Quinta vittoria consecutiva per la Metalleghe Sanitars Montichiari

Corpora Gricignano Di Aversa        1

Metalleghe Sanitars Montichiari      3

(24-26, 25-22, 20-25, 15-25)

Corpora Gricignano: Russo 10, Drozina 1, Gabbiadini 4, Karalyus 11, Pascucci 21, Di Cecca 1, Repice 14, Faraone, Carrara (L). N.e.: Sannino, Vanni. All. Luciano Della Volpe

Metalleghe Sanitars Montichiari: Rebora 17, Dalia, Zanotto, Musti De Gennaro 20, Alberti 2,  Saccomani 11, Zampedri, Milani n.e., Kajalina 16, Serena 7. Lib: Portalupi. All: Barbieri.

Arbitri: Rossetti e Luciani.

Note: Gricignano: 2 battute punto e 11 errori, 49% di positività in ricezione e 7 errori, 35% in attacco e 10 errori, 8 muri punto. Montichiari: 4 battute punto e 6 errori, 53% di positività in ricezione e 4 errori, 39% in attacco e 10 errori, 16 muri punto.

Quinta vittoria consecutiva per la Metalleghe Sanitars Montichiari che torna dalla trasferta in Campania con un bottino di 3 punti: superando per 1-3 le padrone di casa della Corpora Gricignano di Aversa, Serena e compagne si portano a quota 18 punti e rimangono così in vetta alla classifica, sempre in compagnia di Monza: si allontana, invece, San Casciano, battuto da Pavia.

“La partita è andata molto bene – ha commentato Gianluca Zampedri, ds della Promoball Vbf -: giocare al Sud è sempre difficile, e Gricignano nei primi due set non ha mai mollato. Negli ultimi due parziali noi siamo cresciuti molto: complimenti soprattutto alle centrali e alla ricezione. Brava anche Kajalina, che sta migliorando fisicamente grazie al gran lavoro del preparatore Paolo Scatoli, del fisioterapista Roberto Foppoli e del dottor Pierfrancesco Bettinsoli. Dopo quest’ennesima prestazione convincente, la società è davvero contenta per come sta andando il campionato. Peccato per il secondo set: la squadra è calata molto in ricezione e in attacco, ma si è rimessa subito in piedi, dimostrando di avere carattere e di saper rimanere unita”.

“Inizialmente abbiamo faticato in difesa, poi abbiamo cominciato a giocare, ci siamo riprese e abbiamo vinto – ha poi dichiarato Anna Kajalina, autrice di 16 punti con il 35% in attacco a due settimane dal suo rientro dopo l’infortunio dell’11 ottobre -.  Non era facile: Gricignano è una buona squadra, che ha fatto molti punti soprattutto in fast. Io? Ho cominciato male, ho ancora bisogno di tempo per acquisire sicurezza, ma nel quarto set mi sono piaciuta”.

“Nei momenti decisivi siamo state più attente – ha poi affermato Natalia Serena -: abbiamo faticato soprattutto all’avvio, anche perché Gricignano si è comportato bene a muro,in difesa e anche in attacco. Nel terzo e nel quarto set, invece, noi abbiamo aumentato la pressione a muro e forzato la battuta: questo ci ha permesso di imporci. L’importante, comunque, era continuare la strisci a positiva, e ce l’abbiamo fatta”.

 

Le due formazioni – separate, alla vigilia della gara, da ben 12 punti – si sono date battaglia fin dal primo set: all’avvio, infatti, Montichiari soffre il difficile campo del Sud, permettendo alle padrone di casa di scappare prima sul 7-6 e poi sul 9-6. Le bresciane, allora, si rimboccano le maniche, riuscendo prima a portarsi sul -1 e poi a prendere nelle proprie mani le redini del gioco. Il sorriso sui volti delle biancorosse, però, svanisce subito: Gricignano, infatti, è determinatissima. Le casertane si riportano in vantaggio per 18-16, ma Serena e compagne non demordono. Ecco, infatti, un’altra reazione biancorossa che porta prima al 19-19 e poi al 24-24 pari: si lotta punto a punto, ma le ospiti sono inarrestabili e scappano sul 24-26. Nel secondo set la Metalleghe Sanitars scende in campo con lo spirito giusto volando subito sull’1-6. Dall’altra parte del campo, però, ci sono delle leonesse: la Corpora, infatti, si porta prima a -3 e poi recupera fino ad arrivare al 10-10: Montichiari spreca alcuni break di vantaggio, ed è quindi di nuovo battaglia tant’è che il tabellone segna 14-14, poi 17-17 e, infine, 21-21. Qui le campane mettono il turbo, e chiudono 25-22. L’avvio del terzo set è una fotocopia del precedente, con la Metalleghe Sanitars subito avanti e con Gricignano attento a non farla scappare troppo in là. Montichiari, però, si porta sul +3/+4/+5 ed è brava a mantenere il vantaggio malgrado la pericolosità delle avversarie: è 3-6, 8-12, 13-16, 17-21 e, infine, 20-25. L’inizio del quarto set è di nuovo di marca Metalleghe Sanitars, che senza troppi problemi si porta sul 3-11: le casertane questa volta non riescono né ad ingranare nè a trovare spazi, e Montichiari approfitta del loro momento no per spingere ancor di più sull’acceleratore. È dominio bresciano: 6-17, 15-25.

Lorena Turelli, addetto stampa Promoball Vbf