L’Italia batte la Polonia (3-2) ed entra in semifinale

#RoadToRio – L’Italia batte la Polonia (3-2) ed entra in semifinale

 
ITALIA-POLONIA  3-2  (25-18 25-22 22-25 19-25 15-13)
ITALIA:  Del Core 9, Guiggi 13, Orro 3, Egonu 23, Danesi 11, Diouf 17, Sansonna (L). De Gennaro, Centoni  1, Ferretti , Bosetti L. , Non entrate:  Gennari, Bonifacio, Chirichella(L), All. Bonitta.
POLONIA:  Belcik 5, Werblinska 18, Pycia 9, Skowronska 4, Jagielo 10, Polanska 1, Maj (L). Kurnikowska, Efimienko 10, Tomsia 16, Krzos (L) , Ganszczyk. Non entrate: Grejman. All. Nawrocki.
ARBITRI:  Zahorcova e Huhtaniska.
Durata set:  26, 27, 29, 27, 20.
Italia: bs 12, a 5, m 19, e 20.
Polonia: bs 11, a 6, m 12, e 18.

 
Ankara.  L’Italia continua ad inseguire la qualificazione olimpica. Le azzurre hanno battuto per 3-2 la Polonia e sono entrate in semifinale dove domani alle 15.30 (diretta su RaiSport1) affronteranno l’Olanda di Giovanni Guidetti. Per arrivare a questo risultato Del Core e compagne hanno dovuto ancora giocare cinque set in una gara dai “tre” volti, che le ha viste dominare nel primo e quasi tutto il secondo set, poi in difficoltà nel terzo e nel quarto, prima di chiudere il conto nel quinto quando ritrovando orgoglio e convinzione sono volate via sino al 14-10. Poi ancora uno sbandamento, una rimonta polacca, prima che cadesse il punto della vittoria.
Bonitta ha deciso di ripartire dal sestetto che aveva chiuso il match con il Belgio: Orro in cabina di regia, Diouf sulla diagonale, Guiggi e danesi al centro, Del Core ed Egonu di banda, Sansonna libero. Quindi ricezione a due- Novità in panchina con De Gennaro iscritta come giocatrice di campo (entrata più volte al posto di Egonu in fase difensiva, mentre Chirichella, ancora non al meglio, indossava la maglia bianca del libero. Durante il match pochi scampoli di gioco per Centoni, Ferretti e Lucia Bosetti.
A livello individuale ancora una volta super in attacco ed al servizio Paola Egonu, ancora una volta ben affincata da Valentina Diouf, incostante in fase offensiva, ma molto presente a muro. Determinante l’apporto delle più esperte: Del Core, Guiggi e Sansonna. La prima da vera capitana si è sobbarcata un gran lavoro in campo in tutti i fondamentali. Guiggi si è sfogata a muro (6 il suo bottino finale). sansonna ha giocato con grande regolarità coprendo una larga parte di campo in ricezione, difendendo tutto quello che a potuto. Ottima la prestazione della centrale Danesi da una 19nne è difficile aspettarsi tanto. Infine Alessia Orro bravissima in avvio, poi qualche attimo difficile prima di ritrovare nel tie-break tutta la sua grinta e la sua precisione.
Domani c’è la sfida con l’Olanda che parte con i favori del pronostico (nell’altra semifinale si affrontano Russia e Turchia). L’Italia ha poche ore per godersi quello che deve comunque sia ritenersi un grande risultato. Poi dopo un sonno ristoratore sarà tempo di preparare una importantissima semifinale.
Marco Bonitta: “Sapevo che questa partita sarebbe andata per le lunghe anche se si era messa bene.  La nostra è una squadra mai provata, se non in alcuni spezzoni di gara ed aveva bisogno di trovare continuità. L’abbiamo ritrovata nel tie-break, con un po’ di pathos l’abbiamo portata a casa e domani c’è l’Olanda.”
Valentina Diouf:  “Io ho cercato di rimanere sempre in partita, IO rispetto alla gara con il Belgio sono stata più in difficoltà contro la Polonia. Allora mi sono sforzata di conservare la concentrazione e di rendermi utile, ho fatto diversi muri e questo mi ha dato una grande soddisfazione. ”
Alessia Orro:  “Un’altro 3-2, ma l’importante è che abbiamo vinto. Siamo partite benissimo, molte decise. Abbiamo giocato bene per due set. Poi ci siamo spente pian piano, loro hanno forzato di più la battuta e noi l’abbiamo rallentata e siamo andati in difficoltà. Poi nel quinto abbiamo ripreso e abbiamo chiuso. Con l’Olanda è una partita molto difficile, ma potete stare tranquilli che faremo del nostro meglio”.
Pool A – Risultati: Olanda-Germania 2-3;  Croazia-Turchia 0-3; Germania-Turchia 1-3; Germania-Croazia 3-0; Turchia-Olanda 0-3; Olanda-Croazia 3-0 . Classifica: Turchia e Germania 2 vittorie; Olanda 1 v.; Croazia 0 v.
Pool B – Risultati: Polonia-Russia 2-3; Italia-Russia 1-3; Belgio-Polonia 3-1; Italia-Belgio 3-2; Russia-Belgio 3-0; Italia-Polonia 3-2. Classifica: Russia 3 v.; Italia 2 v. Belgio 1 v.; Polonia 0 v.

 
Finali
8 gennaio 2016 – semifinali ore 15.30 Olanda-Italia ore 18.30 Russia-Turchia.
9 gennaio 2016 – finale 3-4 posto e finale 1-2 posto.

 
Formula – Le classifiche verranno redatte tenendo presenti nell’ordine: il numero di vittorie, i punti conquistati, il quoziente set ed il quoziente punti.
Per i Giochi Olimpici si qualifica la vincente del torneo, seconda e terza guadagnano il diritto a giocare il Torneo Intercontinentale che assegna tre posti.