Obiettivo Risarcimento Vicenza non si sblocca

L’Obiettivo Risarcimento non si sblocca
La Crovegli passa in 4 set

Obiettivo Risarcimento – Crovegli Reggio Emilia 1-3 (20-25, 25-21, 20-25, 22-25)
Obiettivo Risarcimento: Pastorello 13, Peretto 5, Sestini 11, Lanzini (L), Milocco 18, Andreeva 9, Baggi 11, Ghisellini 1, Fiori, Fronza 4, Cialfi. All. Rossetto
Crovegli: Belfiore 11, Giorgi (L1), Vujco, Cirilli 11, Gennari (L2), Bussoli, Losi ne, Lancellotti 2, Catena 11, Assirelli 9, Polak 10, Soraia 17. All. Baraldi
Arbitri: De Sensi di Lamezia Terme e Sessolo di Treviso

Rossetto aveva messo in guardia tutti: una partita difficile con una squadra affamata di punti, con il morale alle stelle e rinforzata rispetto all’andata. E così è stato, con la Crovegli che ha messo in campo tutta la sua determinazione. Non è bastata una prestazione maiuscola a muro per fermare le emiliane, che con questa vittoria abbandonano la zona rossa della classifica, mentre le biancoblu perdono ancora terreno dall’obiettivo settimo posto.

Obiettivo Risarcimento in campo con Ghisellini-Andreeva a formare la diagonale palleggiatrice-opposto, Pastorello, Sestini al centro, Milocco e Baggi in banda, Lanzini libero.

I primi 3 punti del match sono delle ospiti, Andreeva e Milocco pareggiano a quota 4, ma con Catena in grande spolvero la Crovegli va nuovamente a +3, incrementando poi a muro: 5-10. Rossetto stoppa il gioco e al rientro in campo Sestini toglie palla alle avversarie, Milocco trova l’ace e con una pipe riporta le biancoblu a -1, la parità arriva con l’ace di Ghisellini (12-12), ma la Crovegli risponde con la stessa arma e l’Obiettivo Risarcimento è falloso anche in attacco. Sul 16-21 entra Cialfi, Sestini recupera un punto, Andreeva annulla una palla set, Pastorello respinge l’attacco successivo, ma le emiliane coprono a attaccano per il 20-25.

Il secondo parziale inizia decisamente meglio per le biancoblu, che si portano immediatamente sul 5-1, salvo poi subire in ricezione per il 5-5, prima che Andreeva riesca ad effettuare il cambio-palla. Miloocco spinge al servizio e viene premiata con i due ace che valgono il 10-6. Pastorelllo manda le biancoblu alla pausa tecnica ancora a +4 e al ritorno in campo firma a muro il tredicesimo punto; nella metà campo emiliana c’è confusione e l’Obiettivo Risarcimento ne approfitta per allungare fino al +9 (20-11). Fiori entra in seconda linea per Andreeva, ma le biancoblu subiscono nuovamente in ricezione e non trovano il campo in attacco, facendo tornare in corsa la Crovegli che firma un break di 6-0. Milocco fa respirare le biancoblu, Pastorello a muro firma il ventiquattresimo punto e Andreeva chiude: 25-21.

Al ritorno in campo l’equilibrio regna sovrano, con le due squadre che danno spettacolo in difesa. Sull’8-7 Peretto prende il posto di Andreeva ed è lei a firmare il primo break sul 19-17, ma il finale di set è tutto delle ospiti, con Cirilli infermabili e a niente valgono i due time out chiamati da Rossetto: 20-25.

L’Obiettivo Risarcimento torna in campo con Cialfi in regia in diagonale con Peretto, mentre al centro c’è Fronza al posto di Sestini ed è proprio la centrale ligure a firmare il primo punto del set. L’avvio sorride alle ragazze di Rossetto, che si protano sull’8-4 con un attacco Peretto da seconda linea, respingono il tentativo di recupero delle avversarie e tengono la testa avanti fino all’11-8. La Crovegli cresce a muro, fondamentale con il quale pareggia a quota 13 e compie il sorpasso sul 15-16. Le biancoblu subiscono in ricezione, entrano Ghisellini ed Andreeva, ma ormai le emiliane sono a +4 e raccolgono ogni pallone in difesa. Milocco a muro tenta il recupero (21-23), Andreeva annulla la prima palla match, ma alla seconda Cirilli mette palla a terra.

Domenica prossima altro match che si preannuncia di fuoco contro Gricignano, ora penultimo proprio insieme alla Crovegli.

Alida Pretto
Ufficio Stampa Volley Towers