti attacca e mura fino al 12-18, Bianchini firma il pallonetto del 15-20. Nel finale ancora Bianchini sigla l’ace del 17-23, Garzaro conquista 5 set ball e Ortolani chiude 20-25.

Terzo set: l’ace di Ortolani pareggia l’iniziale svantaggio (5-5), poi la Foppa ritorna avanti con Blagojevic e il muro di Folie (9-6 tempo Parisi); Garzaro lotta e conquista il -1 (11-9), poi Loda ottiene il 12-9. Garzaro pone fine a uno scambio infinito e fa 13-11, Melandri, ora stabilmente in campo, risponde con il 14-11 che tiene sempre avanti le padrone di casa; Bianchini fa chiamare tempo a Lavarini (16-14, ottima Leonardi), ma poco dopo sbaglia e, dopo il muro di Folie su Arrighetti, Parisi interrompe il gioco sul 19-14. Due errori biancorossi lanciano ancora la Foppapedretti, che tira dritto e veloce fino al 25-18. Orobiche bene a muro (5 nel set).

Quarto set: Parisi conferma in campo Michel per Garzaro e l’avvio è equilibrato (8-9 con Bianchini, 4 volte consecutive a segno da posto 4), ma la Foppa arriva prima al 12 grazie soprattutto agli spunti di Sara Loda (12-10). Melandri mura il +4 (14-10), Ortolani risponde poco dopo con la stessa moneta (14-12), ma Bergamo allunga di nuovo con Loda (16-12 tempo Parisi). Sul 17-14 Parisi inserisce Marcon su Buijs, poi Wolosz mura il 18-16 (time-out Lavarini). Bianchini, sempre a muro, conferma il -1 (19-17), al pari di Michel (20-18), mentre Buijs, rientrata, mura il 21-10 che riaccende la speranza. Sul 23-21 Parisi ferma il gioco, al rientro Buijs passa (23-22), Sylla appena entrata tira la bomba del 24-22, il muro di Bergamo invade (24-23), Loda chiude (25-23).

Il tabellino

Foppapedretti Bergamo – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-1 (25-21, 20-25, 25-18, 25-23)

Foppapedretti Bergamo: Klisura ne, Stufi 4, Loda 20, Bruno ne, Weiss ne, Blagojevic 7, Merlo (L), Melandri 5, Folie 12, Diouf 17, Smutna 1, Sylla 1. All. Lavarini, secondo allenatore Angelini. Battute errate: 13, vincenti: 0. Muri: 16.

Unendo Yamamay Busto Arsizio: Ortolani 14, Degradi, Garzaro 7, Bianchini 15, Michel 2, Leonardi (L), Marcon, Spirito, Buijs 11, Arrighetti 9, Wolosz 3, Petrucci. All. Carlo Parisi, secondo allenatore Massimo Dagioni. Battute errate: 12, vincenti: 2. Muri: 8.

Arbitri: Tanasi – La Micela

Spettatori: 2123 (300 da Busto Arsizio)

 

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario