Primo Nola battuta al PalaMerliano

Cala il sipario sul 2013 con la decima sconfitta consecutiva in campionato contro la corazzata partenopea. Il direttore generale Guido Pasciari: “Sconfitta netta, ma siamo felici per gli esordi di tante giovanissime atlete”. Al termine della sfida è andato in scena il tradizionale scambio degli auguri natalizi negli spogliatoi

Si chiude con una sconfitta il 2013 della Primo Nola. Il giovanissimo team bruniano allenato da coach Girolamo Buono ha infatti incassato il decimo ko consecutivo contro la Megaride Napoli nella sfida valida per la decima giornata del campionato di B2 (girone H). Contro una delle squadre meglio attrezzate della prima serie nazionale, le ragazze della Primo hanno resistito solo 1 set prima di soccombere con un netto 0-3 fortemente penalizzate anche dalle assenze delle due centrali titolari, Chiara Palazzolo (classe ’97) e Stella Trinchese, e del capitano Alessandra Pasciari in regia. Il 2013 della Primo Nola si chiude con 2 punti in classifica e con la consapevolezza di aver dato spazio a tante giovanissime pallavoliste in un contesto nazionale. Nella lunga e “verdissima” lista degli esordi in B2 si sono infatti aggiunte la centrale Maria Di Marino (classe ’97) e Simona Ruotolo (classe 2000) che hanno assaggiato la prima serie nazionale nella sfida con la corazzata Megaride Napoli.

La Primo Nola, fortemente rimaneggiata per via degli infortuni (out Trinchese, Palazzolo e capitan Pasciari), ha retto l’onda d’urto della corazzata Megaride Napoli nel primo set in cui le partenopee sono state costrette a sudare più del previsto prima di chiudere i conti 20-25. Tutt’altra storia i due seguenti parziali nel corso dei quali coach Buono ha deciso di concedere spazio a Maria Di Marino a centro e alla “baby” Simona Ruotolo (classe 2000). Segnali eloquenti del nuovo che avanza e della lungimiranza del progetto bruniano che non sarà certo messo in discussione dal 13-25 e dall’8-25 con cui la Megaride delle super Sannino, Liguori e Pichierri si è imposta al PalaMerliano. Al termine del match la squadra, i tecnici e i dirigenti si sono ritrovati per il tradizionale scambio degli auguri.

Archiviato un 2013 comunque assolutamente da incorniciare, il direttore generale del Nola Città dei Gigli a.s.d., Guido Pasciari, si è detto già proiettato a gennaio, quando riprenderà il cammino in campionato del giovanissimo team bruniano: “Quella con la Megaride, come da pronostico, è stata una sconfitta netta e senza possibilità di appello – ha dichiarato il dg bruniano – ma tenendo conto delle assenze, possiamo comunque ritenerci soddisfatti del fatto che in una circostanza tanto probante abbiamo trovato il modo di far esordire altre due giovanissime atlete, Ruotolo e Di Marino, a dimostrazione del senso che abbiamo dato e daremo a questo campionato.Nel porgere i più sinceri auguri di un sereno Natale e un buon anno nuovo a tutti i nostri tifosi, e in generale alla città di Nola, voglio ricordare proprio questo: il nostro è un progetto a lunga “gittata”. I risultati, che speriamo arriveranno, cominceremo a coglierli tra qualche tempo – ha concluso Pasciari – bisogna solo essere pazienti e credere nel nostro lavoro”.

Primo Nola – Megaride Napoli 0-3
(20-25; 13-25; 8-25)
Primo Nola: Angelillo E., De Martino (C), De Sena, Di Marino, Ferrante, Foglia, Lucariello, Paura, Prisco, Rinaldi, Ruotolo, Tafuro (L), Angelillo A. (L). All. Buono
Megaride Napoli: Coppola, De Giorgio, Esposito, Imperato (C), Liguori S., Liguori R., Muzio, Pelella, Pichierri, Sannino, Siesto, Musella (L). All. Loparco
Arbitri: D’Argenio (Comitato Provinciale di Avellino) e Giova (Comitato Provinciale di Avellino
Note: spettatori 300 circa, durata complessiva 1h e 06’

Nicola Alfano
Ufficio Stampa Nola Città dei Gigli a.s.d.