L’Italia superata in tre set dall’Olanda

#RoadToRio – L’Italia superata in tre set dall’Olanda, domani affronta il Giappone
Tokio. si è fermata a quattro la serie di vittorie delle azzurre, che hanno subito la prima sconfitta per mano dell’Olanda, ma la strada verso Rio è sempre aperta, quando mancano due giornate alla fine del Torneo di Qualificazione. L’Italia è sempre in vetta alla classifica, ma non è più sola, raggiunta per ora da Olanda e Corea del Sud. Domani alle 12.10 italiane, Del Core e compagne scenderanno in campo con il Giappone padrone di casa. Un match difficile, contro una formazione molto forte in difesa, sostenuta da 10.000 tifosi.
Con una vittoria ci sarebbe la certezza aritmetica della qualificazione per il Torneo di Rio 2016, che potrebbe arrivare anche nel caso in cui nelle gare precedenti alla nostra arrivasse la contemporanea sconfitta della Thailandia, opposta alla Corea, e del Perù contro l’Olanda.
Contro la squadra di Giovanni Guidetti che negli ultimi 12 mesi è divenuta una sorta di “bestia nera”, la squadra di Marco Bonitta ha giocato bene a tratti. Soprattutto nel primo set in cui è arrivata a condurre anche 10-6 e nella fase centrale del secondo quando con una bella rimonta si era portata sul 12-10. In entrambi i parziali, l’Olanda che ha giocato il suo miglior volley attorno ad una scatenata Sloetjes (22 punti il suo bottino finale), ha saputo accelerare nei momenti decisivi e chiudere a suo vantaggio.
Nel terzo l’Italia è calata in ricezione e nonostante i tentativi di Bonitta che ha cambiato più volte la formazione, non è riuscita a frenare l’entusiasmo delle vice campionesse d’Europa.
Il ct italiano ha schierato in avvio Orro in regia, Ortolani opposto, Guiggi e Chirichella al centro, Sylla e Del Core di banda, De Gennaro libero. Nel finale del secondo dentro Danesi (per Chirichella) ed Egonu (per Ortolani) con risultati relativi. Scampoli di gioco anche per Gennari, Malinov e Piccinini.
Marco Bonitta: “Una sconfitta meritata, non c’è nulla da dire. L’Olanda ha giocato una pallavolo di alto livello, soprattutto in battuta e nelle transizioni d’attacco, nelle rigiocate. Credo che questa forza fisica e questa capacità tattica, siano delle armi micidiali che ha portato le olandesi ad essere molto vicine alle squadre più forti del mondo. Noi abbiamo giocato due set alla pari sino al 20-21, poi la loro battuta ha scavato qualche punto nei finali. Nel terzo non essendo abituate a questo ritmo abbiamo un po’ pagato lo sforzo. Adesso dobbiamo resettare tutto. L’Olanda è più forte di noi: adesso ci aspettano il Giappone e poi il Kazakhistan.”
Anna Danesi: “Adesso ci aspettano due partite in cui cercheremo di dare il meglio di noi. L’unico rammarico è quello di aver lasciato andare un po’ il terzo set”.
Monica De Gennaro: “Abbiamo 24 ore per concentrarci e prendere quei punti che ci mancano. Guardiamo quello che abbiamo fatto sino ad adesso: abbiamo vinto quattro partite e ne abbiamo persa una che in un torneo come questo ci può stare. Ci aspettano due gare con Giappone e Kazakhstan dove buttare tutte le nostre risorse e portare a casa la qualificazione.”
Alessia Gennari: “Ce la siamo giocata bene nei primi due set sino al 20, dopodiché non siamo riuscite a capitalizzare. Loro hanno un giocatore molto forte come la Sloetjes a cui si sono potute appoggiare nei momenti difficili. Secondo me la grossa differenza l’hanno fatta in battuta che ci ha mandato in difficoltà in ricezione e ci ha impedito di costruire il nostro gioco”.
ITALIA-OLANDA 0-3 (21-25 21-25 14-25)
ITALIA: Orro 3, Del Core 13, Chirichella 2, Ortolani 7, Sylla 5, Guiggi 5, De Gennaro (L),  Danesi  2, Egonu 3, Gennari 2, Malinov, Piccinini. Non entrate:  Centoni, Sirressi (L). All. Bonitta.
OLANDA: Dijkema 2, Balkenstein 2, Belien 13, Sloetjes 22, Buijs 12, Steenbergen 2, Pilon (L), Plak 4, Knip. Non entrate: Stoltenberg, Pietersen, Schoot (L), Koolhaas. All. Guidetti.
ARBITRI:  Rodriguez (Esp) e Dudek (Pol)
Spettatori: 2200 Durata set: 23, 25, 20.
Italia: bs 3, a 5, mv 8, et 18.
Olanda: bs 7, a 5, mv 9, et 14.
RISULTATI – 1a giornata – 14 maggio: Corea del Sud-Italia 1-3; Thailandia-Dominicana 3-1; Kazakhistan-Olanda 1-3; Giappone-Perù 3-0. 2a giornata – 15 maggio: Italia-Thailandia 3-1; Perù-Dominicana 3-0; Olanda-Corea del Sud 0-3; Giappone-Kazakhistan 3-0. 3a giornata – 17 maggio: Kazakhistan-Perù 1-3; Dominicana-Italia 0-3; Thailandia-Olanda 0-3; Corea del Sud-Giappone 3-1.  4a giornata – 18 maggio: Perù-Italia 3-0; Kazakhistan-Corea del Sud 0-3; Olanda-Dominicana 3-0; Giappone-Thailandia 3-2. 5a giornata – 20 maggio: Thailandia-Kazakhistan 3-0 (25-18 25-19 25-16); Corea del Sud-Perù 3-1 (18-25 25-22 25-14 25-21); Italia-Olanda 0-3 (21-25 21-25 14-25); Giappone-Dominicana.
CLASSIFICA – Italia 4 vittorie (12 punti), Corea del Sud 4v (12p), Olanda 4v (12p), Giappone 3v (8p), Thailandia 2v (7p); Perù 2v (6p), Kazakhstan 0v (0p). Dominicana 0v (0p),
CALENDARIO  6a giornata – 21 maggio: Corea del Sud-Thailandia; Kazakhistan- Rep. Dominicana; Perù-Olanda; Italia-Giappone (ore 12.10). 7a giornata – 22 maggio: Rep. Dominicana – Corea del Sud; Thailandia – Perù; Italia-Kazakhistan (ore 8.30); Olanda – Giappone.
Nota: gli orari indicati sono quelli italiani
FORMULA – La competizione, che si svolge con la formula del round robin (tutti contro tutti) e qualificherà per Rio 2016 la prima asiatica in classifica e le tre migliori formazioni della graduatoria finale.
TELEVISIONE – Tutte le gare della nazionale azzurra saranno trasmesse in diretta da RaiSport.