Tuum Perugia, sfuma sul traguardo il colpaccio a Bologna

MT MOTORI ELETTRICI BOLOGNA – TUUM PERUGIA = 3-1
(23-25, 25-17, 26-24, 26-24)

BOLOGNA: Aluigi 21, Boriassi 10, Rubini 10, Gentili 9, Peluso 2, Vece, Severi (L1), Fiore 20, Rapisarda. N.E. – Aloisi, Sarego, Mazzini (L2). All. Alessandro Orefice e Davide Arnoldo.
PERUGIA: Catena 21, Mancuso 13, Cruciani 12, Baruffi 5, Puchaczewski 4, Ragnacci 2, Chiavatti (L1), Barbolini 12, Mearini 1, Cicogna, Di Romano. N.E. – Pani, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Paola Lops e Veronica Cardoville.
MT (b.s. 8, v. 4, muri 10, errori 12).
TUUM (b.s. 7, v. 8, muri 11, errori 21).

BOLOGNA – C’è rabbia ed amarezza nel clan della Tuum Perugia che torna a mani vuote dallo scontro di cartello della quarta giornata della serie B1 femminile ma non dopo aver venduto a caro prezzo la propria pelle.

Per risolvere la pratica di campionato la Mt Motori Elettrici Bologna ha impiegato oltre due ore, è stata necessaria una lotta aspra di quattro set per assegnare la posta in palio ma alla fine ha conservato l’imbattibilità e la vetta della classifica.

Il secondo stop della stagione è maturato al termine di un confronto estremamente equilibrato dove le magliette nere hanno dato tutto ciò che avevano ma senza raccogliere alcun frutto del loro lavoro.
Questione di dettagli, specialmente in quei due ultimi set nei quali la squadra del presidente Massimo Patiti è andata veramente ad un passo dal togliere punti alle favoritissime emiliane.
Ma la legge dello sport è indiscutibile, il grande livellamento dei valori non basta e a festeggiare è la squadra che ha saputo approfittare meglio delle occasioni mostrandosi più lucida nel momenti topici.
Al fischio d’inizio le ospiti sono brave a sfruttare la vena di Puchaczewski che porta agevolmente sul 6-11, la reazione felsinea parte da Aluigi che rimonta palla su palla ed impatta sul 17-17, per merito di Fiore le locali vanno anche avanti di due lunghezze ma poi vengono ribaltate dal colpo di reni di Mancuso.

Alla ripresa le antagoniste procedono spalla a spalla con Cruciani e Gentili che mostrano buoni colpi, sul 12-12 l’inerzia è rotta dall’accelerazione di Aluigi ma la differenza la fanno gli errori delle umbre, dieci sono troppi e le bolognesi impattano

Terza e quarta frazione quasi in fotocopia, le padrone di casa allungano nel primo caso sino al 18-8 e nel secondo sino al 17-10, margini di vantaggio che vengono rosicchiati con la costante opera in attacco di Catena e Barbolini (che si alternano nel ruolo di opposto), e che trovano l’aggancio sul finale, vedendo svanire il sogno allo sprint.
Da segnalare l’esordio stagionale della centrale Valentina Mearini che, risolti i problemi di tesseramento, adesso è a piena disposizione del gruppo, il suo ritorno in campo fornirà un’alternativa in più a disposizione dello staff tecnico per le prossime partite.

Alberto Aglietti

Ufficio Stampa
Tuum Perugia