IMOCO VOLLEY-CLUB ITALIA, SFIDA INEDITA AL PALAVERDE

IMOCO VOLLEY-CLUB ITALIA, SFIDA INEDITA AL PALAVERDE (mercoledì ore 20.30) PER L’INFRASETTIMANALE DELLA 9° GIORNATA
L’Imoco Volley torna in campo dopo la sconfitta di domenica a Novara, per una sfida infrasettimanale inedita con il Club Italia, team composto dalle giovani promettenti azzurrine allenate dal ct della nazionale Bonitta e da Cristiano Lucchi. Le ragazzine terribili, proiettate di diritto quest’anno nel massimo campionato, hanno fatto ricredere gli scettici con una prima parte di torneo onorevole e ora sono nel loro miglior momento, dopo due belle vittorie, 3-0 in trasferta a Bolzano e 3-2 in casa (giocano a Busto Arsizio) con Bergamo.
Per la sfida a Malinov e compagne, ancora senza Arrighetti, le Pantere di coach Mazzanti hanno ripreso oggi gli allenamenti dopo aver rimuginato sul ko di Novara, dove l’Imoco ha perso l’occasione di balzare in vetta alla classifica che ora vede in testa proprio le piemontesi assieme alla Pomì con 16 punti, tallonate proprio da Conegliano con 15. Il Club Italia è penultimo assieme a Bolzano con 6 punti.

MEDIA

Diretta video su LVF TV, webstreaming in abbonamento, è possibile acquistare anche la singola partita, consueta diretta radiofonica su Radio Conegliano (90.6 mhz e www.radioconegliano.it)

ARBITRI
Satanassi e Boris

BIGLIETTI

Biglietterie del Palaverde aperta dalle 19.00, disponibili biglietti per ogni ordine di posto.

BUS NAVETTA
Attivo il servizio bus navetta NPU da Conegliano, partenza alle 18.45 dal parcheggio interspar, rientro dopo il match. Info Paolo 3898321644

DICHIARAZIONI

Davide Mazzanti, allenatore dell’Imoco Volley

Domani non sarà una partita per niente facile, conosco bene le ragazze del Club Italia perchè le ho allenate quasi tutte in passato con la nazionale giovanile e so che hanno un gran talento, mi aspettavo potessero tenere il livello della A1 ed ora hanno anche tanto entusiasmo dopo gli ottimi risultati degli ultimi tempi. Sono pericolose perchè ovviamente giocano senza pressione e quindi possono rischiare tanto. In battuta sembrano una squadra maschile, hanno tre rotazioni di battute in salto da “duecento all’ora” che pochi possono permettersi, e in attacco hanno potenza e gente che colpisce la palla molto alta. Pertanto massima concentrazione, sarà una partita da interpretare bene senza distrazinni.
Come avete assorbito la sconfitta di Novara? “Sono ancora molto arrabbiato, non è la prima volta che roviniamo con una brutta sconfitta tutto il lavoro delle due settimane precedenti. Ogni volta bisogna ripartire. Sembrava avessimo trovato la strada, invece ancora una volta fuori casa il nostro livello di gioco è sceso di molto. Abbiamo concesso i tre punti a Novara pur con le nostre avversarie che non hanno rischiato molto e hanno giocato solo una buona partita tatticamente, è questo che mi fa arrabbiare. In altre sconfitte le avversarie avevano rischiato ed era andata bene a loro, qui invece i demeriti nostri prevalgono. Battuta e ricezione devono migliorare, così come quando abbiamo problemi la correlazione muro-difesa non funziona bene. Continueremo a lavorare su questo e spero già da domani di vedere una reazione in tal senso.”