Pomì Casalmaggiore vince al tie break contro il Club Italia

CLUB ITALIA – POMI’ CASALMAGGIORE = 2-3 (13-25; 25-22; 25-22; 15-25; 13-15)

CLUB ITALIA: Bonvicini ne, Malinov 1, Spirito (L), D’Odorico 10, Egonu ne, Orro, Piani 1, Danesi 6, Guerra 20, Botezat, Berti 11, Minervini (L), Zanette 20. All. Bonitta-Lucchi.

VBC Pomì Casalmaggiore: Bacchi 6, Lloyd 6, Sirressi (L), Cecchetto (L), Ferrara ne, Gibbemeyer 11, Cambi, Piccinini 1, Olivotto ne, Kozuch 18, Stevanovic 17, Tirozzi 23, Rossi Matuszkova 1. All: Barbolini.

Arbitri: Canessa – Zanussi

_DSC2140Busto Arsizio (Va), 22 dic. 2015
Pomì Casalmaggiore vince ancora al tie-break: 2-3 al termine di un match tiratissimo con un Club Italia mai domo. I set lasciati per strada a Busto Arsizio non consentono alle rosa casalesi di laurearsi campionesse d’inverno; ma il provvisorio secondo posto lascia inalterate le ambizioni: il titolo che conta sarà assegnato solo a giugno.
La cronaca del match. Pomì, strepitosa nel primo set, chiude in venti minuti con un perentorio 13-25. Mai però dare per scontato un successo nel campionato italiano: Club Italia (composto dai migliori giovani virgulti prodotti dai vivai della Penisola) riesce infatti nel secondo e terzo parziale a far fruttare talento e organizzazione di gioco, approfittando anche di qualche momento di appannamento e confusione della Pomì. Tra le azzurre, implacabili Zanette e Guerra (il cartellino della quale è proprietà di Casalmaggiore). Poco produttivi alcuni cambi (Piccinini per Bacchi, la diagonale Cambi-Matuszkova per Lloyd-Kozuch) tentati da mister Barbolini per frenare l’inerzia del match.
Sotto per 2-1, la Pomì si ricorda di essere la prima della classe e ritorna in cattedra, con Stevanovic e Tirozzi su tutte.
Per la seconda volta di seguito si va al tie-break. Ed il match risulta altalenante e combattuto sino in fondo: Pomì, subito in vantaggio 5-10, si porta sull’8-12; sembra fatta, ed invece Club Italia risale sino al 13-14. Ancora una volta è Bacchi a mettere a terra il pallone che vale la partita.
Imoco Conegliano chiude il girone d’andata con 27 punti in classifica (come Pomì Casalmaggiore, ma con un migliore quoziente set) ed il titolo ufficioso di Campione d’inverno. Le trevigiane sono in questo momento forse più brillanti delle casalesi: lo dimostra pure il secco 3-0 casalingo rifilato stasera al Bisonte Firenze, contro il sofferto 3-2 con cui Pomì si era imposta sulle toscane solo tre giorni prima. Ma il campionato è ancora lungo.
La classifica al giro di boa definisce inoltre il cartellone dei quarti di Coppa Italia: Casalmaggiore (2°) ospiterà Scandicci (7°) il 17 febbraio, in gara unica valida per l’accesso alla final four.

I commenti. Massimo Boselli Botturi (presidente Pomì): «Abbiamo forse commesso l’errore di lasciare a lungo il pallino del gioco nelle mani del Club Italia: soffriamo troppo quando non prendiamo l’iniziativa; quando invece dettiamo il gioco, non temiamo nessuno».

Note.
Durata set: 20’, 27’, 26’, 24’, 17’.
Muri: Club Italia 11, Pomì 9.
Battute vincenti: Club Italia 2, Pomì 10.