Crovegli Reggio Emilia, primo blitz esterno

Crovegli, che impresa! Il primo blitz esterno dell’anno è un capolavoro
Giallorosse corsare a Vicenza, è questa la strada giusta verso la salvezza. Sorpasso a Sala Consilina e aggancio a Gricignano

Obiettivo Risarcimento Vicenza-Crovegli Reggio Emilia 1-3 (20-25, 25-21, 20-25, 22-25)
Obiettivo Risarcimento Vicenza: Pastorello 12, Peretto 5, Sestini 11, Lanzini (L), Milocco 17, Andreeva 9, Baggi 10, Ghisellini 1, Fiori, Fronza 4, Cialfi. All. Rossetto
Crovegli Reggio Emilia: Belfiore 11, Giorgi (L), Vujko, Cirilli 11, Gennari (2° L) ne, Bussoli, Losi ne, Lancellotti 2, Catena 12, Assirelli 10, Polak 10, Soraia Dos Santos 17. All. Baraldi
Arbitri: De Sensi e Sessolo
Durata set: 25′, 29′, 28′, 28′. Tot. 1h50′
Note Vicenza: ace 5, service error 10, muri 14, ricezione 55%, attacco 32%.
Note Crovegli: ace 4, service error 6, muri 6, ricezione 56%, attacco 39%.

“Dev’essere la gara della svolta, è il momento buono”.
Così recitava Flavia Assirelli alla vigilia del match di Vicenza, e così è stato.
La Crovegli firma la sua seconda vittoria consecutiva, la prima esterna in tutto il campionato, passando 3-1 sul campo dell’Obiettivo Risarcimento Vicenza.
Una vittoria bellissima, voluta come una squadra che questa salvezza la vuole ottenere a tutti i costi.
Bravissime tutte, a prendersi 3 punti che valgono il sorpasso su Sala Consilina (ora è +2 sull’ultimo posto) e l’aggancio al penultimo posto di Gricignano.
Mancano ancora sei battaglie, ma è questa la strada giusta verso la salvezza.

LA PARTITA

C’è la prima da titolare per Patrycja Polak, che fa coppia in posto 4 con Michela Catena (febbricitante), mentre Cirilli non è al meglio dopo il problema alla coscia destra accusato prima della sosta.
Lancellotti-Soraia Dos Santos la diagonale palleggiatore-opposto, Belfiore e Assirelli le due centrali e Giorgi libero.
Rossetto conferma Pastorello al centro con Sestini (fuori Fronza), con Ghisellini-Andreeva, Baggi-Milocco e Lanzini libero.
E’ una Crovegli concentrata e aggressiva, sin dal primo pallone.
Il 3-0 iniziale è già un segnale, con la vicentina Assirelli che torna a casa da gran protagonista e lancia assieme alla stessa Polak subito un parziale importante.
Le giallorosse infatti scappano sino al 5-10 costringendo Rossetto al primo time out, prima del contro-parziale vicentino con Milocco ai 9 metri che significa 9-10 e tempo per Baraldi.
Arriva anche l’aggancio sul 12-12, ma la Crovegli del primo set è quasi perfetta.
Giorgi e il suo lavoro in seconda linea, là davanti ci pensano Catena, Belfiore e il gran finale di Soraia.
E’ 20-25 col mani out di Polak a sigillare l’1-0 giallorosso.

SECONDO SET

Cambia la musica in un secondo set dove la Crovegli non riesce a tenere il livello di gioco visto in precedenza.
Si soffre a partire dalla ricezione, per questo sul 9-6 coach Baraldi si gioca la carta Cirilli per Polak, ma Vicenza va via con Baggi e Sestini sino al +4 dello stop tecnico.
E’ un set a senso unico sino al 19-10, poi la Crovegli si riaccende.
Lo fa con una Belfiore da 8/9 in attacco e con tanto orgoglio di chi sa che al Pala Campagnola ci si gioca una fetta importante di salvezza.
La Baraldi’s band torna sino al -3 sul 23-20, ma non basta. L’Obiettivo Risarcimento impatta: 25-21.

TERZO SET

Baraldi ripropone Polak in sestetto per il terzo set, dopo un avvio in salita (6-3 Vicenza), è proprio la schiacciatrice di Ilawa a ridare un vantaggio alla Crovegli dopo tanto tempo.
Patrycja firma sorpasso e allungo sull’8-10, dopo che Rossetto ha già inserito Peretto per Andreeva.
Quando la Crovegli sembra poter allungare, il muro di Sestini su Polak è una bella botta: dal possibile 11-13 giallorosso si va al 15-13 Vicenza, ma la Crovegli c’è ancora.
Si prosegue in equilibrio sino al 19 pari, quando Cirilli si scatena con tre attacchi e un gran muro su Peretto, girando l’inerzia di un parziale verità: 19-23.
Con Sala Consilina già caduta a Montichiari, la vittoria del 3° set (20-25) significa aggancio alle campane.

QUARTO SET

Delio Rossetto cambia tutto, o quasi.
Diagonale nuova di zecca con Cialfi-Peretto e Fronza al centro.
Per la Crovegli c’è ovviamente Cirilli confermata in diagonale a Catena, ma si insegue sin dall’inizio, come nel 2° set.
Questa volta però si finisce sotto solo di 3 (12-9), e la rimonta giallorossa arriva fulminea.
Soraia per la parità sul 13, Assirelli con gran muro su Baggi e la Crovegli mette la freccia sul 15-16.
Poi il break, decisivo: capitan Belfiore va in battuta e trova due aces che mandano Vicenza in crisi: 15-19.
E’ quasi fatta per il primo successo esterno, Soraia dà un’altra spallata per il +5, ma Vicenza non molla.
Un gran muro di Milocco sulla brasiliana riporta le venete al -2 (21-23), ma è Wonder Woman Cirilli a chiudere i conti.
Lancellotti va dall’italo-argentina per i due palloni della staffa, è 22-25 e grande festa, che si potrà rivivere in tv mercoledì sera alle ore 22.30 su Raisport 2.
Ora la rincorsa salvezza è un pò più in discesa.