Champions League: a Montichiari si gioca la Final Four

CEV DenizBank Volleyball Champions League:
a Montichiari si gioca la Final Four,
la Pomì affronta le corazzate europee.
Tutto in diretta su Premium Sport 2 HD


Sarà rivolta al PalaGeorge di Montichiari l’attenzione di tutto il mondo pallavolistico il 9 e 10 aprile. Nel weekend infatti si disputa in Italia – a sette anni di distanza da Perugia 2009 – la Final Four di CEV DenizBank Volleyball Champions League, la manifestazione che racchiude il meglio della pallavolo europea. E per la 32^ volta nelle ultime 33 edizioni, tra le quattro squadre che si contenderanno lo scettro continentale ci sarà anche una squadra italiana: è la Pomì Casalmaggiore, che dopo aver vinto brillantemente il proprio girone eliminatorio ha ottenuto l’onere o l’onore di organizzare la Final Four qualificandovisi direttamente.

Le rosa di Massimo Barbolini scenderanno in campo nella seconda semifinale, in programma sabato alle 18.30, contro la Dinamo Kazan. Alle 15.30 il derby turco tra Fenerbahce Grundig Istanbul e VakifBank Istanbul. Sulla carta, le casalasche reciteranno il ruolo di Cenerentola: la prima partecipazione alla Final Four coincide con la prima partecipazione assoluta a una competizione europea, Casalmaggiore si confronterà con le squadre che hanno vinto 4 delle ultime 5 edizioni della Champions League (il VakifBank nel 2011 e nel 2013, il Fenerbahce nel 2012 e la Dinamo Kazan nel 2014). Riportare il trofeo in Italia a sei anni di distanza dall’ultimo successo targato Foppapedretti – a Cannes nel 2010, proprio contro il Fenerbahce – appare dunque una missione molto difficile. Certo, giocare in ‘casa’, con tutti i tifosi rosa sulle tribune, sarà un vantaggio non da poco per Valentina Tirozzi e compagne, che nell’ultimo anno hanno dimostrato di saper sovvertire i pronostici: peraltro con il PalaGeorge la Pomì ha un buon feeling, visto che negli ultimi due anni vi ha vinto in 4 occasioni su 4 (tre contro la Metalleghe Sanitars e una da squadra di ‘casa’ contro Forlì dopo il crollo del tetto del PalaFarina).

Di italiano, oltre alle rosa, c’è tanto altro. Sulla panchina del VakifBank c’è Giovanni Guidetti, che di Champions League ne ha già vinte due, su quella del Fenerbahce c’è Marcello Abbondanza, che è alla terza Final Four con tre squadre diverse (dopo il quarto posto con Villa Cortese nel 2012 e il secondo con il Rabita Baku nel 2013). Nel Fenerbahce gioca Lucia Bosetti, tra le italiane più vincenti negli ultimi anni, mentre nella Dinamo Kazan milita da tre stagioni Antonella Del Core, che in carriera ha già messo in bacheca 4 Champions League (una con Perugia, due con Bergamo e l’ultima proprio con la Dinamo Kazan). Quanto a vittorie, non sono da meno Massimo Barbolini e Francesca Piccinini, le due figure del team casalasco con maggior peso ed esperienza internazionale: il coach modenese ha conquistato due Coppe dei Campioni, curiosamente a cadenza decennale – a Matera nel 1996 e a Perugia nel 2006 – e chissà che nel 2016 non riesca nel tris. La regina è a quota 5, messe in fila nel corso dei 13 anni trascorsi a Bergamo.

IL PERCORSO DELLE SEMIFINALISTE
Pomì Casalmaggiore: le rosa, al debutto assoluto in una competizione europea, hanno ottenuto il primo posto nel girone più difficile del lotto, con le Campionesse d’Europa uscenti dell’Eczacibasi Istanbul e le Campionesse di Polonia del Chemik Police. Grazie allo straordinario doppio successo in Turchia e Polonia, Casalmaggiore si è qualificata ai Play Off 12 come prima classificata. Poi l’assegnazione della Final Four ha catapultato le casalasche direttamente alla Final Four. La sintonia tra Lloyd e Kozuch, i muri delle centrali Stevanovic e Gibbemeyer, le difese di Sirressi e il servizio al salto di capitan Tirozzi le armi principali del team rosa.

Dinamo Kazan: le avversarie della Pomì hanno ottenuto 9 vittorie su 10 incontri disputati in Champions League. Dominata la Pool A con Azerrail e Lokomotiv Baku (quest’ultima è l’unica squadra ad averla battuta, nell’ultimo match della fase a gironi), le russe di Rishat Gilyazutdinov hanno poi superato il doppio turno a eliminazione diretta infliggendo un doppio 3-1 all’Uralochka Ekaterinburg e un doppio 3-0 alla Nordmeccanica Piacenza. Spiccano nel roster, oltre alla già citata Del Core, la star Gamova, la schiacciatrice bulgara Vasileva e la palleggiatrice della Nazionale russa Startseva.

Fenerbahce Grundig Istanbul: imbattute nella competizione – esattamente come il VakifBank – le Campionesse di Turchia puntano al bersaglio grosso, per completare il filotto che le ha viste vincere in patria Scudetto, Coppa e Supercoppa. Sei successi in un girone per la verità abbordabile, quindi il cambio di marcia nella fase a Play Off in cui ha travolto il Chemik Police e si è permessa il lusso di battere due volte la Dinamo Mosca di Obmochaeva. Leader in campo è la coreana Kim, dal 2011 con il Fenerbahce, miglior giocatrice delle Olimpiadi di Londra 2012 e straordinaria realizzatrice. Al suo fianco la schiacciatrice serba Mihajlovic, la centrale statunitense Christa Dietzen (Harmotto da nubile), l’ex Pomì Skorupa al palleggio e la già citata Bosetti.

VakifBank Istanbul: la squadra delle 73 vittorie consecutive tra il 2012 e il 2014 è anch’essa imbattuta nella presente edizione di Champions League. Superato senza troppi patemi il girone con Igor Gorgonzola Novara e Sopot, le turche hanno affrontato forse la strada più impervia per la Final Four, battendo prima l’Eczacibasi nei Play Off 12 e poi il Volero Zurigo nei Play Off 6. Dopo la scorsa stagione avara di successi (‘solo’ la Supercoppa), il VakifBank ambisce a porre di nuovo il proprio sigillo sulla scena europea. Il roster fa paura: l’ossatura olandese composta dall’opposta Sloetjes, dalla schiacciatrice Buijs e dalla centrale De Kruijf (tutte passate in Italia) è la stessa che Guidetti allena nella Nazionale orange che sarà avversaria dell’Italia nel preolimpico di Tokyo. Oltre a loro, la fuoriclasse brasiliana Sheilla, la statunitense Hill – migliore giocatrice dei Mondiali 2014 -, la centrale serba Rasic. L’anima del team è la schiacciatrice Gozde Kirdar, da sempre con il Vakif.

LA FINAL FOUR SU PREMIUM SPORT
La Final Four della CEV DenizBank Volleyball Champions League sarà trasmessa in esclusiva e in alta definizione su Premium Sport. I canali Premium Sport 2 e Premium Sport 2 HD – 371 e 381 del digitale terrestre – proporranno tutte e 4 le gare dell’evento del PalaGeorge di Montichiari, con il commento di Marcello Piazzano e Rachele Sangiuliano.

I BIGLIETTI
Sono ancora disponibili i tagliandi per assistere alla Final Four della CEV DenizBank Volleyball Champions League. Per assicurarsi il biglietto, è sufficiente collegarsi al circuito MIDA TICKET.

IL PROGRAMMA DELLA FINAL FOUR
Sabato 9 aprile, ore 15.30

Fenerbahce Grundig Istanbul (TUR) – VakifBank Istanbul (TUR)  Arbitri: Hudik-Di Giacomo
Sabato 9 aprile, ore 18.30
Dinamo Kazan (RUS) – Pomì Casalmaggiore (ITA)  Arbitri: Ivanov-Dudek
Domenica 10 aprile, ore 14.30
Finale 3° – 4° posto
Domenica 10 aprile, ore 17.30
Finale 1° – 2° posto

L’ALBO D’ORO RECENTE
2001    EDISON MODENA (ITA)
2002    Racing Club Cannes (FRA)
2003    Racing Club Cannes (FRA)
2004    Marichal Tenerife (ESP)
2005    RADIO 105 FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2006    COLUSSI PERUGIA (ITA)
2007    PLAY RADIO FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2008    COLUSSI PERUGIA (ITA)
2009    FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2010    FOPPAPEDRETTI BERGAMO (ITA)
2011    VakifGunesTTelekom Istanbul (TUR)
2012    Fenerbahce Universal Istanbul (TUR)
2013    VakifBank Istanbul (TUR)
2014    Dinamo Kazan (RUS)
2015    Eczacibasi VitrA Istanbul (TUR)