IGOR, SCONFITTA AL TORNEO TERRE DEL CANAVESE

IGOR, SCONFITTA AL TORNEO TERRE DEL CANAVESE: VINCE BOLZANO 3-1
I COLORI AZZURRI PROTAGONISTI AGLI EUROPEI IN BELGIO E OLANDA

Prima sconfitta per la Igor Volley di Daniele Adami, cui non bastano i 22 punti di Magdalena Wawrzyniak (top scorer dell’incontro) per avere la meglio su un avversario, Bolzano, a differenza del team azzurro già praticamente al completo in vista della nuova stagione. Orfano ancora di ben sette atlete, Daniele Adami ha schierato per la prima volta Sara Bonifacio (che con l’occasione si è unita al gruppo dopo la splendida estate con le nazionali giovanili) al centro, in coppia con Noura Mabilo; il resto del sestetto di partenza è composto da Wawrzyniak opposta a Signorile, Rousseaux e Bartesaghi in banda e Bruno libero. Bolzano in campo, invece, con Mari opposta a Newsome, Garzaro e Manzano al centro, Ikic e Lazic in banda e l’ex azzurra Paris libero. Nel corso del match, tra le fila azzurre, spazio anche a Chiara Bosetti (diciassettenne sorella dell’altra azzurra, Caterina, attualmente impegnata agli Europei), autrice di 7 punti, e Bosio con Signorile tenuta a riposo precauzionale dopo il secondo parziale.

Intanto, l’azzurro della Igor Volley colora gli Europei in corso di svolgimento in Belgio e Olanda. L’Italia vince le prime due partite (entrambe per 3-1, contro Polonia e Slovenia) e se nel primo incontro la grande protagonista è stata la capitana azzurra Martina Guiggi, nella seconda partita a brillare è stata Cristina Chirichella (19 punti con 12 muri e il 100% in attacco); spazio anche per Caterina Bosetti, mentre rinvia ancora l’appuntamento con l’esordio europeo Stefania Sansonna. Doppio successo, in questo caso per 3-0, anche per la Serbia di Tijana Malesevic (9 punti nel primo incontro, contro la Germania di Luciano Pedullà, a riposo nel secondo successo sulla Repubblica Ceca), mentre il tecnico azzurro Luciano Pedullà, dopo la sconfitta all’esordio con la Serbia, si è rifatto nella seconda giornata con un 3-1 alla Romania; tonfo a sorpresa all’esordio per la Croazia di Samanta Fabris, grande protagonista nella rimonta vincente (3-2) della sua nazionale contro la Bulgaria con 11 punti e il 43% in attacco. Domani, nell’ultima giornata della prima fase, l’Italia si gioca il primo posto nel girone con l’Olanda (primo posto che vale l’accesso diretto ai quarti, mentre seconde e terze “spareggeranno” negli ottavi) reduce a sua volta da due successi pieni, mentre alla Serbia basterebbe un punto per garantirsi il primato nel proprio girone nell’abbordabile sfida con la Romania. Più arduo il compito della Croazia, che è costretta a vincere con la Russia per proseguire la propria avventura europea a meno che la Bielorussia non superi la Bulgaria: in questo caso, Croazia avanti anche con una sconfitta. Impegno “tosto” anche per la Germania di Luciano Pedullà, che contro la Repubblica Ceca si gioca il piazzamento al secondo o al terzo posto nel proprio girone.