Preolimpico femminile: Italia quarta vittoria

Preolimpico femminile: Italia quarta vittoria (3-0 al Perù)
Tokio. Continua spedita la marcia delle azzurre nella Qualificazione Olimpica. La squadra di Bonitta ha colto, a spese del Perù, la quarta vittoria in altrettante gare, avvicinando ulteriormente il suo traguardo: la partecipazione ai Giochi Rio 2016.
il successo colto contro le sudamericane è stato netto e meritato, ottenuto dopo qualche errore di troppo in avvio compensato da una prestazione in crescendo che ha permesso a diverse azzurre di siglare molti punti (18 Chirichella, 15 Egonu schierata come opposto, 14 Sylla). Dall’altra parte della rete un Perù non proprio competitivo aggrappato alla sua migliore attaccante Angela Leyva, che con le sue schiacciate in diagonale ha spesso spiazzato il baluardo difensivo italiano.
L’Italia è partita malino, ma poi dall’11-14, con Del Core al servizio è volata avanti nel punteggio sino al 18-14. Da qual momento in poi non c’è stata più match.
Bonitta ha tenuto a riposo Ortolani, poi nel finale ha tolto anche Del Core, elementi importanti, che saranno essenziali nei prossimi due match che si giocheranno dopo la giornata di riposo di domani: con l’Olanda e con il Giappone, decisivi soprattutto per il vertice della classifica (che l’Italia occupa attualmente solitaria a punteggio pieno) più che in chiave qualificazione, che l’Italia potrebbe sigillare, nel male augurato caso di due battute d’arresto, nell’ultima gara contro il modesto Kazakhstan.
Contro il Perù Francesca Piccinini ha indossato per la 500ma volta in una gara ufficiale la maglia azzurra della nazionale A. Pur non entrando in campo la schiacciatrice toscana ha toccato un traguardo eccezionale che nella pallavolo italiana è inferiore soltanto alle 544 presenze di Eleonora Lo Bianco.
Monica De Gennaro:  “Era molto importante battere il Perù  che stava facendo bene ed aveva già conquistato due vittorie. Siamo partite un po’ contratte, poi abbiamo capito che se avessimo giocato ordinate avremmo portato a casa il risultato e così è stato”.
Cristina Chirichella: “Oggi abbiamo giocato molto bene come squadra. Il sistema muro-difesa ha funzionato e questo le ha messe un po’ in difficoltà. La stanchezza un po’ s’inizia a far sentire, e si è visto nell’inizio falloso che abbiamo fatto, però poi abbiamo trovato il ritmo che serviva e ce l’abbiamo fatta a vincere”.
ITALIA-PERU 3-0 (25-19 25-16 25-17)
ITALIA: Orro 1, Del Core 8, Chirichella 18, Egonu 15, Sylla 14, Guiggi 5, De Gennaro (L),  Danesi , Gennari 1. Non entrate:  Ortolani, Centoni, Malinov, Piccinini, Sirressi (L). All. Bonitta.
PERU: Munoz 1, Frias 4, Uribe 4, Rueda 1, Leyva 17,  Yilescas 2, Palacios (L), Regalado 4, Machado. Non entrate:  Egoavil, , Almeida, Urrutia, Palma, Gomez. All. Marasciulo.
ARBITRI: Boudaya (Tun) e Shahmiri (Irn)
Durata set:  24, 21, 24.
Italia: bs 7, a 4, mv 15, et 12.
Perù: bs 5, a 0, mv 0, et 8.
RISULTATI – 1a giornata – 14 maggio: Corea del Sud-Italia 1-3; Thailandia-Dominicana 3-1; Kazakhistan-Olanda 1-3; Giappone-Perù 3-0. 2a giornata – 15 maggio: Italia-Thailandia 3-1; Perù-Dominicana 3-0; Olanda-Corea del Sud 0-3; Giappone-Kazakhistan 3-0. 3a giornata – 17 maggio: Kazakhistan-Perù 1-3; Dominicana-Italia 0-3; Thailandia-Olanda 0-3; Corea del Sud-Giappone 3-1.  4a giornata – 18 maggio: Perù-Italia 3-0 (25-19 25-16 25-17); Kazakhistan-Corea del Sud 0-3 (16-25 11-25 21-25); Olanda-Dominicana 3-0 (25-22 25-18 25-21); Giappone-Thailandia.
CLASSIFICA – Italia 4 vittorie (12 punti), Corea del Sud 3v (9p), Olanda 3v (9p), Giappone 2v (6p), Perù 2v (6p), Thailandia 1v (3p); Kazakhstan 0v (0p). Dominicana 0v (0p),
CALENDARIO  5a giornata – 20 maggio: Thailandia-Kazakhistan; Corea del Sud-Perù; Italia-Olanda (ore 08.30); Giappone-Dominicana. 6a giornata – 21 maggio: Corea del Sud-Thailandia; Kazakhistan- Rep. Dominicana; Perù-Olanda; Italia-Giappone (ore 12.10). 7a giornata – 22 maggio: Rep. Dominicana – Corea del Sud; Thailandia – Perù; Italia-Kazakhistan (ore 8.30); Olanda – Giappone.
Nota: gli orari indicati sono quelli italiani
FORMULA – La competizione, che si svolge con la formula del round robin (tutti contro tutti) e qualificherà per Rio 2016 la prima asiatica in classifica e le tre migliori formazioni della graduatoria finale.
TELEVISIONE – Tutte le gare della nazionale azzurra saranno trasmesse in diretta da RaiSport.
Facebook