#CoppaItaliaA1, Casalmaggiore non cade nella “trappola” Scandicci

Le rosa di Barbolini conquistano il pass per la F4 che si giocherà a Ravenna.

Pomì Casalmaggiore – Savino Del Bene Scandicci: 3-1 (25-18, 18-25, 25-22, 25-19)

Casalmaggiore: Bacchi ne, Lloyd 1, Sirressi (L), Cecchetto ne, Ferrara ne, Gibbemeyer 9, Cambi, Piccinini 6, Olivotto ne, Kozuch 19, Stevanovic 17, Tirozzi 14, Matuszkova ne. Allenatore Barbolini, vice Bolzoni.
Scandicci: Arias 2, Stufi 8, Alberti 3, Loda 12, Fiorin 7, Pietersen 5, Merlo (L), Scacchetti ne, Giampietri ne, Nikolova 25, Ikic, Rondon 5. Allenatore Bellano, vice Azzini.
Durata set: 23’, 25’, 29’, 26’.
Muri-punto: Pomì 10, Savino 14.
Ace: Pomì 2, Savino 1.
Mvp: Tirozzi.
Arbitri: Vagni – Simbari.
Spettatori: 1933.

_DSC9542Mercoledì 17 febbraio, PalaRadi di Cremona. Quarti di finale della 38° Coppa Italia di volley femminile: Pomì Casalmaggiore sconfigge Savino Del Bene Scandicci 3-1, ed approda alla FinalFour. Sabato 19 marzo le rosa se la vedranno al PalaDeAndrè di Ravenna con Foppapedretti Bergamo, che ha sconfitto 0-3 a domicilio il Novara campione uscente. “Tutti a Ravenna” canta il pubblico, che per l’occasione ha proposto nuove coreografie ad inizio e nel corso del match. Pomì deve forse ancora ritrovare lo smalto di qualche settimana fa; ma intanto era importante recuperare serenità e convinzione nei propri mezzi, con una bella prestazione contro una squadra estremamente quadrata e combattiva.

La cronaca. Pomì con Piccinini in sestetto, sulla via del pieno recupero dall’infortunio alla spalla. Per lei un’ottima prestazione in ricezione, mentre i suoi attacchi sono forse ancora troppo leggeri. Il tifo rosa riscalda il PalaRadi. E’ di Gibbemeyer il punto dell’1-0. Casalmaggiore aggredisce il match, l’atteggiamento non è quello remissivo di Novara. Ritmi lenti, ma Piccinini difende splendidamente su Stufi: subito 4-0, e coach Bellano chiama il primo time-out. Scandicci si aggrappa a Nikolova, ma non riesce più a recuperare il break. Kozuch dalla seconda linea mette a terra il punto del 25-18.
Scandicci non è però doma, e parte forte nel secondo set: 2-6, e poi 7-12 su un’astuzia della “cremonese” Rondon. Coach Barbolini chiama time-out sul 7-14. “Noi ci crediamo”, canta il pubblico rosa. Pomì si aggiudica due scambi lunghi: 12-16. La voglia di soffrire c’è, ma le toscane giocano meglio: 16-22, il set è virtualmente sfumato.
Il terzo set parte all’insegna dell’equilibrio. Muro e battuta Pomì sono però più efficaci rispetto al precedente parziale: 5-2 su ace di Kozuch. Ace di Fiorin con l’aiuto del nastro: 7-7. Stufi mura, ed è il sorpasso: 7-8. E’ di Kozuch il 10-9; Piccinini dalla seconda linea mette giù l’11-10. A segno anche Tirozzi: quando l’attacco rosa funziona, Scandicci è sulle ginocchia. Qualche contestata decisione arbitrale premia le padrone di casa; ma i fondamentali funzionano e Pomì prende comunque il largo per meriti propri: schiaccia Tirozzi, ed è 16-12. Bellano chiede una pausa, e le bianche riordinano le idee: 16-15, con Nikolova in evidenza. Kozuch picchia dalla seconda, Stufi replica in veloce: 20 pari. Il pubblico del PalaRadi soffre. Nikolova pesta la riga: è 22-20 per Casalmaggiore; ma Scandicci è comunque meno fallosa, e si riporta sul 22 pari. Due battute insidiose di Cambi e due muri di Stevanovic per il 25-22.
E’ sempre il muro rosa a mettere la sua impronta ad inizio quarto set: 4-1. La partita diventa più bella, Casalmaggiore e pubblico ritrovano la carica: 12-6. Savino Del Bene non ci sta: dentro Arias, ed è 12-9. Le compagne incoraggiano Lloyd, un po’ abbacchiata dopo qualche palleggio impreciso: e l’americana serve bene Stevanovic per il 17-13 e Gibbemeyer per il 21-17. Kozuch cannoneggia in battuta e dalla seconda, ed è fatta; il punto decisivo è un mani-fuori di Stevanovic: 25-19, e Casalmaggiore conquista la prima F4 di Coppa Italia della sua storia.

I commenti. Barbolini: “Una bella partita, che non era per niente facile portare a casa. Scandicci ha difeso benissimo. Considero la conquista della finale una grossa impresa, di cui essere contenti, frutto di una bella prestazione stasera e dei risultati ottenuti nella regular season”. Gibbemeyer: “Siamo andate troppo spesso al tie-break, e così stasera nel secondo set abbiamo preso un po’ di paura. Siamo riuscite invece a cambiare mentalità e ritmo, e a chiudere prima la partita”. Kozuch: “Abbiamo commesso degli errori, ma anche saputo rimediare; e lo considero il risultato principale di stasera”. Merlo: “Abbiamo saputo sfruttare al meglio i momenti di difficoltà di Casalmaggiore. Abbiamo però commesso anche qualche errore di troppo; e si sa che alla Pomì non si può purtroppo concedere nulla”.

Note. Differita televisiva del match giovedì 18 febbraio alle ore 21 su Studio1 (canale 80 del digitale terrestre) e Cremona1 (canale 211). Venerdì 19 febbraio, alle 17 al palasport Baslenga di Casalmaggiore (ingresso libero), amichevole di lusso con Volero Zurich, squadra che disputa i playoff della CEV Champions League.