Europei Femminili: l’Italia supera la Croazia

Domani ai quarti c’è la Russia

ITALIA – CROAZIA 3-0 (25-22, 25-22, 25-20)

ITALIA: Lo Bianco 2, C. Bosetti 9, Guiggi 12, Diouf 20, Del Core, Chirichella 8. Libero: De Gennaro. L. Bosetti 8. N.e: Sorokaite, Malinov, Arrighetti, Tirozzi, Sansonna e Centoni. All. Bonitta

CROAZIA: Usic 10, Barun 10, Topic 11, Poljak 12, Grbac 2, Milos 2. Libero: Bozicevic. Fabris 3, Brcic, Cutuk. N.e: Burazer, Klaric. All. Vercesi

Arbitri: Blyaert (Bel) e Huhtaniska (Fin)

Spettatori: 500. Durata Set: 29’, 30’, 29’.

Italia: 3 bs, 4 a, 14 m, 13 et.

Croazia: 5 bs, 3 a, 10 m, 17 et.

chirichellaRotterdam. Con una prova di carattere la nazionale italiana femminile ha superato 3-0 (25-22, 25-22, 25-20) la Croazia, accedendo ai quarti di finale dei Campionati Europei femminili 2015. Nella gara che vale l’accesso in semifinale le ragazze di Bonitta domani (ore 17) affronteranno le campionesse in carica della Russia (diretta dalle ore 16.50 su Rai Sport 1 HD).

L’Italia ha raggiunto questo obiettivo al termine di una partita non semplice come da previsioni, ma che l’ha vista quasi sempre al comando. Lo Bianco e compagne con pazienza e tenacia hanno saputo dimostrarsi fredde momenti chiave ed hanno usato soprattutto la testa quando non sono riuscite a chiudere l’azione al primo colpo.

Miglior marcatrice della gara è stata Valentina Diouf con 20 punti, buone anche le prove di Martina Guiggi (12 punti con 6 muri) e Cristina Chirichella (8 punti e 5 muri). A partita in corso convincente l’ingresso di Lucia Bosetti autrice di 8 punti.

Rispetto ai match precedenti il ct italiano ha schierato in partenza Caterina Bosetti al posto di Lucia, confermando Lo Bianco in palleggio, opposto Diouf, in banda Del Core, centrali Guiggi e Chirichella, libero De Gennaro.

Combattuto l’avvio del match, con entrambe le squadre che non sono riuscite ad avere buone percentuali in attacco e hanno dato vita ad azioni lunghe, caratterizzate da molte difese. Dopo una fase a favore della Crozia l’Italia, con in campo Lucia Bosetti per Del Core, è stata trascinata da Diouf, artefice di una gran serie di attacchi che hanno lanciato la fuga azzurra. Innescato alla perfezione da Lo Bianco, l’opposto italiano, 10 punti nella frazione, è stato ben affiancato dalle centrali Guiggi-Chirichella (5 muri in coppia) e così la nazionale tricolore si è imposta (25-22).

Nel secondo set Bonitta ha riproposto Lucia Bosetti dall’inizio e proprio la schiacciatrice lombarda ha firmato con il suo servizio il primo allungo italiano. La Croazia ha accusato diverse difficoltà in ricezione, ma è riuscita a tenersi sempre a contatto delle azzurre. Nel finale un’ottima Guiggi (100% in attacco) è salita in cattedra ed ha permesso alla nazionale tricolore di chiudere (25-22).

Simile il copione nel terzo parziale che ha visto sempre l’Italia in testa e le avversarie all’inseguimento. L’equilibrio è durato fino al 19 pari, momento in cui gli attacchi di Lucia Bosetti e i muri di Chirichella-Guiggi hanno fatto la differenza, regalando l’importantissima vittoria alle azzurre (25-20).

BONITTA: “Stasera mi è piaciuta molto la squadra, soprattutto per come ha saputo gestire la pressione. Sapevamo di essere favoriti e siamo entrati in campo con il giusto atteggiamento, determinati a chiudere la gara 3-0. In ogni finale di set siamo sempre arrivati a contatto con le nostre avversarie, ma con calma e sangue freddo abbiamo scavato ogni volta il break decisivo che ci ha permesso di vincere la gara. Penso che la determinazione abbiamo fatto stasera la differenza, le ragazze avevano la giusta tensione emotiva, anche perché reagire al 3-0 subito contro l’Olanda non era affatto semplice. domani contro la Russia sarà durissima e per metterle in difficoltà dovremo battere meglio e sfruttare qualche occasione in più su palla alta. Avremo un vantaggio, però, e sarà quello di scendere in campo non avendo niente da perdere, ma con la consapevolezza che giocando bene ce la possiamo fare.”

DIOUF
: “Sono contentissima sia della mia prestazione che di quella di tutta la squadra, questa è stata una vittoria voluta fortemente da tutto il gruppo. In questo momento mi sento molto bene, la condizione sta crescendo sempre di più e voglio continuare su questa strada. La Croazia non era una squadra affatto facile da affrontare, perché può contare su giocatrici di alto livello. Per tutta la partita hanno provato a metterci in difficoltà, ma noi non ci siamo fatte intimorire e con carattere abbiamo imposto il nostro ritmo. domani contro la Russia servirà una grande prestazione, tutte dovremo dare il cento per cento.”

LO BIANCO: “Sono davvero felice di questo successo, perché non mi andava assolutamente di finire con una brutta sconfitta questo Europeo. Siamo state brave a tenere sempre sotto di noi la Croazia, non dandole opportunità di prendere ritmo, penso che questa sia stata una delle chiavi principali della nostra vittoria. Prima della partita ho parlato con le mi compagne e ho detto di giocare più tranquille, senza fare drammi in caso di errori. Noi non siamo quella squadra così brutta vista contro l’Olanda e perciò dobbiamo stare serene e ritrovare le nostre convinzioni. Domani ci aspetta un avversario molto forte come la Russia, ma lo siamo anche noi e da adesso fino al fischio d’inizio ci concentreremo al meglio per affrontare al meglio questa sfida.”

GUIGGI: “oggi sapevamo che era una di quelle gare da dentro o fuori e per questo abbiamo dato il massimo, mettendoci tutto soprattutto a livello di energia e grinta. Dovevamo svegliarci e ci siamo riuscite. Dopo il ko contro l’Olanda l’imperativo era lottare sino alla fine per non abbandonare questa competizione e penso che miglior risposta non ci potesse essere. Domani sarà sicuramente un’altra battaglia: bisognerà metterci assolutamente la stessa energia e continuità nel gioco che abbiamo fatto vedere stasera.”

PALINSESTO TV – Domani quarti di finale Italia – Russia (ore 16.50 diretta Rai Sport 1 HD).

RISULTATI PLAY OFF (30 settembre): gara 25 (Rotterdam): Italia – Croazia 3-0 (25-22, 25-22, 25-20); gara 26 (Anversa): Belgio – Rep. Ceca 3-1 (25-12, 23-25, 25-21, 25-9); gara 27 (Rotterdam): Bielorussia – Polonia 2-3(17-25, 13-25, 25-20, 25-22, 12-15); gara 28 (Anversa): Germania – Ungheria 3-0 (25-18, 25-17, 25-14).

CALENDARIO QUARTI DI FINALE (1 ottobre): (Gara 29, Rotterdam): Olanda – Polonia (ore 20); (Gara 30, Anversa): Turchia – Germania; (Gara 31, Rotterdam): Russia – Italia (ore 16.50 diretta Rai Sport 1 HD); (Gara 32, Anversa): Serbia – Belgio

FASE FINALE – Nelle semifinali (Rotterdam, 3 ottobre) si affronteranno le formazione vincitrice della gara numero 29 contro quella della gara numero 30 e la vincitrice della gara 31 contro quella della gara 32. Il 4 ottobre sempre a Rotterdam sono in programma gli incontri che assegneranno le medaglie: ore 14 finale 3-4 posto, ore 17 finale 1-2 posto.