PAGGI E BARUN CONTRO I PERICOLI DEL WEB

“UNA VITA DA SOCIAL”: PAGGI E BARUN CONTRO I PERICOLI DEL WEB

Muriamo e attacchiamo anche i pericoli del web. Con Paola Paggi e Katarina Barun. Che si sono schierate al fianco della Polizia di Stato per guidare i ragazzi verso un uso intelligente dei Social Network.

Nella piazza di Seriate, insieme al centrocampista dell’Atalanta Marco D’Alessandro, le rossoblù della Foppapedretti hanno detto la loro ai tanti studenti che hanno incontrato le forze dell’ordine impegnate in una campagna itinerante partita da Napoli lo scorso 28 settembre per educare alla legalità e per sensibilizzare sui rischi e i pericoli connessi all’utilizzo della rete internet. Una campagna denominata “Una vita da social”.

Il progetto, che copre tutto il territorio nazionale, accoglie i visitatori nelle piazze, utilizzando un truck allestito con tecnologie di ultima generazione, e illustra a studenti, docenti e genitori le principali insidie del web.

Davanti al Questore di Bergamo Girolamo Fabiano e al Dirigente Scolastico Patrizia Graziani, Paggi e Barun hanno auspicato che il dilagante fenomeno del cyberbullismo e di tutte le varie forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie, non avvengano più.

“Credo che siate persone intelligenti – ha detto Paggi ai ragazzi – per utilizzare i social nel miglior modo possibile. Io li utilizzo perché è divertente e immagino che anche voi navighiate molto. Vi chiedo solo di farlo con grande intelligenza. Vi chiedo solo questo perché è importante. Potete utilizzarli tutte le volte che volete, basta che usiate la testa”.

“Sì, usateli, – ha sottolineato anche Barun – ma usateli bene. E se vi sembra di incontrare qualche pericolo, rivolgetevi subito alla Polizia”.