Le squadre di volley protagoniste del terzo turno di Champions

Le squadre di volley protagoniste del terzo turno di Champions.
Sono tre le squadre di volley femminile impegnate questa settimana nel terzo turno di Champions League, che vedrà protagoniste le ragazze di Igor Novara, Pomì Casalmaggiore e Nordmeccanica Piacenza. Tutte le partite e le migliori quote sulla pallavolo della settimana sono evidenziate all’interno dei palinsesti virtuali dei bookmaker più prestigiosi della rete che seguono costantemente tutte le ultime novità provenienti dalla Champions League. L’Igor Novara, che lo scorso anno ha vinto la Coppa Italia, è stata al centro di parecchie polemiche sorte sui social a causa delle recenti sconfitte subite che l’hanno relegata in quarta posizione. Il momento critico vissuto dalla squadra più determinata della scorsa stagione è in parte attribuibile alle assenze di Caterina Bosetti e di Heléne Rousseaux, entrambe infortunate, ma molti hanno puntato il dito sulle scelte di mercato nonostante la situazione non sia proprio così nera come appare. In questi giorni la società ha risposto agli attacchi e ha manifestato solidarietà alla palleggiatrice Noemi Signorile, attaccata per una presunta incapacità di gestire bene il gioco. Conforto e solidarietà a Noemi arriva anche da parte dei sostenitori della squadra che credono fermamente nelle potenzialità della ragazza e confidano nelle scelte di mercato del prossimo gennaio.
Altra squadra protagonista della settimana è la Pomì Casalmaggiore al suo secondo impegno in casa. La squadra di Barbolini ha dimostrato di essere in splendida forma con la vittoria per 3-0 riportata a Busto Arsizio. Per quanto riguarda la Nordmeccanica Piacenza l’appuntamento è per giovedì, giorno in cui incontrerà il Rocheville Le Cannet allenato da Riccardo Marchesi. La singolarità di questa partita contro le francesi consiste nel fatto che Christina Bauer si troverà a giocare contro la sorella Anne Sophie, più giovane di lei ma altrettanto volitiva. In questa settimana così impegnativa, i riflettori sono stati puntati anche sulla Nazionale maschile di pallavolo protagonista di un episodio di solidarietà che la vedrà ospitare in panchina Matteo Bartolini, il ragazzo disabile allontanato dagli arbitri dalla panchina della Pallovolo Orbetello durante la partita contro la Maxitalia Jumbocicce Fi di Sesto Fiorentino. A decidere di fare sedere nella panchina della Nazionale il ragazzo affetto da sindrome di down e figlio dell’allenatore dell’Orbetello è stato il presidente del Coni Giovanni Malagò che ha invitato padre e figlio ad assistere alla partita e a trascorrere qualche ora in compagnia dei campioni della Nazionale Azzurra.
Il ventenne Matteo assisteva dalla panchina come dirigente tesserato, ma il regolamento prevede per la panchina un massimo di due dirigenti ed è stato proprio questo a determinare la drastica decisione arbitrale che non ha tenuto conto delle condizioni del ragazzo appassionato ormai da diversi anni di pallavolo. L’episodio è stato segnanalato come un fatto di discriminazione ma l’accusa è stata rigettata prontamente dalla Fipav che ha richiamato l’attenzione su un’esigenza di rispettare le regole. In merito all’episodio, la Federvolley ha deciso che verranno apportate quanto prima delle deroghe alle disposizioni in vigore per evitare il riproporsi di altri fatti spiacevoli come quello accaduto al giovane tifoso Bartolini.