#CoppaItaliaA1: Montichiari espugna il Palaverde e scrive la storia

 

IMOCO CONEGLIANO – METALLEGHE SANITARS: 2– 3 (17-25; 15-25; 25-18; 25-21; 19-21)

Montichiari gioca due set praticamente perfetti con 5 errori in tutto, difesa impenetrabile e compatta, attacco da cecchino e Conegliano resta impietrita. La reazione delle pantere arriva nel terzo set: il match si riaccende e Imoco pareggia i conti. Dalia e comapgne ribaltano il tie break quando sembra segnato (13-9), annullano due palle match e chiudono 21-19 un match incredibile.

DSC_7722Gioli: “E’ tutto meritato questo successo, insperato magari, ma meritato”.

Barbieri: “Non siamo mai calati di testa, ci eravamo detti di essere spietati e coraggiosi; lo abbiamo fatto per tutti i 5 set e anche quando loro sono tornate, il gruppo ha tenuto. E’ una grande soddisfazione per le ragazze che vedono i risultati del lavoro duro che hanno fatto sinora”.

Starting six gialloblù con Glass incrociata ad Ortolani, Arrighetti e Adams al centro, Robinson e Easy in banda e De Gennaro libero. Barbieri parte cono Dalia e Tomsia, Brinker e Barcellini, Gioli e Sobolska, con Carocci libero.

Il PalaVerde accompagna ogni scambio, ma Montichiari inizia bene, con un break di 5-0 che le permette di recuperare da 2-5 e di mettersi davanti a Conegliano fino a 20-15. Mazzanti cambia tutte quel che può, ma Montichiari è cinica e chiude 25-17, con 10 punti e un muro di Tomsia.

Si riparte con una determinazione che tramortisce il Palaverde: 7-2 con Gioli protagonista in prima linea e tutte le sue compagne impeccabili a trascinare. Mazzanti toglie Adams per Crisanti, ma in un attimo con i muri di Tomsia e Sobolska si arriva 12-5 e 17-11. Solo Robinson mantiene efficacia per le sue, ma la difesa di Montichiari non è mai stata così compatta. Mingardi si permette un ace e Barcellini sigla il 25-15 che porta al terzo set. Imoco tradisce qualche insicurezza, ma Ortolani trascina le sue 9-5; il muro biancorosso fa di nuovo la differenza e Sobolska e Tomsia avvicinano 8-9. Zamapta delle pantere che allungano 18-14 difendendo con i denti;  Easy e Ortolani conquistano il set 25-18, con 5 errori in battuta di Montichiari. Le padrone di casa spingono sull’acceleratore e le biancorosse sentono la pressione del miracolo.. recuperano un break iniziale e pareggiano a 11, si portano in vantaggio e poi è un’altalena di emozioni: a Montichiari manca solo il guizzo di cinismo per chiudere un paio di palle, ma Conegliano approfitta e recupera lo svantaggio che sembrava incolmabile e la partita si decide al tie break. Easy show e le pantere scappano via 11-7; reazione di Montichiari che rincorre dal 9-13 e aggancia, annulla due match ball e se ne procura tanti, con Lualdi in campo per un buon turno di battuta e qualche ottimo tocco a muro. Si va palla su palla, fino all’errore di Easy che consegna il 21-19 e il traguardo incredibile dei Quarti di Coppa a Montichiari. Ora ci sarà Piacenza, ma il sogno è già realizzato!

 

Tabellino:

Imoco: Glass 4, Ortolani 13, Robinson 16, Easy 26, Adams 12, Arrighetti 7, De Gennaro (L), Vasilantonaki ne, Serena, Santini, Crisanti, Nicoletti 2, De Bortoli ne, Barazza. All. Mazzanti.

Metalleghe Sanitars: Dalia  2, Tomsia 32, Brinker 11, Barcellini 14, Gioli 11, Sobolska 7, Carocci (L) Lualdi, Mingardi 1, Zecchin ne, Lombardo . All. Barbieri.

 

Conegliano: 80 punti; 10  muri; 32 errori; 16 bs; 1 ace.

Montichiari: 78 punti; 4  muri; 21 errori;  10 bs; 2 ace.

Durata set: 21’ 25’ 23’ 27’ 27’. Arbitri: Daniele Zucca e Gianluca Cappello