La Bakery Piacenza si rigetta all’inseguimento delle prime

Pistola: “Bakery in Friuli rimani lucida”


Dopo aver blindato i playoff con il sesto successo consecutivo in campionato , la Bakery Piacenza si rigetta all’inseguimento delle prime della classe, Padova e Trento. Le ragazze di coach Pistola domenica saranno impegnate a Martignacco, provincia di Udine, per affrontare Città Fiera. Le friulane si trovano impantanate nella difficile ed equilibratissima lotta per non retrocedere: per ora il team di Jacopo Cuttini, sconfitto la settimana scorsa in 3 set dalla capolista Padova, conserva 3 punti di vantaggio sulla “zona rossa”.
Completamente opposti gli stati d’animo delle due compagini: le biancorosse vorranno proseguire la striscia positiva, evitando passi falsi nel turno che precede il match clou contro la prima in classifica, le padrone di casa invece vorranno riscattarsi dopo l’ultima uscita in cui, nel primo parziale, non hanno nemmeno raggiunto la doppia cifra. Per fronteggiare lo spirito di rivalsa delle locali servirà dunque un’altra prova di carattere della Pallavolo Piacentina, lo sa bene anche Andrea Pistola che in settimana ha preparato con cura anche questo confronto.

Con Ata Trento le tue attaccanti si sono sbizzarrite 12 punti Arnoldi, 10 Guccione, 20 Secolo, 16 Nicolini e 13 Francesconi. Cosa, secondo te, ha portato ben 5 giocatrici del tuo team in doppia cifra?
Il nostro palleggiatore ha lavorato bene ed ha preso le scelte giuste, sfruttando alcuni dei punti deboli della squadra avversaria. Questo ha permesso un po’ a tutte le giocatrici di mettere a segno un buon bottino di punti.

Tecnicamente un nuovo passo avanti quindi?
Per almeno due set la partita non è stata troppo combattuta: Trento, almeno nella fase iniziale, non si è espressa certamente al meglio: abbiamo avuto vita facile e non lo considero un test troppo attendibile, per lo meno nella prima parte.
Bisogna però ammettere che abbiamo giocato un terzo set sottotono, subendo muri punto: abbiamo perso lucidità e sofferto non poco alcune situazioni di palla alta. Chiaramente sono tutti aspetti su cui dovremo lavorare: in alcuni momenti la lucidità c’è venuta a mancare e questo rischia di costarci caro.

Cosa hai detto nell’ultimo set, al secondo timeout tecnico alla tua formazione? Alla ripresa del gioco la Bakery ha portato l’allungo che poi vi ha consentito di vincere il parziale e la partita.
Nulla di particolare o di stravolgente. Le ho semplicemente incoraggiate: era un momento delicato della partita in  cui si giocava punto a punto. Malgrado ci stessimo esprimendo discretamente, Trento aveva innalzato il suo rendimento rispetto ai primi parziali. Ho cercato di infondere ulteriore fiducia alle mie ragazze: ero convinto che se avessimo continuato su quella strada avremmo creato un break, cosa che poi si è verificata. Abbiamo avuto la fortuna di avere un buon turno al servizio con la Guccione, che ci ha permesso di scavare un ulteriore solco nello score; da quel momento la partita è filata via abbastanza liscia.

Adesso c’è Martignacco, formazione che lotta per salvarsi e che vorrà rifarsi dal ko patito con Padova. Quali le insidie?
Martignacco è una squadra che ha fatto male in trasferta, ma che in casa ha sempre dato del filo da torcere a tutte: ha battuto Bologna 3-1 e ha perso 3-2 con Ata Trento. Motivo in più per credere che lassù non sarà affatto una passeggiata: in primis, come detto, loro si esprimono meglio davanti al pubblico amico, d’altro canto l’obbiettivo di salvarsi spinge una squadra a lottare con maggiore agonismo e determinazione.

Quale la chiave tecnica della Pallavolo Piacentina per imporre il suo gioco?
Nessun segreto particolare, se non quello di mantenere alta la guardia e possibilmente buono il livello del nostro rendimento. Naturalmente cercheremo di avere gli accorgimenti che prendiamo tutte le settimane nei confronti delle avversarie in base alle loro caratteristiche. Dovremo però pensare prima di tutto a noi stesse e a far bene dalla nostra parte del campo.

A livello mentale quanto è difficile concentrarsi su una partita alla volta, sapendo che la prossima settimana dovrete affrontare la capolista?
Noi pensiamo sempre partita dopo partita. Ogni settimana ci poniamo un obbiettivo: quello di sabato scorso, ad esempio, era di prendere 3 punti per staccare ulteriormente le inseguitrici. Adesso vogliamo far bene questa trasferta per poter arrivare allo scontro diretto con Padova in una condizione di classifica ottimale.

Il quadro della diciottesima di campionato:
Studio 55 Ata Trento – Le Ali Padova V.Project          08/03/14
Citta’fiera Martign.Ud -Bakery Piacenza 09/03/14 18:00
V.Millenium Brescia   Domovip Porcia Pn 08/03/14
Liu Jo Modena – Brunopremi Bassano Vi 08/03/14 20:15
Coveme S.Lazzaro Vip Bo – Emilbronzo 2000 Mont.Mo 08/03/14
Pavidea Steeltrade Fiorenzuola – Isuzu Enermia 434 Vr 08/03/14
Atomat Volley Udine  – Trentino Rosa Tn 08/03/14

Classifica

Le Ali Padova V. Project 47, Trentino RosaTN 45,   Bakery Piacenza 41, Studio 55 Ata Trento 30, Coveme Vip San Lazzaro BO 28, Emilbronzo 2000 Montale MO e Isuzu Enermia Verona 25, Atomat Volley Udine 24, Città Fiera Martignacco UD 22, V. Millennium Brescia 21, Domovip Porcia PN 20, Brunopremi Bassano VI 19; Pavidea Steeltrade Fiorenzuola 10, Liu Jo Modena 0

I prossimi impegni Bakery Volley
Citta’fiera Martign.Ud -Bakery Piacenza 9 marzo ore 18:00
Bakery Piacenza – Le Ali Padova V. Project 15 marzo ore 20:30