LA IHF VOLLEY VINCE IL SUO PRIMO MATCH IN SERIE A1! A FARNE LE SPESE E’ POMI’CASALMAGGIORE!

E alla fine la vittoria è arrivata. Inequivocabile, netta, contro una Casalmaggiore contro cui in casa le bianconere non avevano mai vinto, e che le precedeva in classifica di sei punti. In un colpo solo, dunque, si cancella lo zero dalla casella dei punti fatti, ma soprattutto si inizia un nuovo campionato: un torneo nel quale, se solo le ragazze manterranno il livello di gioco e cattiveria agonistica mostrato questa sera, l’obiettivo playoff non è certo irraggiungibile. Una vittoria che restituisce morale e convinzione a tutto l’ambiente frusinate, e al pubblico che non ha mai fatto mancare il suo appoggio.

Le fasi iniziali del match testimoniano di una sostanziale parità, scossa però dalle difese di Veronica Angeloni, dagli attacchi in banda di Giusy Astarita e l’efficacia di Capitan Gioli da posto 2. Le rosa di Casalmaggiore non riescono a ritrovare il filo del gioco e le pantere bianconere si portano sul 10 a 5, costringendo coach Beltrami a chiamare la prima sospensione. Che non dà i frutti sperati, visto che al time out tecnico le atlete di casa guidano, con pieno merito, 12-7. Un’invasione sotto rete di Virginia Spataro lascia avvicinare le rosa, prima che Gioli scarichi a terra una palla violentissima. Seconda sospensione chiamata dalle ospiti sul 16-9 per le bianconere, capaci di sfruttare ogni minimo errore avversario, e di concretizzare una superiorità tecnica che sembra indiscutibile. Spataro ottiene un altro break in battuta (i servizi del centrale siciliano sono davvero insidiosi), dal quale però le ospiti trovano la forza di risalire, punto a punto, fino al 18-14.  A questo punto è coach Martinez a chiamare la sospensione, per ricaricare le sue giocatrici e interrompere il piccolo passaggio a vuoto. Un muro e una bella conclusione da posto 2 riportano le rosa a due punti. Altro time out chiamato dall’allenatore dell’IHF Volley, e squadre di nuovo in campo in un Palazzetto che assomiglia a una bolgia. Dalle bande Casalmaggiore trova ora varchi praticabili, e la pratica riaggancio è a un passo dall’essere archiviata. 18 pari su un tocco fuori di Biccheri, cointestato dalle bianconere, e finalmente Astarita mette a terra la palla del nuovo vantaggio frusinate. Muro fuori di Veronica Angeloni, e ancora lei mette giù una schiacciata potentissima per il 21-18. Un errore delle rosa manda Biccheri in battuta sul 23-20, con la squadra che gioca senza palleggiatrice. Primo set point per Angeloni al servizio, che però imprime troppa forza alla battuta. Si soffre fino all’ultimo, ma poi è Capitan Gioli a realizzare il punto che regala il primo, meritatissimo, parziale alle ragazze di coach Martinez.

Il secondo set inizia com’era iniziato il primo: grande equilibrio, ma con le frusinati a metterci più fame, più determinazione, più voglia. Break e controbreak fissano il risultato sul 3 pari. La parità è spezzata da un errore sottorete delle rosa, che però trovano la forza di una rapida rimonta, grazie a Zago e Camera. Laura Frigo stampa un muro poderoso,  ma un errore arbitrale (la palla delle bianconere era chiaramente sulla linea) riporta in parità le avversarie. Si procede punto a punto, fin quando Gioli e compagne trovano lo spunto per l’allungo: si va al time out tecnico con le bianconere avanti per 12-7. Per le rosa sembra non esserci scampo: trovare le misure a muro alla Zago, Gioli, Angeloni e Astarita attaccano, e soprattutto, contrattacano con enorme efficacia. 15-9 il punteggio che costringe coach Beltrami alla nuova sospensione. La partita, però, non sembra potersi raddrizzare per le rosa: troppo forti le pantere di coach Martinez.  Sul 18-10 l’ace di Angeloni sembra chiudere definitivamente la contesa, sebbene Casalmaggiore non si arrenda facilmente, tanto da rosicchiare qualche punto. Un pallonetto precisissimo di Astarita (grande serata per la schiacciatrice campana) fissa il punteggio sul 21-13, finquando le rosa non tentano la rimonta clamorosa portandosi sul 18-23. Coach Martinez chiama prontamente la sospensione, per parlarci sopra, e si torna in campo con Tina Lipicer al servizio per le rosa. Martinez si affida al sestetto iniziale, e un muro porta Giulia Agostinetto a servire per il set. Bisognerà aspettare il punto successivo, però, perché un errore di Zago dia alle atlete di casa il secondo parziale col punteggio di 25-20.

Il terzo set vede il sestetto bianconero titolare, e le ragazze di patron Iacobucci sembrano ricominciare da dove avevano interrotto. Un errore in battuta porta l’IHF avanti 4-3, ma è partita tirata, con Casalmaggiore che prova a ogni costo a non far scappare le frusinati. Contro le quali, però, stasera, sembra esserci poco da fare. E finalmente si mette a funzionare anche il muro, il fondamentale che più dispiaceri aveva dato all’allenatore argentino. Si va, di potenza e grinta, sul 12-7 per il time out tecnico. Il solito, timido tentativo di rimonta delle rosa le porta sul 14-10, eppure le ospiti non danno mai la sensazione di riuscire a riprendersi il pallino del gioco, sempre nelle mani delle frusinati. Sul 17-12 la sensazione è che la partita sia saldamente nelle mani delle pallavoliste di casa, anche perché le ospiti iniziano a sbagliare anche le palle più semplici. Ennesimo time out chiamato da Beltrami sul 19-12, quando non sembra che le rosa abbiano la possibilità di raddrizzare l’incontro. Infatti, si assiste a uno show delle bianconere: Angeloni in banda, Frigo a muro e col primo tempo annichiliscono le avversarie, portandosi sul 23-13. Una pipe di Astarita dà il match point all’IHF Volley, con Agostinetto al servizio, ed è Capitan Gioli, com’è giusto che sia a mettere a terra il punto della prima vittoria della compagine frusinate in questo campionato.

Vittoria netta, mai in discussione, ottenuta da una squadra che ha finalmente fatto vedere di che pasta sia fatta, e di cosa sia capace. Una squadra che inizia a giocare, e pensare, la pallavolo voluta dal suo allenatore, e a far vedere di cosa sono capaci queste meravigliose giocatrici. Con i tre punti conquistati stasera l’auspicio è che per l’IHF inizi un nuovo campionato. Pomì, reduce da due vittorie consecutive, non ha davvero potuto nulla contro una IHF concreta, grintosa e efficace in ogni fondamentale.    

Sono davvero contento per il risultato ottenuto- commenta il Presidente Lucio Iacobucci- le atlete e gli allenatori hanno lavorato per raggiungere questo risultato positivo.

IHF VOLLEY – POMì CASALMAGGIORE 3-0 (25-22, 25-20, 25-14)

IHF VOLLEY FROSINONE: Frigo 9, Percan ne, Kidder ne, Bonciani, Vico ne, Astarita 12, Agostinetto, Spataro 4, Angeloni 12, Biccheri, Gioli 13, Ruzzini, L

POMì CASALMAGGIORE: Bacchi 13, Olivotto 3, Sirressi L, Gennari 3, Quiligotti ne, Aguirre 3, Agrifoglio 1, Lipicer 2, Camera 1, Zago 12, Stevanovic 4, Grazietti 1.