CEVChLeague, Novara si arrende al Sopot

Sopot 24.11.2015 liga mistrzow cev SIATKOWKA koniet PGE Atom Trefl Sopot vs Igor Gorgonzola Novara CEV women champions cup VOLEYBALL GAME PGE Atom Trefl Sopot vs Igor Gorgonzola Novara NZ stefania sansonna , FOT. WOJCIECH FIGURSKI / 058sport.pl


FOT. WOJCIECH FIGURSKI / 058sport.pl

Igor Gorgonzola Novara si arrende in tre set al PGE Atom Trefl Sopot nel terzo turno di CEV DenizBank Champions League. Le azzurre di Luciano Pedullà abbandonano l’Hala Ergo Arena di Danzica con un triplo 25-21 sulle spalle, che complica il cammino nella massima competizione europea e prolunga il periodo no dopo le due sconfitte consecutive nella Master Group Sport Volley Cup. In virtù dei tre punti conquistati, il team di Lorenzo Micelli si stacca dalle piemontesi, salendo a quota 6. Per Martina Guiggi e compagne ora diventa decisiva la sfida a campi invertiti del 9 dicembre: una vittoria consentirebbe di riaprire i giochi, una sconfitta allontanerebbe forse troppo l’obiettivo qualificazione.

La gara è segnata dai troppi errori delle azzurre (21 di cui 11 in battuta), molti dei quali nei momenti decisivi, e dalla sfortuna. Pedullà, già orfano di Caterina Bosetti, deve infatti rinunciare in corsa anche a Cristina Chirichella (problemi alla schiena) e a Noemi Signorile e ha fatto i conti con le condizioni precarie di Stefania Sansonna che pure è rimasta in campo per tutto il match.

Pedullà rilancia Signorile in regia con Fabris opposto, schiera Guiggi e Chirichella al centro, Rousseaux e Cruz in banda e Sansonna libero; Sopot in campo con Zaroslinska opposta a Radenkovic, Efimienko e l’ex Tokarska al centro, Grothues e Kaczorowska in banda e Durjczyk libero.

Novara parte bene con Rousseaux (1-3) ma Sopot reagisce con Grothues (ace, 6-4) prima del nuovo break azzurro che vale il 7-8 al primo timeout tecnico. Il servizio polacco manda in tilt la Igor (12-9) e Pedullà chiama timeout, mentre Fabris e Guiggi impattano sul 13-13 e innescano il punto a punto lunghissimo rotto per la prima volta da Cruz, in pipe, sul 19-20. Tocca a Micelli, quindi, fermare il gioco e al rientro in campo Sopot piazza l’affondo decisivo con due muri consecutivi su Rousseaux e la gran parallela di Zaroslinska: 25-21.

Senza Chirichella, sostituita da Bonifacio nel corso del primo set, e senza anche Signorile, Novara riparte in difficoltà con Sopot che va subito 8-3 e poi 11-7 con Zaroslinska devastante. Eppure, le azzurre rientrano con Cruz e Guiggi (14-12) prima del nuovo break delle padrone di casa che scappano nuovamente 19-14. Si procede a strappi, Novara accorcia ancora 21-19 con il gran muro di Fabris, poi è assolo del Sopot che bissa il 25-21 stavolta con Kaczorowska.

Spalle al muro, Novara prova a reagire e sono Cruz e Rousseaux a firmare il 6-8 al primo timeout tecnico, vanificato poco dopo dal pasticcio di Guiggi in attacco (11-11) con Zaroslinska, sempre lei, che trova in maniout il break di vantaggio sul 14-12. Fabris non molla (15-14), la ricezione “balla” ancora (20-17) con Pedullà che chiama timeout: al rientro in campo l’ultimo acuto azzurro (20-19) prima dell’ennesimo break delle padrone di casa che chiudono set e incontro con la diagonale vincente di Kaczorowska per il 25-21.

“Abbiamo commesso troppi errori – spiega a fine gara il tecnico Luciano Pedullà – soprattutto in battuta: undici, senza che questo ci portasse a mettere in difficoltà la ricezione avversaria. Troppi anche gli errori in attacco, nonostante le percentuali alla fine siano discrete, e quelli in ricezione che sono arrivati nei momenti delicati. Questo ci ha messo in difficoltà, anche se siamo riuscite a lottare costantemente contro un avversario che ha disputato un’ottima partita”.

IL TABELLINO:
PGE ATOM TREFL SOPOT – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-0 (25-21, 25-21, 25-21)
PGE ATOM TREFL SOPOT: Tokarska 3, Balkestein-grothues 10, Efimienko 9, Radenkovic 4, Durajczyk (L), Kaczorowska 3, Zaroslinska 19. Non entrati Savenchuk, Miros, Damaske, Kaczmar, Lukasik, Kulig. All. Micelli.
IGOR GORGONZOLA NOVARA: Rousseaux 9, Bruno, Wawrzyniak, Malesevic, Guiggi 10, Cruz 12, Bonifacio 2, Chirichella 2, Sansonna (L), Signorile, Bosio, Fabris 17. All. Pedullà.
ARBITRI: Medvid Mykhaylo – Adler Laszlo.
NOTE – Spettatori 1700, durata set: 27′, 27′, 28′; tot: 82′. PGE Atom Trefl SOPOT: Battute errate 9, Ace 5. Igor Gorgonzola NOVARA: Battute errate 11, Ace 0.

GAZZETTA TV
Le partite delle squadre italiane sono trasmesse in diretta su Gazzetta TV, canale 59 del digitale terrestre, e in simulcast su gazzetta.it. Dopo il ko di Novara, mercoledì toccherà alla Pomì Casalmaggiore, che al PalaRadi ospiterà le ceche dell’Agel Prostejov: diretta alle 20.30 con la telecronaca di Davide Romani e Maurizia Cacciatori. Infine altra prima serata giovedì 26 con la sfida tra Nordmeccanica Piacenza e Rocheville Le Cannet, al microfono Gian Luca Pasini e Rachele Sangiuliano.

Tutti i match della CEV DenizBank Volleyball Champions League sono trasmessi in live streaming su www.laola1.tv.

IL PROGRAMMA DELLA 3^ GIORNATA
Pool A
Dinamo Kazan – Azerrail Baku 26/11
Lokomotiv Baku – Allianz MVT Stuttgart 25/11
Pool B
Calcit Ljubljana – VakifBank Istanbul 26/11
PGE Atom Trefl Sopot – Igor Gorgonzola Novara 3-0 (25-21, 25-21, 25-21)
Pool C
Eczacibasi VitrA Istanbul – Chemik Police 26/11
Agel Prostejov – Pomì Casalmaggiore mercoledì 25 novembre, ore 20.30 DIRETTA GAZZETTA TV
Pool D
Vizura Beograd – Volero Zurich 25/11
RC Cannes – Uralochka NTMK Ekaterinburg 25/11
Pool E
Dresdner – Telekom Baku 25/11
Fenerbahce Grundig Istanbul – Impel Wroclaw 25/11
Pool F
Nordmeccanica Piacenza – Rocheville Le Cannet giovedì 26 novembre, ore 20.30 DIRETTA GAZZETTA TV
Dinamo Moscow – CS Voley Alba Blaj 25/11

LE CLASSIFICHE
Pool A: Dinamo KAZAN 6 (2-0), Azerrail BAKU 3 (1-1), Lokomotiv BAKU 3 (1-1), Allianz MTV STUTTGART 0 (0-2).
Pool B: VakifBank ISTANBUL 6 (2-0), PGE Atom Trefl SOPOT 6 (2-1), Igor Gorgonzola NOVARA 3 (1-1), Calcit LJUBLJANA 0 (0-1).
Pool C: Chemik POLICE 5 (2-0), Eczacibasi VitrA ISTANBUL 4 (1-1), Pomì CASALMAGGIORE 3 (1-2), Agel PROSTEJOV 0 (0-2) .
Pool D: Volero ZURICH 6 (2-0), Vizura BEOGRAD 3 (1-1), Uralochka-NTMK EKATERINBURG 3 (1-1), RC CANNES 0 (0-2).
Pool E: Fenerbahce SK ISTANBUL 5 (2-0), Impel WROCLAW 4 (1-1), DRESDNER SC 2 (1-1), Telekom BAKU 1 (0-2).
Pool F: Nordmeccanica PIACENZA 6 (2-0), Dinamo MOSCOW 3 (1-1), CS Voley Alba BLAJ 3 (1-1), Rocheville LE CANNET 0 (0-1).

LE DATE
Fase a gironi
3^ giornata: 24-26 novembre
4^ giornata: 8-10 dicembre
5^ giornata: 19-21 gennaio
6^ giornata: 27 gennaio

Play Off 12
Andata: 9-11 febbraio
Ritorno: 23-25 febbraio

Play Off 6
Andata: 8-10 marzo
Ritorno: 22-24 marzo

Final Four
9-10 aprile

LA FORMULA
La competizione torna alle 24 squadre dopo la scorsa edizione a 20. Mutano dunque i criteri di qualificazione alla fase a eliminazione diretta: al termine delle 6 giornate, accederanno ai Play Off 12 le prime due classificate di ogni Pool e la migliore terza, che prenderà il posto della società organizzatrice della Final Four, qualificata di diritto all’ultimo atto. Le ulteriori quattro migliori terze ‘scenderanno’ in CEV Cup. La classifica delle Pool sarà determinata, come da novità dell’anno scorso, dal numero di partite vinte e solo successivamente dai punti conquistati. Ogni partita vinta per 3-0 e 3-1 assegna tre punti alla squadra vincente e nessuno alla perdente, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde. I Play Off 12 e i Play Off 6 si svolgeranno su partite di andata e ritorno e Golden Set in caso di parità di punti ottenuti nel doppio confronto (considerando il sistema di punteggio appena citato). Le tre vincenti i Play Off 6 accederanno alla Final Four, unendosi alla società organizzatrice.