Liu•Jo Modena ritrova i tre punti ed il sorriso

La Liu•Jo ritrova i tre punti ed il sorriso

Dopo la prova in crescendo con Conegliano arriva un ulteriore passo avanti che regala un bel 3-0 e tre importantissimi punti in classifica a Piccinini e compagne.

Risultato finale:

ROBUR TIBONI URBINO 0

LIU•JO MODENA 3

Durata dell’incontro: 1h 14min

Risultati parziali:

18-25
21-25
19-25

Primo arbitro: Simone Santi

Secondo arbitro: Ugo Feriozzi

CRONACA DELLA PARTITA

Solito sestetto in avvio con Rondon al palleggio, Fabris opposta, Rousseaux e capitan Piccinini in posto quattro, Heyrman e Ruseva al centro con Cardullo libero.
Per Urbino c’è Brcic al palleggio, Kostic opposta, Santini e Negrini in banda, Thibeault e Leggs al centro con Carocci libero.

Primo set.

Samanta Fabris esulta con le compagne della L•J Volley

Samanta Fabris esulta con le compagne della L•J Volley

Parte con vigore il match per le padrone di casa che passano con Negrini e Kostic, mentre per la Liu•Jo è subito chiamata in causa Piccinini. 7-4 Urbino quando entra prepotentemente in gara Heyrman che, cavalcata da Rondon, mette a terra con continuità il pallone in fast e le bianconere si portano a condurre. Tre le lunghezze sul 9-12 al time out tecnico firmato dall’attacco di seconda di Rondon su azione di contrattacco. Si accende con due punti consecutivi al ritorno in campo anche Fabris, Modena scappa a +5, ma Urbino ricuce e vanifica con due evidenti errori difensivi che costringono coach Micoli al time out sul 12-16. Si continua fino al 15-19 sancito dall’attacco di Rondon e si va anche 15-20 per le proteste del dirigente marchigiano in panchina che nell’ordine riceve cartellino giallo, rosso e poi viene espulso per il resto dell’incontro a causa delle reiterate e plateali proteste. Finisce qui, di fatto, il parziale con la Liu•Jo che allunga fino al 18-25 finale firmato Fabris.

Secondo set.
ornamodena22jpg_1739_1390928625.jpgSi riparte con i soliti sestetti, Ruseva regala il primo punto a Modena e Piccinini porta la gara subito sullo 0-3. Urbino ricuce quando trova Negrini in posto quattro e, talvolta, Kostic da prima e seconda linea. Un parziale bianconero di 3-0, che regala il 6-10, convince coach Micoli a fermare subito il gioco ed al rientro in campo Leggs trova solo la rete in fast. E’ in controllo la Liu•Jo e contiene i tentativi di rimonta avversari in un po’ con Piccinini, un po’ con un’ottima organizzazione difensiva e un po’ con Ruseva a tratti dominante sotto rete. La pipe di Fabris per il 12-17 porta al secondo time out discrezionale per Urbino e il set sembra avviarsi alla sua conclusione senza grossi scossoni. Un errore in battuta di Rousseaux, un fallo di formazione e un fortunoso ace di Leggs che pizzica il nastro e fa cadere il pallone al di là della rete riporta, però, l marchigiane a contatto sul 20-21. Time out per coach Chiappafreddo e dentro Perinelli a rinforzare la seconda linea proprio per la compagna di reparto belga. La giovane classe ’95 è subito chiamata in causa e risponde presente con la pipe del 20-22, poi Maruotti, entrata in battuta per Ruseva, trova la rete, ma due punti di capitan Piccinini e la fast di Heyrman chiudono i conti sul 21-25.

Terzo set.
liu-joforli-terzo-set-047jpg_1393_1387904057.jpgAvanti Urbino 3-1 in avvio di terzo parziali con i soliti sestetti dell’avvio riconfermati. La Liu•Jo, però, chiude subito il piccolo divario e si riporta avanti sfruttando le proprie attaccanti esterne. 3-6 dopo l’attacco out in fast di Thibeault e subito time out per coach Micoli. Heyrman mura a uno la pipe di Kostic per il 4-8 e arriva il cambio di opposto per le padrone di casa con l’ingresso di Escobar che firma quasi subito il punto del 6-9. Rondon in questo terzo parziale inizia a cavalcare con più costanza anche Rousseaux, meno impegnata nei set precedente, e la belga risponde presente mettendo a terra palloni importanti in cambio palla. Proprio una sua diagonale che passa in mezzo al muro regala l’8-12 del time out tecnico ed al rientro in campo Modena allunga ancora con il muro di Ruseva. La centrale bulgara si ripete nell’azione successiva e poi in primo tempo firma il 9-15. Con il passaggio in seconda linea di Rousseax coach Chiappafreddo inserisce ancora Perinelli e poi è il turno di Maruotti in battuta per Ruseva che trova l’ace del 10-17. Arriva ancora un muro, con Heyrman, per il 10-18 e coach Micoli si gioca il secondo stop nel set dopo aver reinserito anche Kostic in posto due. E’ un finale in controllo per Modena che, però, abbassa la tensione proprio a pochi passa dalla meta. Dal 13-22, punto su punto, Urbino accorcia e arriva fino al 18-23 firmato da Negrini. Coach Chiappafreddo ferma tutto, al rientro in campo Santini batte out e al secondo match point Ruseva chiude per il 19-25 che regala nuovamente i tre punti a Modena.

chiappafreddo2Il commento di coach Chiappafreddo: “Abbiamo raccolto un bel 3-0 dopo un periodo non positivo. Siamo stati bravi a gestire i momenti importanti, abbiamo giocato con un pizzico di spavalderia e soprattutto quella lucidità che ci ha permesso di vincere la partita. Urbino ha sbagliato poco, sono squadra che difende molto, ma tutto questo lo sapevamo e sapevamo anche che dovevamo affrontare una partita difficile, anche perché in casa loro sono molto temibili. La nostra crescita? Abbiamo cercato di alzare il contrattacco in cui ultimamente commettevamo un po’ troppi errori, stasera lo abbiamo gestito bene ed è uscita una buona partita. La trasferta di Frosinone? E’ un’occasione importante per continuare su questa strada, di lavoro, umiltà e voglia di fare”.

La palleggiatrice Giulia Rondon: “Sono contenta perché abbiamo portato a casa tre punti importanti per la nostra classifica e anche per ritrovare la spinta giusta in vista delle prossime partite. La mia prova? C’è ancora da migliorare tante cose, lavorare tanto, ma abbiamo ancora partite per poter cercare i nostri giochi e ed i nostri equilibri. Adesso andiamo a Frosinone, sarà un’altra trasferta da cui dovremo portare a casa altri tre punti per rimanere in alto in classifica”.

La centrale Hristina Ruseva: “E’ difficile essere sempre perfetti, ma importante è che noi cerchiamo sempre il nostro modo di giocare, che ci divertiamo e che giochiamo insieme perché la pallavolo è un bellissimo sport. Queste situazioni di difficoltà dell’ultimo periodo sono normali, l’importante è che alla fine si faccia bene e che stiamo in campo come fatto oggi. Quando siamo concentrate e pensiamo al nostro gioco questo è il risultato. La trasferta di Frosinone? Adesso dobbiamo dimenticare questa partit1a, guardare avanti e vediamo cosa succede a Frosinone. L’importante come detto prima è che giochiamo insieme e ci divertiamo”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: domenica 16 marzo, alle ore 18 presso il Palasport Città di Frosinone, settima giornata di ritorno di Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra IHF Volley Frosinone e Liu•Jo Modena.


Andrea Lolli
Ufficio Stampa L•J Volley