Serie C: Centro Ester Napoli, le mani sul campionato

Centro Ester Napoli, le mani sul campionato: 3-1 allo Scafati
Voluttoso out, le rossoblu vincono lo stesso. Vitale: “Squadra eccezionale”

Napoli – “La capolista se ne va”, cantano i tifosi esterini a fine gara mentre le giocatrici rossoblu festeggiano l’ennesima impresa di una stagione da incorniciare. L’impresa più bella, più gratificante, forse anche più inattesa, perché battere 3-1 lo Scafati nella sfida decisiva per il primato tenendo a riposo capitan Voluttoso ha davvero un sapore speciale. Non conosce ostacoli la formazione di Vitale, più forte della sfortuna, delle avversarie, di un calendario che di settimana in settimana propone uno scoglio più alto da superare. Sono ora cinque i punti di vantaggio sulle scafatesi quando al termine della regular season mancano cinque partite: un buon margine, ma – spiegherà Vitale – “non abbiamo ancora fatto niente e la stagione deve ancora entrare nel vivo”.

Voluttoso out, dunque. Il capitano, protagonista di un recupero prodigioso, fa il riscaldamento con le compagne ma poi si accomoda precauzionalmente in panca. Al suo posto in campo, come da previsioni, la giovane Mottola. Per il resto, sestetto tipo con Amati in palleggio, Imbimbo e Scalzone in banda, Nina e Galiero al centro, Canzanella libero. Scafati, che sogna il sorpasso, schiera Villani in cabina di regia, Stanzione opposto, Teresa Esposito e Piemonte schiacciatrici, Brunella Esposito e Salzano centrali, D’Auria libero. L’avvio è tutto di marca salernitana.

Il Centro Ester stenta a carburare, somma errori ad errori mentre le avversarie, in primis gli spauracchi Stanzione e Piemonte, mettono palle a terra con implacabile regolarità. Il punteggio finale del primo set è impietoso (15-25), ma le rossoblu hanno il merito di mantenere la calma. “Ho detto alle ragazze che non potevamo continuare a subire il gioco avversario, che occorreva sciogliersi e affrontare la gara senza paure”, dirà Vitale a fine match. Dal secondo parziale in poi, in effetti, è un’altra partita. In campo si rivede il Centro Ester dei giorni migliori, anzi una squadra ancora più famelica, grintosa, determinata del solito. Imbimbo si trasforma in una macchina da punti, Nina e Galiero fanno la voce grossa a muro, Scalzone e Mottola piazzano con costanza palloni chirurgici, mentre Amati e Canzanella si alternano in difese prodigiose e in appoggi col contagiri. Il secondo set non ha storia (25-16), il terzo viene ribaltato da una lunga serie al servizio di Amati che frutta un break di 7 punti (da 7-11 a 14-11, preludio al 25-18 di fine frazione), mentre il quarto si risolve in volata (25-19) nonostante un tentativo disperato di rimonta della Tecnocompositi.

“Non c’è stato bisogno di rischiare Voluttoso, tutte le ragazze hanno dato quel qualcosa in più che ci ha consentito di portare a casa una vittoria davvero importante”, gongola l’allenatore esterino. “Avevo chiesto alla squadra un’altra prova di carattere e sono stato accontentato. Tutte sono state eccezionali nel non far pesare più di tanto l’assenza di una giocatrice determinante come Carlotta e nel non far avvertire troppo la pressione a Rita Mottola, che è pur sempre una giovanissima. Ha vinto la squadra nella sua totalità, ma ora guai a sentirci appagati. Dobbiamo continuare così – conclude Vitale – anche perché il cammino verso la promozione è ancora lungo”.

Tabellino

Centro Ester Napoli-Tecnocompositi Scafati 3-1

Centro Ester: Amati 4, Mottola 5, Imbimbo 18, Scalzone 7, Nina 16, Galiero 11, Canzanella (L), Taglialatela ne, Voluttoso ne, Autiero ne. All. Vitale

Scafati: Villani 2, Stanzione 15, T. Esposito 7, Piemonte 10, B. Esposito 4, Salzano 5, D’Auria (L), Sorrentino 1, D’Ambrosio ne, Galasso ne, Domestico ne, Pecoraro ne. All. Giorgio

Note: parziali 15-25, 25-16, 25-18, 25-19. Durata set: 19’, 27’, 26’, 28’. Battute vincenti: Centro Ester 8, Scafati 5. Battute sbagliate: Centro Ester 9, Scafati 15. Muri punto: Centro Ester 5, Scafati 2. Spettatori 150 circa.

Rino Rino Dazzo
Addetto Stampa Pallavolo Centro Ester Napoli