IGOR Novara, esordio con vittoria contro Bolzano

igor3Si apre nel migliore dei modi, con un successo da tre punti, il campionato 2015-2016 della Igor Volley di Luciano Pedullà, che supera in trasferta Bolzano al termine di quattro set combattuti. Una partenza forte delle azzurre, che solo una volta avanti 0-2 subiscono per un set il ritorno delle avversarie, prima di chiudere la pratica nel quarto parziale trascinate dai 23 punti di Samanta Fabris, top scorer del match.

Bolzano in campo con Mari opposta a Brcic, Garzaro e Manzano al centro, Martinez e Ikic in banda e Paris (ex dell’incontro) libero; azzurre orfane di capitan Guiggi e schierate da Pedullà con Fabris opposta a Signorile, Chirichella e Bonifacio al centro, Cruz e Bosetti in banda e Sansonna libero.

Parte bene la Igor, che si porta subito 1-4 a muro, Bolzano impatta con il muro di Garzaro su Bosetti (5-5) e innesca un punto a punto rotto da Manzano e dall’errore di Fabris che valgono l’11-9 per le padrone di casa. Proprio la croata va in battuta e sorpassa (11-12, ace, poi 11-13 con il diagonale vincente) a ridosso del timeout tecnico, dando il via all’allungo azzurro siglato da Cruz (12-15) che costringe Bonafede al timeout. Martinez ricuce con l’aiuto del nastro (15-16) poi la Igor chiude il set con Cruz (16-20, gran muro) sugli scudi. Tocca a Chirichella conquistare il set ball sul 20-24, poi Bosetti chiude in diagonale 20-25.

Ripartono bene le azzurre, con Fabris che scappa 1-4 e Bolzano ferma subito il gioco. Al rientro, Cruz allunga in diagonale (3-7) e Mari annulla il gap con lo stesso colpo, siglando il 7-7 per un testa a testa prontamente rotto da Fabris e dall’ace di Cruz (7-10). Novara avanti al timeout tecnico (10-12) e poi ancora Fabris fa il vuoto in battuta (14-18) mentre Cruz in pipe (15-21) e in battuta (15-23, ace) avvicina il traguardo. Chiude il primo tempo vincente di Bonifacio dopo un bel muro su Ikic (18-25).

Spalle al muro, Bolzano forza in tutti i fondamentali e si porta in vantaggio 3-1 (ace di Martinez) e poi 8-4 (muro su Bosetti) nel terzo set, con Pedullà che chiama a rapporto le sue. Novara rientra lentamente fino al 13-11 (ace di Fabris) ma Bolzano non si ferma e allunga nuovamente con Martinez per il 19-15 con Pedullà che ferma ancora il gioco. Novara, però, non rientra più e Bolzano chiude il set 25-19 con il maniout di Mari.

Quarto set che si apre con Ikic protagonista (5-3) e Novara che, dopo le difficoltà iniziali, rientra con il muro di Cruz su Garzaro (7-7) e sorpassa poco dopo con Chirichella, a segno due volte per il 10-12 che porta le squadre al timeout tecnico. Le azzurre scappano fino al 10-15, mentre Bolzano ferma il gioco e riordina le idee, ricucendo lo strappo ancora con Ikic (ace) mentre Pedullà, sul 15-16, chiama a sua volta timeout. Due errori in attacco valgono il sorpasso delle padrone di casa (19-18), sul 20-20 Pedullà si gioca la carta Bosio (subito a segno a muro) in regia e sono Cruz (21-22, maniout) e Fabris (22-24, magia da seconda linea) a regalare il match ball alle azzurre: Ikic annulla il primo (23-24), poi Martinez manda out e chiude il match sul 23-25 per le azzurre.

BOLZANO – IGOR VOLLEY NOVARA 1-3 (20-25, 18-25, 25-19, 23-25)
Bolzano: Newsome, Paris (L), Garzaro 6, Martinez 11, Mari 18, Manzano 10, Bertolini ne, Boscoscuro (L) ne, Ikic 16, Lazic ne, Brcic 1, Veglia ne, Waldthaler ne. All. Bonafede.
Igor Volley: Rousseaux, Bruno (L), Wawrzyniak ne, Malesevic, Guiggi ne, Cruz 15, Bonifacio 6, Chirichella 12, Sansonna (L), Signorile 1, Bosetti 11, Bosio 1, Fabris 23. All. Pedullà.