Niente da fare per il Club Italia a Modena

 Niente da fare per il Club Italia a Modena
Resta a bocca asciutta il Club Italia femminile nel turno infrasettimanale della Master Group Sport Volley Cup al PalaPanini: la Liu Jo Modena si impone con un netto 3-0, mantenendo sempre un ampio margine sulla squadra della Federazione Italiana Pallavolo e confermandosi imbattibile sul campo amico, dove fino a questo momento non ha ancora lasciato neppure un set. Meritatissima la vittoria della formazione di casa, superiore in tutti i fondamentali alle azzurrine.
Nei primi due parziali sono la battuta (5 ace) e il muro (8 punti) della Liu Jo a fare la differenza: il Club Italia soffre in ricezione ma riesce comunque a restare in partita fino al 16-12 nel primo set e al 21-17 nel secondo, grazie soprattutto a un’ispirata Paola Egonu e all’efficace servizio di Anastasia Guerra. Il terzo set si apre invece con un devastante break modenese sul servizio di Diouf (14-2); le azzurre hanno il merito di non disunirsi e, con l’aiuto di una serie di cambi, limitano i danni per il 25-15 conclusivo.
Nel Club Italia come detto la migliore è Egonu, autrice di 12 punti; male invece l’attacco al centro e quello dell’opposto, nonostante l’alternanza tra Piani e Zanette. Buono l’ingresso dalla panchina di Sofia D’Odorico e Alessia Orro. Di contro, prestazione eccellente quella della Liu Jo, guidata da una lucida Francesca Ferretti e trascinata a muro e in attacco da Raphaela Folie (MVP della gara) e Laura Heyrman; Valentina Diouf, dopo un inizio sottotono, si è resa pericolosa soprattutto al servizio.
Chiuso il trittico di gare “terribili” contro Novara, Piacenza e Modena, il Club Italia torna ora a Milano per preparare il prossimo incontro di domenica 8 novembre, sempre in trasferta, sul campo della Metalleghe Sanitars Montichiari.
La cronaca:
Nessuna variazione nelle formazioni iniziali rispetto alle previsioni della vigilia: il Club Italia ripropone lo schieramento visto all’opera contro Piacenza, con Vittoria Piani nel ruolo di opposto. Modena manda in campo il sestetto tipo con Diouf opposta a Ferretti, Heyrman e Folie al centro, Horvath e Di Iulio schiacciatrici e Arcangeli libero.
In avvio le azzurre riescono a mettere in difficoltà le padrone di casa con due attacchi vincenti di Egonu (2-3), ma la Liu Jo fa la voce grossa a muro andando a segno per ben 4 volte (7-4) e spingendo Lucchi a chiamare time out. Al rientro in campo le cose non cambiano e il parziale resta aperto fino al 10-4, con altri due muri di Horvath e Ferretti. Egonu ferma Diouf per il 13-9 e Piani mette a segno il 16-12, ma Modena non trema e scappa sul 20-13 con l’ennesimo muro di Heyrman. Nel finale il Club Italia si fa vivo con un minibreak sul servizio di Guerra (22-17); la Liu Jo guida però con tranquillità e chiude 25-18 grazie all’errore in battuta di Berti.
In apertura di secondo parziale le ospiti si scontrano con la battuta di Diouf (4-2) e con grandi difese da parte della Liu Jo, che va subito in fuga sul 6-3. Il Club Italia non molla e recupera fino al 7-6 con i muri di Berti e Guerra, ma subisce un nuovo break firmato da Folie in attacco e in battuta per il 13-8. Tra le modenesi sale di tono anche Diouf, protagonista per il 16-10; Lucchi ferma il gioco sul 18-12 e prova il doppio cambio con Orro e Zanette. Ancora una volta è il turno di servizio di Guerra, insieme all’attacco di Egonu, a regalare al Club Italia il controbreak del 21-17; gli errori della stessa Guerra e di Berti e il muro di Folie procurano però alla Liu Jo il set point, trasformato ancora da Folie per il 25-18.
Il Club Italia conferma Elisa Zanette nel sestetto titolare per il terzo set. Modena sembra però inarrestabile e, trascinata dalla solita Folie, vola sul 7-1 malgrado il time out chiamato dalla panchina azzurra. Entrano prima Orro, poi D’Odorico e Piani, ma le difficoltà per le ospiti continuano mentre Diouf macina punti al servizio per il 13-2. Egonu e D’Odorico interrompono il digiuno di punti del Club Italia (19-8) e la stessa Egonu, con due ace, guida le azzurre a un parziale di 0-5 per il 23-15. Dopo il time out chiamato da Beltrami, comunque, ci pensa Horvath a mettere fine all’incontro con il punto del 25-15.
I commenti:
Sofia D’Odorico: Oggi Modena si è dimostrata davvero una bella squadra. Il nostro errore è stato forse pensare troppo alle avversarie; dobbiamo concentrarci di più su noi stesse, evitare gli errori e mantenere quell’attenzione che ci serve per sopperire all’inevitabile inesperienza. Alle mie compagne a fine partita ho ricordato di non farsi prendere dalla tensione: siamo qui per crescere e fare esperienza, non dobbiamo avere timori.”
Cristiano Lucchi: “La Liu Jo non ci ha preso sottogamba, Novara e Piacenza ci avevano lasciato qualche spazio in più mentre loro sono partite fortissimo e non hanno mollato fino alla fine. Da parte nostra mi è piaciuto ancora l’approccio: iniziamo sempre bene, poi la superiorità tecnica e d’esperienza delle avversarie si fanno sentire. Dobbiamo migliorare nella tenuta. Prendiamo comunque quello che di buono è stato fatto a livello di reazione: queste partite sono una grande opportunità per crescere, imparando dalle situazioni difficili e trovando in corsa le soluzioni per uscirne. L’importante è non demoralizzarsi mai”.
Liu Jo Modena-Club Italia 3-0 (25-18, 25-18, 25-15)
Liu Jo Modena: Bertone ne, Gamba, Rivero ne, Heyrman 9, Di Iulio 7, Folie 16, Galeotti ne, Arcangeli (L), Ferretti 3, Diouf 9, Scuka ne, Horvath 7. All. Beltrami.
Club Italia: Bonvicini, Malinov, Spirito (L), D’Odorico 1, Egonu 12, Orro, Piani 5, Danesi 2, Guerra 7, Botezat ne, Berti 6, Minervini (L) ne, Zanette 1. All. Lucchi.
Arbitri: Lot e Puecher.
Note: Modena: battute vincenti 8, battute sbagliate 8, attacco 42%, ricezione 58%-31%, muri 13, errori 19. Club Italia: battute vincenti 2, battute sbagliate 7, attacco 28%, ricezione 54%-30%, muri 5, errori 31.