Pirola: “Il Palayamamay è la nostra casa e come tale va difesa con l’aiuto di tutti”

Pirola: “Il Palayamamay è la nostra casa e come tale va difesa con l’aiuto di tutti”

Netta e senza mezzi termini la presa di posizione di Unendo Yamamay Busto Arsizio nei confronti dei tifosi che hanno lanciato in campo tre bottigliette d’acqua al termine della partita contro la Liu-Jo Modena. “E’ un episodio gravissimo” – interviene il Presidente Giuseppe Pirola – “che vogliamo in tutti i modi condannare. Mai si era visto un atteggiamento così antisportivo, becero e potenzialmente violento nel nostro Palayamamay. Si tratta di un episodio isolato certo, che nulla ha a che vedere con il comportamento dei nostri sostenitori più fedeli, la cui correttezza è sempre stata esemplare. Non possiamo però rimanere impassibili. Questa è la casa dello sport, delle famiglie e del divertimento: chi non lo capisce stia a casa, non ne sentiremo la mancanza. Questi gesti ci pugnalano il cuore e sono una ferita per la storia della nostra società, che da sempre è presa a modello di comportamento. Chiediamo scusa a tutto il movimento per l’accaduto e ci auguriamo di non dovere più intervenire su questi argomenti: ogni decisione arbitrale, anche se evidentemente errata, va accettata. In ogni caso dalla prossima partita casalinga le bottiglie di plastica vendute nei bar del palazzetto saranno distribuite senza il tappo“.