Mondiale U20: Tutto facile per l’Italia contro l’Egitto

nicoletti orroCaguas. Nessun problema per le azzurre, che hanno vinto il secondo incontro del loro Mondiale U21 superando in scioltezza il modesto Egitto.

Per il tecnico tricolore Luca Cristofani è stata l’occasione buona per utilizzare tutte le ragazze a sua disposizione, fargli assaporare l’aria del Mondiale, valutare lo stato di forma generale.

Top scorer di giornata, ancora una volta, Paola Egonu (10), bene anche Guerra (8) e D’Odorico (8). in evidenza anche l’alzatrice Orro che ha siglato a sua volta 8 punti di cui ben 4 a muro.

Domani all’1.30 di notte la sfida con il Giappone che servirà ad indicare la vincente del raggruppamento: azzurre e nipponiche sono già qualificate per la fase successiva.

ITALIA-EGITTO 3-0 (25-15 25-15 25-18)

ITALIA: Guerra 8, Danesi 7, Orro 8, Egonu 10, Bonifacio 2, Nicoletti 7, De Bortoli (L), Bonvicini, Cambi 1, D’Odorico 8, Berti 3, Zanette 6. all. Cristofani.
EGITTO: Moustafa 1, Mohamed 1, Badawy 8, Almohandes 8, Farag 2, Ebrahim 2, Nadim (L), Mahmoud, Tawfik, Ashmawy. Non entrata: Hussein. All. Fathy

ARBITRI: Pare (Cmr) e Perez (Pur).

Durata set: 22, 28, 22.
Italia: bs 9, a 7, m 7, er 12.
Egitto: bs 7, a 3, m 3, er 26.

RISULTATI – Pool C: Giappone-Cina Taipei 3-0; Italia-Egitto 3-0
CLASSIFICA – Pool C: Italia e Giappone 2 vittorie, Egitto e Cina Taipei 0.
PROSSIMO TURNO – Pool C: Italia-Giappone (ore 01.30); Cina taipei-Egitto.

Come sempre in conferenza stampa Sofia D’Odorico e Luca Cristofani commentano la gara: “E’ stata una buona opportunità per tutte noi scendere in campo contro questo avversario, siamo molto felici della vittoria ma adesso dobbiamo pensare alla sfida contro il Giappone”. “La squadra ha giocato in modo intelligente – commenta il tecnico azzurro – e ha controllato la gara in tutti i reparti. Si è creata l’opportunità di utilizzare tutte le giocatrici, e l’abbiamo sfruttata. Sono contento di aver raggiunto il primo dei nostri obiettivi, quello di esserci qualificate tra le prime otto squadre, e ora continueremo a sviluppare il nostro gioco”

foto FIVB