UYBA1617: c’è anche Federica Stufi!

UYBA1617: c’è anche Federica Stufi!

Completata la diagonale palleggiatore – opposto con gli ingaggi di Noemi Signorile e Valentina Diouf, la Unendo Yamamay Busto Arsizio pensa a rinforzare il repartocentrali: arriva oggi la firma di Federica Stufi, toscana di Firenze, classe 1988, 185 cm di altezza.

Federica Stufi è sinonimo di costanza di rendimento: negli ultimi campionati di A1 si è messa infatti in ottima evidenza sia in attacco che a muro, andando in crescendo, come testimoniano le statistiche dell’ultima stagione. La neo farfalla, l’anno scorso è risultata la migliore dell’intero torneo nel ruolo di centrale, con un indice di rendimento di 7.14, davanti a Martina Guiggi e a Yvon Belien. Con la maglia di Scandicci Federica Stufi ha messo a segno nella stagione 2015/2016 237 punti, di cui 7 aces e 67 muri.

Famosa per la caratteristica bandana, inizia la sua carriera pallavolistica da professionista nel Club Italia nel 2004 a 16 anni, poi gioca a Cremona in A2 per due stagioni. Nel 2008 fa in suo esordio in serie A1 a Chieri, mentre nel 2009/2010 passa a Piacenza. Nella stagione 2010-11 viene ingaggiata dalVolleyball Santa Croce, militante in Serie A2, nel 2011-12 veste la maglia del GSO Villa Cortese, arrivando alla finale scudetto persa proprio contro le farfalle. Nelle ultime stagioni ha giocato a Bologna, Bergamo e due anni a Scandicci.

Nel palmares di Federica anche due medaglie d’oro (agli europei juniores nel 2006 e alle Universiadi di Belgrado nel 2009) e un bronzo con la nazionale seniores al World Grand Prix nel 2007.

Ecco le prime parole in biancorosso di Federica Stufi: “Sono emozionata al solo pensiero di far parte di questa società: ritrovare poi Marco Mencarelli, che ho avuto in juniores e al Club Italia, è la ciliegina sulla torta. Conosco già un po’ la città e il fantastico calore del pubblico. Ritrovare tante mie ex compagne (con Vale Diouf ho giocato a Bergamo e con Noemi Signorile in nazionale) sarà bellissimo e mi piacerebbe riportare al Palayamamay quello che ho perso da avversaria!