Presentata ufficialmente la Liu•Jo Nordmeccanica

E’ stata presentata ufficialmente la Liu•Jo Nordmeccanica

E’ stata presentata ufficialmente questa mattina la Liu•Jo Nordmeccanica Modena, la nuova realtà pallavolistica che difenderà i colori cittadini in Italia ed in Europa nelle prossime stagioni. Nella Sala di Rappresentanza del Comune di Modena è stato svelato alla città il nuovo organigramma societario, la squadra e lo staff tecnico che lavoreranno per conquistare risultati importanti su tutti i fronti in cui si lotterà. A dare il benvenuto alla nuova proprietà e a tutti i presenti, facendo gli onori di casa, è stato l’Assessore allo Sport Giulio Guerzoni, che ha evidenziato come questo nuovo accordo sia un passo avanti per il futuro di Modena e come, allo stesso modo, la società nascente dovrà lavorare sul territorio per riscuotere i consensi della piazza.

Poi i saluti ed il virtuale passaggio di consegne del Presidente di Liu•Jo Vannis Marchi, che ha sottolineato le difficoltà che avrebbe avuto la società a garantire un alto livello di competitività a fronte degli investimenti sempre più importanti che anche nell’ultima stagione stanno caratterizzando il mercato di altri club.

Per quanto riguarda la nuova proprietà, invece, il primo a prendere la parola è stato il Presidente Onorario, Ing. Antonio Cerciello per tutti i ringraziamenti di rito e per promettere alla città che dopo le vittorie raccolte a Piacenza l’obiettivo è ripetersi anche sotto la Ghirlandina.

Il Presidente effettivo, Ing. Vincenzo Cerciello, ha spiegato i motivi dell’arrivo sotto la Ghirlandina: “Siamo molto contenti di venire a Modena, di poter giocare al PalaPanini. Siamo qui perché più volte abbiamo espresso le problematiche avute a Piacenza e su cui non voglio più tornare perché voglio guardare solo al futuro. Si è creata la possibilità di un avvicinamento fra il gruppo Nordmeccanica e il gruppo Liu•Jo, che ci ha convinto a trasferirci a Modena allestendo un progetto triennale, che ci ha molto entusiasmato e da qui è nata la decisione. Da una chiacchierata di cinque minuti abbiamo approfondito le tematiche e da qui è nato tutto”.

E poi le ufficialità relative alla squadra: “Come ogni anno i presupposti sono quelli di fare una squadra vincente, che possa affrontare nel miglior modo possibile tutte le competizioni che ci vedranno impegnati l’anno prossimo ovvero Champions League, Coppa Italia e campionato. Abbiamo cercato di prendere le migliori giocatrici nelle due squadre, come ogni anno con il nostro allenatore, che è Lorenzo Micelli, abbiamo creato una squadra omogenea, che abbia senso anche da un punto di vista tecnico e che sia bilanciata nelle posizioni. Dalla squadra di Modena abbiamo confermato Ferretti al palleggio ed Heyrman al centro, mentre da Piacenza ci sono Belien, Marcon e Leonardi. A queste si aggiungono Ozsoy in posto quattro, Brakocevic come opposto poi per il resto non parlerei di panchina, abbiamo dodici giocatrici molto forti come Bianchini, Valeriano, Garzaro, Petrucci e Caterina Bosetti, quest’ultimo è un altro innesto molto importante. Come detto sono tutte giocatrici che credo possano giocare da titolari, lo abbiamo fatto per dare la possibilità all’allenatore di trovare le possibili migliori soluzioni di gioco in ogni competizione che affronteremo l’anno prossimo”.

Infine il nuovo tecnico Lorenzo Micelli: “Le ambizioni sono tante, ma anche le responsabilità e questo è stato il primo stimolo per tornare in Italia. Due club si uniscono in una città come Modena, tra le pioniere del volley e per questo saremo sicuramente sotto i riflettori. Tornare non era facile visto tutto il lavoro che si fa anche all’estero, ma in questo momento c’era questa grandissima chance e non ci ho pensato due volte. La squadra sarà nuova, con giocatrici malleabili, ma di grandi qualità. Abbiamo talenti un po’ in tutto il roster, penso di aver costruito insieme al club una squadra di tutto rispetto. Le nostre ambizioni sono grandi, dobbiamo lottare sicuramente per vincere su tutti i fronti, ma con un’attenzione soprattutto all’Italia, dove c’è sempre molto equilibrio e siamo 5-6 squadre tutte molto vicine a noi. Questo credo sia uno dei primi target da avere, fare bene assolutamente in Italia e poi, anche con un pizzico di fortuna che ci vuole sempre, bisognerebbe far bene anche in Europa”.