Club Italia sconfitto ma a testa alta sul campo dell’Imoco

Club Italia sconfitto ma a testa alta sul campo dell’Imoco
Si interrompe al Palaverde di Villorba la striscia vincente del Club Italia femminile nella Master Group Sport Volley Cup: la squadra della Federazione Italiana Pallavolo cede per 3-0 all’Imoco Volley Conegliano, ma il risultato dice poco di una partita giocata per lunghi tratti alla pari con un’avversaria di grande spessore e prestigio. Le azzurre escono dal campo a testa alta e tra gli applausi dei tifosi di casa, che a fine partita intonano anche un coro per la squadra ospite.
Qualche rimpianto per il Club Italia lo desta sicuramente l’andamento del primo set, condotto fino al 19-21 e poi deciso dal turno di battuta di Anna Nicoletti, una delle ex della gara. I due set successivi sono ancora segnati dalle difficoltà in ricezione per le azzurre che, non appena riescono a riagganciare la parità, vengono regolarmente punite dal servizio avversario:  così il secondo parziale resta in equilibrio fino al 19-19 prima del break decisivo, mentre nel terzo Conegliano conserva fino al termine il piccolo vantaggio accumulato sul 13-10. Rispetto ad altre gare, però, il Club Italia ha il merito di non mollare mai e non uscire dalla partita, lottando con determinazione su ogni pallone.
Pesano sul risultato finale i 9 ace messi a segno dall’Imoco, mentre il Club Italia non riesce a impensierire più di tanto la ricezione avversaria, che chiude con il 70% di positività. L’unica a farsi valere in battuta, con 3 ace, è Paola Egonu, che anche in attacco fa la sua parte con il 41%; Anastasia Guerra, partita male, chiude la partita con 11 punti e il 37%, mentre è straordinaria Anna Danesi con 9 punti su 10 andati a segno. Molto buona, in generale, la prestazione difensiva della squadra azzurra. In casa Imoco grande serata per Serena Ortolani, premiata come MVP dall’alto dei suoi 15 punti con il 56% in attacco e un solo errore; importante anche il contributo in battuta di Rachael Adams e Kelsey Robinson, oltre alla già citata Anna Nicoletti.
Il Club Italia torna ora velocemente a Milano per preparare la prossima sfida casalinga: domenica 6 dicembre al PalaYamamay di Busto Arsizio le azzurrine se la vedranno con Il Bisonte Firenze.
La cronaca:
Splendida cornice di pubblico al Palaverde nonostante la giornata infrasettimanale. Squadre in campo con sestetti invariati rispetto alle ultime uscite: il Club Italia conferma Orro in palleggio, Zanette opposta, Berti e Danesi al centro, Egonu e Guerra schiacciatrici e Spirito nel ruolo di libero. Dall’altra parte, ancora indisponibile Arrighetti, le centrali sono Adams e Barazza; Glass in regia in diagonale con Ortolani, Easy e Robinson in posto 4 e De Gennaro libero.
In avvio di gara due ace di Adams fanno scappare Conegliano sul 4-1, ma il Club Italia recupera subito con due punti di Berti: 4-4. Si procede in sostanziale parità (7-5) e il servizio di Orro, coadiuvata da Zanette ed Egonu, regala alle azzurre il primo vantaggio della partita sul 9-11. Il testa a testa continua (12-13, 17-18) fino a quando il servizio di Danesi non propizia il 18-20 siglato da Berti. Mazzanti ferma il gioco e manda in campo Nicoletti, che sigla l’ace del 22-21; Lucchi si gioca i due time out, ma al rientro in campo altre due battute vincenti dell’ex azzurra valgono il 24-21 e un’invasione di Berti mette subito fine al set.
Nel secondo parziale una scatenata Ortolani continua a far volare Conegliano, siglando i punti del 5-3 e del 7-4. Il servizio vincente di Paola Egonu riporta sotto le azzurre (8-7) ed è sempre la battuta nella numero 7 a completare la rimonta, con il muro vincente di Danesi per il 14-14. L’Imoco riprende subito un piccolo vantaggio con l’ace di Robinson (16-14) e si torna a lottare punto a punto; un errore di Ortolani vale il 19-19 ma ancora Robinson sigla il 21-19, convincendo Lucchi a fermare il gioco. Dopo il time out Ortolani porta le padrone di casa al più 3, poi un altro ace di Egonu accorcia le distanze (23-22) ma un’invasione a rete concede a Conegliano due chance per chiudere; Guerra annulla la prima, sulla seconda Adams sigla il 25-23.
Tre attacchi consecutivi di Easy permettono all’Imoco di portarsi sul 4-2 anche nel terzo set; le azzurre resistono con Egonu (6-4) e raggiungono la parità con Guerra sull’8-8, salvo essere punite da un altro ace di Robinson per il 10-8. Conegliano allunga ancora con la statunitense per il 13-10 e Barazza sigla il 15-11; Danesi è l’ultima ad arrendersi (18-15) e Piani, appena entrata, sigla il punto del 20-17. Gli equilibri però non cambiano e, dopo il 23-20 della solita Danesi, l’Imoco chiude la partita con un altro attacco di una Easy in crescendo.
I commenti:
Cristiano Lucchi: “Dobbiamo imparare a essere più concreti e cinici, abbiamo dei momenti di buio soprattutto nei finali di set e non sempre riusciamo a sopperire; forse ci penalizza un po’ di paura di vincere contro squadre così importanti. Ciò nonostante sono molto soddisfatto, era la prima volta che affrontavamo una squadra con un gioco così veloce e ci siamo comportati molto bene soprattutto in difesa. Molto buono anche l’approccio alla partita malgrado la giornata lunga e difficile, tra scuola e pullman. Peccato per la battuta che ha regalato troppo alle avversarie”.
Anastasia Guerra: “Credo che Conegliano stasera non abbia giocato una delle sue partite migliori e anche per noi si può dire lo stesso. In campo c’era un po’ di nervosismo che ha limitato il fattore agonistico, la nostra arma principale. Abbiamo comunque lottato fino in fondo e ci sono state alcune cose positive, ora riprendiamo a lavorare in vista di domenica. Per me è stata un’emozione unica giocare in questo palazzetto, praticamente a casa mia”.
Davide Mazzanti: “Innanzitutto complimenti al Club Italia, che è cresciuto tantissimo tecnicamente e tatticamente. Noi siamo incredibili perché distruggiamo costantemente quello che abbiamo costruito: anche stasera a mio avviso non abbiamo sfruttato un’occasione per costruire le nostre sicurezze. La vittoria è nata più che altro dalle individualità: non abbiamo espresso al meglio il nostro gioco né in attacco, né in difesa. Mi aspetto tutt’altra partita sabato a Modena, è ora di far valere la nostra legge anche fuori casa”.
Imoco Volley Conegliano-Club Italia 3-0 (25-21, 25-23, 25-20)
Imoco Volley Conegliano: Glass, Vasilantonaki ne, Bechis ne, Serena ne, Ortolani 15, Santini, Adams 8, Robinson 12, De Gennaro (L), Easy 9, Arrighetti ne, Nicoletti 3, De Bortoli (L), Barazza 7. All. Mazzanti.
Club Italia: Bonvicini, Malinov, Spirito (L), D’Odorico, Egonu 14, Orro 2, Piani 1, Danesi 10, Guerra 11, Botezat ne, Berti 5, Minervini (L), Zanette 4. All. Lucchi.
Arbitri: Satanassi e Boris.
Note: Spettatori 3025. Conegliano: battute vincenti 9, battute sbagliate 12, attacco 44%, ricezione 70%-35%, muri 2, errori 19. Club Italia: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, attacco 43%, ricezione 45%-26%, muri 5, errori 21.
Per le foto si ringrazia l’ufficio stampa Imoco Volley Conegliano.