IGOR Novara, altro tie break, altra vittoria

UYBA-IGOR_0832Ottimo bis per la Igor Volley, che dopo la maratona vincente di Busto Arsizio ottiene un altro successo al cardiopalma nel big match del Pala Igor contro la Foppapedretti Bergamo delle ex Cardullo e Barun. Un match, anche in questo caso, di grande carattere per le azzurre, capaci di reagire alla sconfitta nel primo set e di chiudere con una rimonta da urlo (da 20-24 a 28-26) nel terzo set, prima di chiudere la contesa con un tie-break impeccabile. Splendide protagoniste del match Nicole Fawcett (top scorer dell’incontro coi suoi 25 punti) e Cristina Chirichella (per lei, premiata con merito Mvp Bpn del match, altra prova “monstre” dopo quella di Busto con 20 punti all’attivo di cui ben 4 muri vincenti), incisiva anche la prova in seconda linea di Eleonora Bruno, impeccabile nei momenti decisivi.

Fenoglio sceglie in partenza Fabris opposta a Signorile, Guiggi e Chirichella al centro, Fawcett e Cruz in banda e Bruno libero; ospiti con l’ex Barun opposta a Lo Bianco, Aelbrecht e Paggi al centro, Gennari e Sylla in banda e Cardullo libero.

Partono meglio le ospiti, subito avanti con Sylla e Paggi (muro su Fabris), prima che Chirichella e Fawcett invertano l’inerzia portando le azzurre avanti al timeout tecnico (12-11). L’ace di Fabris illude le azzurre (13-11), Aelbrecht e Sylla scappano 15-17 e dopo il timeout di Fenoglio l’errore di Cruz vale il 15-19 mentre il tecnico piemontese inserisce Malesevic e Bosetti. Non cambia però il “trend”, con Paggi che avvicina il traguardo a muro (16-22) e Gennari che chiude i conti “stoppando” Malesevic, poco dopo, sul 16-25.
Fenoglio cambia assetto spostando Fawcett opposta e confermando Malesevic con Cruz in banda e Novara parte forte con il muro di Signorile su Gennari (5-2) e dopo il timeout di Lavarini, prosegue la cora la Igor con Chirichella (7-4, maniout) mentre un problema alla mano sinistra costringe Sylla a uscire in luogo di Plak. Ancora Chirichella “battezza” l’olandese con gran muro (9-5), Fawcett firma il 128 al timeout tecnico e poco dopo Malesevic allunga in diagonale (14-9). Ancora la serba (19-13) mentre Sylla stringe i denti e rientra; non rientra, invece, la Foppa: Fawcett mura Gennari (21-14), poi inchioda la pipe (23-18) e dopo l’ace di Cruz è un errore in battuta di Gennari a chiudere il set 25-19.

Brutto approccio delle azzurre al terzo set e ne approfitta Sylla, che firma quattro punti in avvio per lo 0-5 ospite, mentre Fenoglio si affida a Bosetti e la schiacciatrice italiana entra bene in partita, con due punti che valgono il 3-6. Aelbrecht colpisce l’astina (8-10), Chirichella ne fa tre in pochi scambi e Novara sorpassa 12-11, innescando il punto a punto rotto dalle ospiti sul 17-19. Fenoglio ferma il gioco ma Bergamo riprende la corsa e arriva addirittura 20-24 con l’errore in servizio di Fabris, appena entrata. Nel momento più difficile, però, Novara compie una rimonta clamorosa: Malesevic mura Barun (23-24), Fawcett impatta (24-24), un errore di Plak (subentrata per alcuni scambi a Barun) vale il 26-25 e dopo l’attacco di Aelbrecht (26-26) l’uno-due di Malesevic (diagonale e pallonetto) chiude i conti sul 28-26.

Bergamo riparte da Plak per Barun, Fawcett e Paggi duellano (2-3) prima dello spunto dell’americana che propizia il 7-5 prima del contro-break orobico con l’ace di Plak (8-9) mentre Sylla manda le squadre al timeout tecnico sull’11-12. L’olandese trova ancora l’ace del 15-17, Fenoglio ferma il gioco ma le ospiti allungano con gli errori di Malesevic e Fawcett (18-22). Gennari conquista il set ball a muro, Novara ne annulla due prima della parallela della stessa Gennari che vale il 22-25.

Fenoglio rilancia Cruz per Bosetti ma sono Chirichella, in fast, e Malesevic, con un tocco furbo in palleggio, a firmare il 4-2 cui replica Gennari a muro (4-4) in avvio di tie-break. Cruz in diagonale manda le squadre al cambio campo con Novara avanti di misura (8-7), Malesevic chiude di potenza uno scambio infinito e spettacolare (11-8) e dopo il timeout di Lavarini Chirichella “stoppa” Sylla per il 12-8. Gennari rientra fino al 13-12, poi Chirichella la mura e regala il match point a Novara: chiude Cruz, al primo tentativo, con un maniout da manuale (15-12).

«Credo che abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti dopo la vittoria di sabato scorso a Busto Arsizio – spiega il tecnico azzurro Marco Fenoglio – e sono contento della risposta offerta in questi due incontri dalla squadra e dalle atlete. Vincere il terzo set è stato importante, peccato per non aver chiuso la partita nel quarto ma sono felice comunque anche di come è stato affrontato il tie-break».

«Dopo Scandicci – aggiunge il d.g. Enrico Marchioni – ci siamo detti che si iniziava un nuovo capitolo e credo che il fattore più positivo sia che, come a Busto, abbiamo giocato come una vera e propria squadra. Abbiamo lottato, reagito come si doveva nei momenti decisivi e anche da molte singole sono arrivate risposte importanti».

Per la Igor Volley il prossimo impegno sarà addirittura sabato 26 a Piacenza, per la sfida alle emiliane seconde in classifica. Nel prossimo weekend, infatti, il campionato di A1 sarà fermo per la disputa della Final Four di Coppa Italia.

Igor Volley Novara – Bergamo (16-25, 25-19, 28-26, 22-25, 15-12)
Igor Volley: Fawcett 25, Bruno (L) 1, Wawrzyniak ne, Malesevic 13, Guiggi 10, Cruz 4, Bonifacio, Chirichella 20, Signorile 2, Bosetti 4, Mabilo ne, Bosio ne, Fabris 4. All. Fenoglio.
Bergamo: Mori ne, Plak 12, Frigo ne, Gennari 10, Cardullo (L), Aelbrecht 10, Paggi 8, Barun 6, Lo Bianco 6, Durisic ne, Mambelli, Sylla 24. All. Lavarini.
MVP Bpn: Cristina Chirichella

Ufficio Stampa Agil Volley