IGOR, MARATONA VINCENTE A SCANDICCI

IGOR, MARATONA VINCENTE A SCANDICCI: SESTO CENTRO DELLE AZZURRE

 

Vittoria di cuore e di personalità della Igor Volley di Luciano Pedullà, che espugna Scandicci dopo oltre due ore e mezza di battaglia serrata, chiusa all’ultimo respiro dal break decisivo delle azzurre nel tie-break. Igor che, ancora alle prese con i guai di Bosetti (disponibile ma solo per il giro dietro), perde in corso d’opera anche Aury Cruz per un guaio al mignolo ma nonostante tutto riesce, alla fine, a trovare il sesto successo in campionato su otto uscite, rimanendo in vetta alla graduatoria, pari merito con Conegliano, in attesa del posticipo di domani tra Casalmaggiore e Bolzano.

Bellano schiera la sua formazione con Nikolova opposta a Rondon, Stufi e Toksoy al centro, Pietersen e Loda in banda e Merlo libero; Pedullà risponde con Fabris opposta a Signorile, Chirichella (al rientro) e Guiggi al centro, Cruz e Rousseaux in banda e Sansonna libero.

Il primo set è un vero e proprio assolo azzurro, a partire dal primo break che permette alla Igor di doppiare le avversarie sul 4-8 (Rousseaux a muro) e poi sul 5-10 e di passare avanti 7-12 al timeout tecnico. Cruz allunga con l’ace del 9-16, Bellano usa entrambi i timeout ma Novara non si ferma e scappa via con Rousseaux che prima avvicina il traguardo in diagonale (11-23) e poi firma l’ace del 12-25.

Bellano riparte con Alberti al centro (subentrata nel set precedente), Scandicci cresce in battuta e Novara va in difficoltà, lasciando l’inerzia del set (5-3 con il muro di Stufi, poi 9-7 con Rondon) alle padrone di casa, che scappano con Nikolova sul 12-8 al timeout tecnico. Pedullà prova a fermare il gioco ma sul 19-13 perde anche Cruz; l’ultimo acuto è di Rousseaux (23-17), poi Nikolova fa 25-17 a rete.

Pedullà riparte con Malesevic in banda e la serba trascina le azzurre in avvio (2-5) prima del turno in battuta di Nikolova che propizia il 6-6 (Pietersen) e innesca il punto a punto rotto sul 12-10 da un’invasione di Chirichella. Fabris impatta, Guiggi mura Pietersen e Nikolova (13-15) ma dopo il timeout di Scandicci sono due muri di Stufi e due punti di Loda a invertire il trend sul 20-17. Fabris e Rousseaux, scatenate, ricuciono lo strappo (20-20) ma una nuova doppietta di Loda (23-21) vale il break decisivo che porta poi le squadre al 25-23 sull’attacco di Pietersen.

La reazione azzurra è veemente: Guiggi in battuta fa il vuoto e indirizza subito il quarto set sullo 0-6 grazie anche a un muro e a una fast di Chirichella e a due grandi difese di Sansonna. Loda prova a rientrare (6-9) poi Malesevic e un errore in battuta fanno 7-12 al timeout tecnico mentre Toksoy torna in campo al posto di Alberti. Scandicci rientra a sorpresa fino al 13-14 mentre Pedullà cambia diagonale e sull’asse Bosio-Wawrzyniak le azzurre scappano di nuovo 14-18 (Rousseaux), prima del rientro in campo di Signorile e Fabris. Proprio la croata firma il 16-20, poi Guiggi conquista il set ball sul 17-24 e il fallo di Toksoy vale il 19-25 finale.

Il tie-break è teso e spettacolare: Pietersen prova subito la fuga (3-1) ma Fabris le risponde (3-3) prima di un nuovo brivido per le azzurre, quando sul 6-6 Guiggi cade male sulla caviglia destra dopo aver messo a terra la fast del pareggio. Dentro Bonifacio, Novara si porta avanti 7-8 al cambio campo e sull’11-11 firmato da Fabris il capitano azzurro stringe i denti e torna in campo. Ancora Fabris sorpassa con l’ace del 12-13 e dopo il timeout di Scandicci Malesevic scherza col muro toscano trovando il match ball (13-14). A chiudere i giochi ci pensa Nikolova, che spara out e regala il successo alle azzurre di Pedullà.

Azzurre che rientreranno a Novara già in nottata e, dopo un meritato giorno di riposo, torneranno in palestra già venerdì per preparare al meglio il “derby” in programma domenica al Pala Igor Gorgonzola contro Busto Arsizio.

Scandicci – Igor Volley Novara 2-3 (12-25, 25-17, 25-23, 19-25, 13-15)
Scandicci: Stufi 9, Alberti 2, Loda 20, Lotti, Fiorin, Pietersen 25, Merlo (L), Toksoy, Scacchetti, Giampietri ne, Nikolova 13,  Rondon 5. All. Bellano.
Igor Volley: Rousseaux 20, Bruno (L) ne, Wawrzyniak, Malesevic 10, Guiggi 14, Cruz 2, Bonifacio, Chirichella 11, Sansonna (L), Signorile 1, Bosetti, Bosio, Fabris 25. All. Pedullà.