UYBA sconfitta dalle Pantere di Conegliano

slidecone060216Troppo forte l’Imoco Conegliano di questa sera per la Unendo Yamamay che, pur autrice di una prova generosa, esce sconfitta per 3-0 dal PalaVerde di Treviso. La formazione di Mencarelli, almeno per i primi due set, è parsa sempre in gara, mostrando una buona aggressività nei momenti iniziali e buone note offensive con Rousseaux e la solita Lowe. Da metà del secondo, complice un attacco influenzale a Papa, la UYBA ha provato a cambiare formazione prima con Yilmaz in banda e Cialfi in regia, poi con Hagglund al palleggio e Degradi per la turca, ma le accelerazioni delle padrone di casa hanno sempre risolto i parziali a sfavore delle farfalle. Nel terzo set netto invece il calo delle biancorosse, con la Imoco che ha comandato le azioni da inizio a fine set esaltando i 4400 del palasport veneto.

Per la Imoco grande prova collettiva con nota di merito per la centrale Adams (MVP con 14 punti) e per le attaccanti Easy e Ortolani (12 a testa). Per la UYBA 10 i punti di Rousseaux (33%), 9 quelli di Lowe.

Sala stampa:
Adams: “Il nostro obiettivo finale è sottinteso, ma andiamo avanti partita per partita. Credo di aver giocato una buona gara, ma la perfezione non c’è ancora. Ci sarà tempo per correggere gli errori”
Degradi: “Conegliano ha giocato una partita di alto livello, noi abbiamo lottato, ma potevamo rischiare qualcosa di più, soprattutto al servizio. Abbiamo iniziato bene la gara, poi siamo calate e loro con palla in mano sono devastanti”.
Mencarelli: “Eravamo consapevoli delle difficoltà di questa partita, soprattutto in considerazione della crescita di Conegliano durante la stagione. Queste difficoltà sono diventate ancora più grandi nel momento in cui non siamo stati in grado di approfittare di qualche loro piccola incertezza. Per esempio nel finale di secondo set abbiamo avuto alcune possibilità, vanificate da tre ingenuità da parte nostra. Siamo stati poi troppo incostanti al servizio”.
Mazzanti: “Busto ci ha aggredito al servizio nel primo set, in cui abbiamo subito tre aces. Bravura loro, ma anche disattenzione nostra perchè avevamo studiato bene le traiettorie. Poi la UYBA è calata, ma anche noi non siamo stati efficaci dai 9 metri nel secondo set e questo ci ha tolto un po’ di ritmo, che abbiamo ritrovato nel terzo”.

La gara in pillole: Mencarelli punta ancora su Hagglund – Lowe, Pisani – Thibeault, Papa – Rousseaux, Poma libero; Mazzanti schiera Glass – Ortolani, Adams – Arrighetti, Robinson – Easy, De Gennaro libero.
Primo set: l’ace di Papa prova subito a lanciare le farfalle (3-5), ma il buon servizio di Adams rimette subito in pari lo score (6-6). Rousseaux passa bene da quattro e da due (7-8), poi realizza l’ace del 7-9, poi con la pipe fa +3 (8-11). Lowe a muro fa suonare la campana del 9-12, ma al rientro Adams ed Ortolani riportano sotto la Imoco (11-12); sul buon servizio di Glass Easy pareggia (12-12) e supera con il muro del 13-12, poi ancora un muro (questa volta di Ortolani) vale il 14-12 e costringe Mencarelli al time-out. Lowe attacca out e Easy va ancora a segno (16-12). Papa con un altro ace prova a reagire (16-14), ma Ortolani è implacabile da posto 2 ed allunga ancora (18-14) e Robinson d’astuzia mette a segno il +5 veneto (19-14 nuovo time-out Mencarelli). Lowe prova ancora il recupero (22-18), ma l’Imoco amministra e chiude con Robinson.

Stats: Rousseaux 5 (50%), Lowe 4 (30%), Robinson 5, Easy 5, Ortolani 4.

Secondo set: l’avvio è in equilibrio (5-5), Pisani risponde a Robinson per l’8-8, Papa supera con il mani-out dell’8-9. Rousseaux in pipe conferma il vantaggio (9-10), ma poco dopo è Easy a mettere la freccia con il muro dell’11-10. Adams fa suonare il 12-11, poi l’errore di Hagglund vale il 13-11. Mencarelli prova Fondriest – Yilmaz per Thibeault – Papa, mentre Adams inchioda il 14-12 e il muro di Ortolani porta al 15-12 (tempo UYBA). Rousseaux tiene accesa la speranza (16-14), ma il muro di Easy riporta l’Imoco a +3 (18-15 time-out Mencarelli); la UYBA combatte e trova il cambiopalla con Rousseaux (dentro Cialfi per Hagglund e rientro di Thibeault per Fondriest, 18-16), Lowe di forza tiene il -2 (19-17) e si procura il -1 (19-18). Il finale è equilibrato, ma Easy e il muro veneto fanno la differenza (25-21).

Stats: Rousseaux e Lowe 4 a testa, Easy e Ortolani 4 a testa, 4 muri Conegliano

Terzo set: Mencarelli conferma Cialfi ed Yilmaz, mentre per l’Imoco Adams parte subito forte con il muro del 3-1 e Ortolani inchioda il 5-2; le pantere si fanno valere più volte a muro (11-5), Ortolani in pallonetto trova il 12-6. Ora c’è solo la Imoco in campo, con Adams che fa 15-8 e Mencarelli che ferma il gioco (dentro Degradi e Hagglund per Yilmaz e Cialfi). Anche quest’ultimo cambio non cambia molto le sorti del match: Conegliano comanda e arriva davvero veloce al 25-14 conclusivo firmato Adams.

Stats: Adams 8 (3 muri)

Il tabellino
Imoco Conegliano – Unendo Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-19, 25-21, 25-14)
Imoco Conegliano: Glass 2, Vasilantonaki, Serena ne, Ortolani 12, Santini, Adams 14, Robinson 8, De Gennaro (L), Easy 12, Arrighetti 7, Crisanti ne, Nicoletti, De Bortoli ne, Barazza 1. All. Mazzanti, 2° Bertocco. Battute errate: 8, vincenti 3. Muri: 12.
Unendo Yamamay Busto Arsizio: Rousseaux 10, Degradi 1, Cialfi, Fondriest, Hagglund, Thibeault 4, Papa 4, Lowe 9, Angelina ne, Yilmaz 2, Pisani 5, Poma (L). All. Mencarelli, secondo allenatore Musso. Battute errate: 8, vincenti 3. Muri: 1.
Arbitri: Goitre – Pozzi
Spettatori: 4393 (100 da Busto Arsizio)

Ufficio Stampa UYBA – Giorgio Ferrario