Inizia oggi la nuova stagione di Savino Del Bene Volley

Il roster della Savino Del Bene con il patron Paolo Nocentini

Il roster della Savino Del Bene con il patron Paolo Nocentini

Scandicci – Le ragazze, dopo l’incontro con il patron Paolo Nocentini presso la sede del main sponsor, hanno subito iniziato la preparazione atletica. Per le prime due settimane la squadra si dividerà tra le sedute in sala e in piscina presso la Klab di Marignolle e gli allenamenti in palestra a Sesto Fiorentino. Le atlete e lo staff tecnico rientreranno al Palazzetto dello Sport di Scandicci a partire dal 7 settembre, quando saranno terminati i lavori per il rifacimento del parquet.
Le prime impressioni del coach Massimo Bellano sono il metro ideale per capire a 360° la nuova Savino Del Bene.

“Le sensazioni sono molto positive, ripartiamo potendo contare già su 10/12 del nostro organico – spiega Bellano – a cui nelle prime tre settimane uniremo alcune giovani molto interessanti frutto di collaborazioni con società amiche, questo ci permetterà di organizzare nel modo migliore tutto il pre-campionato per arrivare al 18 ottobre in condizioni ottimali; inoltre poter contare su uno staff tecnico come quello composto in estate costituisce un’ulteriore garanzia”

Un roster quasi completamente nuovo, molti volti conosciuti, ce lo puoi descrivere brevemente?

“Io sintetizzerei le qualità della squadra in quattro punti essenziali. Primo: tranne Toksoy, giocatrice molto forte e dal palmares invidiabile, le altre sei atlete dello starting seven hanno grande esperienza e conoscenza del campionato italiano e questo ritengo possa essere soprattutto nella fase iniziale un vantaggio da sfruttare. Secondo: soluzioni alternative di assoluto livello che potranno permettermi di intervenire durante la gara e di affrontare con più tranquillità i molti infrasettimanali che la stagione ci proporrà, causa un calendario molto compresso. Terzo: le grandi motivazioni con cui, per motivi diversi, le ragazze arrivano a Scandicci e che dovranno supplire al fatto di dover assemblare una squadra quasi completamente rinnovata. Quattro: l’ottima propensione di tutte al lavoro e al sacrificio che saranno essenziali per emergere in un campionato così difficile come sarà quello che inizierà il 18 ottobre”.

L’inizio della preparazione coincide anche con il lavoro di tutto lo staff: cosa è cambiato rispetto allo scorso campionato?

“Nello staff ci sono due nuovi arrivi: il preparatore atletico sarà Mauro Chiappafreddo che ha accettato con entusiasmo la mia proposta di lavorare insieme tornando dopo qualche anno a ricoprire questo ruolo; l’altro riguarda il ruolo di scout man dove a Fabio Biffi, figura storica della società, si affiancherà Alessandro Fontanini con il quale avevo lavorato molto bene insieme per cinque stagioni ad Ornavasso. Il resto del gruppo è rimasto invariato con la parte medica, che per noi è una vera e propria garanzia, composta dal dott. Jacopo Giuliattini e dai fisioterapisti Alessandro Rocchini ed Enrico Sergi; il 2° allenatore, ma è riduttivo definirlo così – sorride il coach – sarà per il sesto anno Matteo Azzini; come assistente tecnico confermato Gigi Ciampa, allenatore serio e preparato che con un anno di conoscenza risulterà molto importante in tante occasioni”

Parliamo del futuro. Inutile negare le aspettative che ci sono su questo gruppo: ma quali sono i veri obiettivi prefissati?

“L’obiettivo per cui lavoreremo dal primo giorno è di riuscire ad inserirci nel gruppo delle migliori formazioni del campionato; compito non semplice visto il roster delle altre squadre ma a cui non ci sottraiamo convinti di avere le qualità tecniche e morali per riuscirci”

Una Serie A1 che sembra ancora più competitiva: quali sono le squadre da battere?

“Difficile da dire, concordo sul fatto che il livello è decisamente più alto delle ultime stagioni, ma fare pronostici non mi piace, preferisco pensare alla mia squadra e rispettare tutti gli avversari senza però aver paura di nessuno”

Sogni, speranze e desideri per questa stagione?

“L’idea è di procedere per step, prima di tutto qualificarci ai quarti di Coppa Italia, poi arrivare nella seconda parte di stagione in condizione di giocarci le nostre carte”

Le conclusioni spettano al coach…

“Vorrei chiudere facendo un grande in bocca al lupo a Diego Alpi per la sua nuova avventura professionale ed a tutte le atlete che sono state con noi per la prima storica stagione in A1 della Savino Del Bene!”

 

Lorenzo Mossani

Ufficio Stampa Savino Del Bene Volley