VOLKSBANK SàœDTIROL: il bilancio a metà  andata del presidente Favretto

BOLZANO, 5 DICEMBRE 2013 – Dopo cinque giornate di serie A2, è tempo di primi bilanci per il Volksbank Südtirol Neruda, che a metà del girone di andata si ritrova con 7 punti in tasca nel gruppone di centroclassifica comprendente 5 squadre: davanti a loro c’è un quartetto, alle loro spalle c’è un trio.

Presidente Rudy Favretto, come giudica questa situazione?

“Sicuramente positiva. Per una matricola assoluta come noi, che ha come obiettivo principale la salvezza, avere un buon margine sulla zona calda è confortante. Certo la stagione è ancora lunga, ma oggi come oggi sono più che soddisfatto anche perché stiamo affrontando un campionato competitivo sotto tanti punti di vista”.

Oltre a quello agonistico, infatti, la società Neruda Volley ha dovuto fare i conti con uno sforzo organizzativo enorme ma soprattutto sconosciuto.

“Colgo l’occasione per ringraziare tutto lo staff dirigenziale, a cominciare dal ds Cristina Sartori e dal team manager Gerti Fink, due donne meravigliose che hanno fatto – e fanno – i miracoli per far funzionare, assieme a tante altre persone, la macchina organizzativa. Poi c’è ovviamente anche l’aspetto economico, che penso riguardi tante società: in tempi di crisi è difficile trovare sponsor e pertanto, oltre a ringraziare quelli che ci stanno sostenendo, rivolgo un appello alle realtà economiche della provincia affinché ci aiutino a mantenere a Bolzano uno spettacolo di alto livello”.

Già, perché non dimentichiamo che per Bolzano – tranne la parentesi della A2 maschile “importata” nel biennio 2003-2005 – si tratta in assoluto della prima volta in un campionato di serie A di pallavolo. E l’affollamento del Palaresia è la prova che in Alto Adige c’è “fame” di grande volley.

“Il pubblico ci ha seguito fin dalla prima giornata e mi auguro che continui ad aumentare. Ringrazio i tifosi per l’affetto che ci dimostrano, e sono sempre più contento di avere scelto di giocare al Palaresia”.

Torniamo al campionato: domenica scorsa contro l’imbattuta capolista Monza hanno giocato ben 3 atlete cresciute nel vivaio del Neruda.

“Questo ci riempie di orgoglio, soprattutto se pensiamo alla poca esperienza in campo nazionale rispetto ad altre atlete che abbiamo affrontato. E il fatto che le nostre ragazze abbiano giocato alla pari, è un riconoscimento del loro impegno ma anche del grande lavoro che da due anni sta svolgendo il nostro allenatore Fabio Bonafede”.

 

Bonafede, lo ricordiamo, ha già firmato il prolungamento di contratto fino al 2016. Guardando al prossimo futuro, invece, le notizie per il Volksbank Südtirol non sono buone. Porzio e Fogagnolo sono alle prese con la febbre e anche Bertolini e Giora non stanno benissimo, cosicché i due allenamenti congiunti previsti con Forlì sono stati annullati e le due squadre si affronteranno domani sera nel Palazzetto Villa Romiti. Da Forlì le altoatesine non faranno rientro a Bolzano, ma andranno direttamente a San Casciano in vista del match di domenica.

 

 

foto di Thomas Benelli