Club Italia, sconfitta contro Scandicci

ADS_4467Serata sfortunata per il Club Italia Femminile, che alla sua seconda gara casalinga nella Master Group Sport Volley Cup incappa in un secco 0-3 contro la Savino Del Bene Scandicci. Mai davvero in partita la formazione della Federazione Italiana Pallavolo, che soffre fin dal primo punto l’efficacissima battuta ospite e nell’arco della gara non riesce a trovare le giuste contromisure malgrado i tanti cambiamenti operati dal coach Lucchi. La Savino Del Bene, dal canto suo, gioca una partita di grande concretezza e determinazione sfruttando nel modo migliore le difficoltà delle azzurrine, e merita pienamente la sua prima vittoria in trasferta, che la porta a quota 9 punti in classifica.

Primo e secondo set di fatto non hanno storia: entrambi i parziali sono infatti decisi da pesanti break al servizio in favore delle toscane, nel primo set di Stufi (6-21) e nel secondo di Loda (9-21). Nel terzo set lo staff azzurro prova a cambiare rotta inserendo dall’inizio Orro, Piani e D’Odorico e la mossa dà qualche risultato, perché dopo il 4-1 iniziale l’equilibrio resiste fino al 15-16: alla prima occasione però Scandicci non si fa pregare e piazza un altro break di 0-4 che mette definitivamente fine all’incontro. I numeri sono impietosi nei confronti del Club Italia, che commette ben 25 errori e subisce 9 punti diretti in ricezione. Da salvare l’approccio nel terzo set delle nuove entrate, in particolare Alessia Orro e Vittoria Piani; per il resto la squadra non riesce a reagire neppure dal punto di vista emotivo allo strapotere delle ospiti. Nella squadra di Bellano brillano soprattutto Sara Loda, autrice di 5 ace, e Emilya Nikolova, che chiude con il 52% in attacco; molto buona anche la partita delle due centrali Stufi e Toksoy Guidetti.
Al PalaYamamay, come su tutti i campi di Serie A1 e A2, la giornata si è aperta con un toccante omaggio alle vittime degli attentati di Parigi: in segno di vicinanza e solidarietà, prima del minuto di silenzio disposto da CONI e FIPAV, le squadre sono scese in campo accompagnate dalla bandiera francese ed è stata suonata la Marsigliese, inno nazionale della Francia.
Il Club Italia ora dovrà dimenticare in fretta il brutto passo falso di oggi per prepararsi alla prossima, impegnativa trasferta: domenica 22 novembre le azzurre saranno infatti di scena alle 18 sul campo della Sudtirol Bolzano.

La cronaca:
Sestetto tipo per entrambe le squadre: il Club Italia si schiera con Malinov in diagonale a Zanette, Berti e Danesi al centro, Egonu e Guerra schiacciatrici, Spirito come libero. Risponde la Savino del Bene con Rondon in palleggio, Nikolova opposto, Toksoy Guidetti e Stufi centrali, Loda e Pietersen schiacciatrici e Merlo libero.

Avvio difficile per le azzurrine, che vanno subito sotto 1-6 sugli incisivi turni di servizio di Loda e Toksoy. I primi punti di Zanette e Guerra riportano in scia il Club Italia (4-6) che però continua a sbagliare troppo e si ritrova sotto 5-12 al time out tecnico. Lucchi è costretto a fermare ancora il gioco sul 6-15, poi getta nella mischia Orro e D’Odorico; solo sul 7-21 Berti interrompe il lungo parziale a favore di Scandicci, che controlla e chiude senza problemi con un errore in battuta di Orro (12-25).

Il copione non cambia in apertura di secondo set, con Loda travolgente al servizio e il primo time out chiamato da Lucchi già sull’1-5. Egonu prova a limitare i danni (3-8) ma allo stop tecnico la Savino Del Bene conduce 6-12. D’Odorico sostituisce di nuovo Guerra e mette a segno il 7-15, ma la scatenata Loda non fa sconti e con altri due ace dà il la al break del 9-20. Entrano in campo anche Orro e Piani, che realizza il punto dell’11-23 prima dell’inevitabile chiusura di Stufi.

Nel terzo set il Club Italia presenta dall’inizio la diagonale Orro-Piani e D’Odorico in posto 4 in sostituzione di Guerra. L’avvio è capovolto rispetto ai prime due parziali: stavolta sono le azzurre a staccarsi sul 4-1, proprio sulla battuta di Orro. La Savino Del Bene però pareggia in fretta i conti con Nikolova (5-5), dando il via a un lungo punto a punto. Le toscane provano due volte ad andare in fuga (10-12, 12-14) e vengono sempre raggiunte, fino a quando il servizio di Stufi non propizia il break del 15-18; Lucchi ferma il gioco, ma Scandicci continua a volare con Pietersen (15-20) e le ultime speranze azzurre si infrangono sul muro del 16-23 di Toksoy.

I commenti:
Alessia Orro: “Oggi abbiamo commesso troppi errori, non siamo riuscite a fare il nostro gioco e siamo andate subito in difficoltà; ma quello che ci è mancato è stato soprattutto l’atteggiamento giusto per riuscire a rientrare in partita. Certo, nel terzo set si è visto qualche miglioramento, ma a quel punto sono state brave loro a chiudere”.
Paola Egonu: “Non ci aspettavamo per niente una partita così, avevamo lavorato molto bene in settimana e speravamo di approcciare bene la gara. Quando siamo andate in difficoltà non siamo più riuscite a rientrare: dobbiamo imparare a reagire senza buttarci giù, concentrandoci sulla tecnica e sulle cose da fare. Ora pensiamo alla prossima, domani è un altro giorno”.
Federica Stufi: “L’obiettivo era imporre il nostro gioco e non farle esaltare: siamo state molto brave a metterle in crisi in battuta. In certe cose oggi siamo state davvero perfette e credo che qualunque squadra di A1 avrebbe fatto fatica”.
Massimo Bellano: “Per tutta la settimana ci siamo detti che avremmo dovuto affrontare il Club Italia come qualsiasi altra squadra, senza tener conto dell’età e dell’inesperienza: se giochi queste partite con superficialità rischi di lasciare sul campo dei punti che per noi sono importantissimi. Dobbiamo ancora migliorare sulla continuità e su alcune situazioni di gioco come free ball e appoggi se vogliamo tenere il passo delle prime”.

Club Italia-Savino Del Bene Scandicci 0-3 (12-25, 12-25, 17-25)

Club Italia: Bonvicini, Malinov 1, Spirito (L), D’Odorico 2, Egonu 8, Orro 1, Piani 3, Danesi 6, Guerra 1, Botezat ne, Berti 1, Minervini (L) ne, Zanette 4. All. Lucchi.

Savino Del Bene Scandicci: Stufi 9, Alberti ne, Loda 13, Lotti ne, Fiorin ne, Pietersen 11, Merlo (L), Toksoy Guidetti 9, Scacchetti ne, Giampietri, Nikolova 13, Rondon 2. All. Bellano.

Arbitri: Pozzato e Talento.

Note: Spettatori 650. Club Italia: battute vincenti 2, battute sbagliate 5, attacco 26%, ricezione 46%-25%, muri 4, errori 25. Scandicci: battute vincenti 9, battute sbagliate 6, attacco 45%, ricezione 60%-30%, muri 8, errori 16.