Imoco Volley Conegliano: mercoledì a Modena

MERCOLEDì IMOCO VOLLEY ANCORA ON THE ROAD: SFIDA A MODENA, IN PALIO IL SECONDO POSTO

Dopo il bel successo di Urbino, Imoco Volley ancora on the road nel turno infrasettimanale di dopodomani, mercoledì 5 marzo, valido per la 16° di campionato A1, Master Group Sport Volley Cup. Si giocherà alle 20.30 al PalaPanini contro la Liu Jo Modena, una sfida molto importante visto che le due squadre sono vicinissime in classifica: Imoco seconda con 30punti, Liu Jo dopo la sconfitta di Novara al quarto posto con 28 punti, sopravanzata anche da Bergamo che è a 29.

CARLOTTA DAMINATO, LA MIA “PRIMA VOLTA”: e’ stata un bell’esordio dall’inizio quello di sabato a Urbino per Carlotta Daminato, chiamata a sostituire De Gennaro la 21enne libero, prodotto DOC visto che inizio’ l’attività nelle giovanili proprio a Conegliano, la sua città, ha infatti giocato una partita sicura e positiva nel successo 3-1 in terra marchigiana. Ecco le sensazioni della “prima volta” di Carlotta che si divide tra lo sport e lo studio all’università: “Il nostro allenatore, Marco Gaspari, mi ha detto che avrei giocato poco prima della partita, a quel punto ero emozionatissima, non mi si muovevano le gambe al pensiero di essere titolare in A1 con l’Imoco per la prima volta. Un’emozione pazzesca, ad inizio partita mi sentivo un po’ bloccata, poi mi sono sciolta anche con l’aiuto delle mie compagne e le cose hanno cominciato a funzionare.” Cos’hai pensato dopo la comprensibile emozione iniziale? “Che avevo una grande opportunità, l’occasione che aspettavo da tanto per mettermi alla prova al massimo livello. Devo dire che è arrivata al momento giusto perche’ nelle ultime amichevoli ero stata in campo per i problemi fisici di Moki (De Gennaro) e questo è stato fondamentale per abituarmi al ritmo-partita e per legarmi al resto della squadra. A questo proposito devo dire che le mie compagne sono state eccezionali perchè mi hanno aiutato molto, facendomi sentire a mio agio sabato in campo, come se la mia presenza in squadra fosse abituale, questo mi è servito e mi ha dato sicurezza. E poi ho fatto anche un regalo a mia mamma che venerdì ha festeggiato il compleanno ed era con il papa’ in tribuna a Urbino.” Come giudichi il tuo esordio? ” Sono soddisfatta, direi discreto, per essere stata la prima volta sono contenta. All’inizio ero un po’ con il freno a mano tirato, ma poi con il passare del tempo mi sono sentita bene in campo.” E adesso? “Adesso ho molta più fiducia in me stessa e so di poter stare in campo a questo livello. Ovviamente dovro’ continuare a lavorare e imparare, ma ho tutti i giorni i migliori esempi sotto gli occhi. L’importante sarà farsi trovare pronta quando la squadra avrà bisogno e allenarsi bene.
Mercoledì si va a Modena, sarà una sfida importante dove c’e’ anche da riscattare lo 0-3 casalingo subito all’andata al Palaverde, uno scontro diretto: “Sabato abbiamo vinto, ma senza brillare come gioco, potevamo fare meglio. L’importante è stato portare a casa i tre punti, ma mercoledì se vogliamo fare il bis a Modena dovremo esprimerci molto meglio. Se diamo il massimo possiamo battere chiunque, lo sappiamo, proprio per questo dovremo dare il massimo e giocare una grande partita. Sarebbe importantissimo portare a casa punti contro una diretta concorrente per le primissime posizioni.”

LA CENA E’ SERVITA!!
BECHIS, BARAZZA, CALLONI e CUOREDARENA OSPITI DEI RAGAZZI DI A.I.P.D.
  (FOTO)

Certamente i ragazzi di A.I.P.D. Marca Trevigiana (sostegno e sviluppo percorsi per l’indipendenza dedicati ai ragazzi con la sindrome di down), si ricorderanno a lungo la serata di martedì 25 febbraio presso la sala polifunzionale di Vidor. Quella sera lo staff di sala e di cucina, del progetto “Il pranzo è servito”, si erano riuniti per un’occasione veramente speciale, generalmente ogni gruppo si ritrova a
settimane alterne, cucinare e servire per le Pantere! E si proprio loro! Le Testimonial di Cuoredarena Marta Bechis e Jenny Barazza e il Capitano Raffa Calloni, hanno voluto vedere da vicino le abilità di questi ragazzi tra i fornelli e nel servire ai tavoli. Ne è così uscita una serata fantastica!
Eliana Pin, coordinatrice dell’associazione, era presente per accogliere le Pantere e per dare qualche informazione sull’associazione: “Grazie davvero, perché è vero che i nostri ragazzi si emozionano facilmente, ma posso assicurarvi che degli abbracci e dei sorrisi veri come quelli di ieri sera li ho visti poche
volte. Cuoredarena ancora una volta, ha saputo mettere insieme gli ingredienti giusti in un modo semplice e funzionale, trasformando un martedì normale in una sera incredibile per i nostri ragazzi!”
Alle 18:30 i ragazzi già sul posto, emozionatissimi, e le borse della spesa passano veloci dal pulmino alla cucina. Il menù è stato già deciso nell’incontro precedente direttamente dai ragazzi, pensando ai loro “cavalli di battaglia” ed ai brevi tempi di preparazione: risotto radicchio e salsiccia, crostini al radicchio,
scaglie di stravecchio, listarelle di verdura, gelato al mitico gusto A.I.P.D. Mentre gli chef tirano fuori i loro affilatissimi coltelli professionali ed i loro taglieri per iniziare a pulire ed affettare i vari ingredienti, Federico “salta” la salsiccia per il risotto, Francesca prepara il brodo ed Elena lava prontamente stoviglie e contenitori.Il gruppo di sala inizia ripassando un po’ di teoria per poi apparecchiare il lungo tavolo: tovaglioli giallo-blu per l’occasione, mise en place delle grandi occasioni e controllo della temperature dei vini, scelti in base
al menù dei colleghi. Per la cronaca in cucina troviamo Martina, Rossella, Giuliano, Federico, Andrea, Elena, Antonella, Francesca, seguiti dalla cuoca volontaria Sonia e dall’educatrice Elisa. Mentre in sala ci sono Giulia, Monica, Matteo, Tiziano, Stefania, Davide, seguiti dall’insegnante volontario Tiziano e dal
volontario Luigino.

Alle 20.40 arrivano Marta Bechis, Jenny Barazza e Raffa Calloni e i ragazzi sono in piena fibrillazione: fra felicità ed emozione nell’incontrarle ed agitazione pura per la riuscita della cena. Per far toccare con mano alle giocatrici le abilità
e la preparazione dello staff, si “butta” il riso e si farciscono i crostini solo al loro arrivo. Le Pantere, senza esitazione, si rimboccano le maniche per aiutarli. Jenny Barazza guarda attenta ed incuriosita Monica e Matteo stappare e versare il Prosecco, Marta aiuta Rossella e Francesca a completare i crostini, Raffaella
Calloni si mette a mescolare il risotto con Martina. Al momento del brindisi arriva a sorpresa il saluto di alcuni rappresentanti del Comitato festeggiamenti di Onigo di Pederobba, che per sostenere l’associazione ha organizzato la cottura e la vendita casa per casa di ben 390 polli allo spiedo. Un brindisi e un ringraziamento
tutti insieme e la cena può finalmente iniziare ufficialmente. Lo staff di sala indossa la falda e inizia il servizio: vini al bicchiere e portate al tavolo impiattate o al vassoio. Dulcis in fundo, arrivano le coppette di gelato al gusto AIPD, inventato da una gelateria di Mareno di Piave per l’associazione e ora riproposto per la raccolta fondi in varie gelaterie della Provincia.

La felicità sale al massimo quando l’associazione Cuoredarena A.S.S. regala la maglietta “delle testimonials” Pantere ad ogni ragazzo, che la fa autografare dalle ospiti della serata. Foto, tante foto e tanti abbracci per darsi tutti insieme appuntamento alla partita di Imoco Volley di domenica 9 marzo al Palaverde cpon Forlì.
Paola Serafini, socio fondatore di Cuoredarena: “Da 4 anni organizziamo con A.I.P.D. la giornata intitolata “La bontà scende in campo” con i famosi biscotti “Golosi”, le deliziose girelle di frolla alla vaniglia e al cacao inventate proprio dai ragazzi di AIPD. Creare un momento in più di felicità per questi ragazzi, per i loro
genitori, e anche per noi stessi, è veramente bellissimo! Marta, Jenny e Raffa si sono divertite tantissimo, si sono fatte coinvolgere o meglio travolgere alla grande e sono certa che nel sacco dei ricordi ci metteranno anche questa esperienza.”

L’Associazione Italiana Persone Down (A.I.P.D.) – Sezione della Marca Trevigiana Onlus, vuole ringraziare le Pantere dell’Imoco Volley e gli amici di Cuoredarena, che da varie stagioni sostengono e danno tanto entusiasmo ai suoi ragazzi.