Alla Banca di Forlì resta la matematica

Banca di Forlì attaccata alla speranza della matematica dopo i risultati della settima giornata della Master Group Sport Volley Cup, campionato di volley femminile serie A1

Le ragazze di Biagio Marone non riescono mai a reggere il ritmo della Pomì Casalmaggiore e lasciano il campo con l’ennesimo 3-0 subito, ma l’immaginabile accade a Frosinone dove a dispetto del ranking le laziali battono con lo stesso punteggio Modena.

Banca di Forlì scende in campo con Pincerato in regia, Spelman opposta, Piolanti e Borgogno centrali, Petrovikj e Ventura schiacciatrici, Zardo e Coriani nella consueta staffetta dei fondamentali di seconda linea.
La differenza tra la Banca di Forlì è stata in attacco con la squadra di casa ancora una volta tradita dalle bocche di fuoco Spelman e Petrovikj ed in difesa.

Se nel campo di Casalmaggiore, il libero Sirressi volava ad aspirare ogni pallone, non altrettanto si può dire in casa Forlì.

Parte bene la Banca di Forlì, con Giulia Pincerato che ispira Piolanti. Dall’altra parte della rete c’è Gennari a fare la voce grossa. Con il muro ed il servizio Casalmaggiore mette la freccia e si prende senza troppi patemi il primo parziale.

Nel cambio set Biagio Marone lascia a sedere Spelman per Arrechea. La colombiana porta in dote un po di attacchi ma è ancora troppo poco per reggere l’urto di un’avversaria che attacca con il 58%.

A metà set entra anche Pinedo. L’argentina nel set e mezzo giocato è in assoluto la migliore. I suoi 15 punti conquistati in attacco con il 56% di percentuale offensiva tengono in vita Ventura e compagne. Sul 19-23 per le ospiti, il Villa Romiti dedica uno sportivissimo applauso a Taismary Aguero, al suo esordio in campionato dopo la maternità.
Lipicer firma il set point, un azzardo di Pinedo in attacco manda sul 2-0 Casalmaggiore.

Terzo set sulla falsariga dei precedenti. Forlì rimane in partita fino a metà del parziale poi la Pomì accelera e la squadra di casa svanisce guardando ancora una volta le avversarie festeggiare sul proprio campo.

LE DICHIARAZIONI.

Chiara Borgogno:“Faccio fatica a leggere la partita e trovare il motivo per cui non siamo mai riuscite a giocarcela come avevamo invece fatto negli ultimi incontri. Le difficoltà in attacco questa settimana le ho avute anche io. Non riuscivo a trovare varchi nella difesa avversaria. Oggi abbiamo fatto anche troppo fatica in difesa perché non riusciamo mai a capitalizzare quello che tocchiamo a muro. Gli altri difendono e contrattaccano, noi mai. Sono molto sorpresa dal risultato ottenuto da Frosinone. Questa era una partita da giocarcela e portare a casa per non andare ad affrontare lo scontro diretto senza avere l’acqua alla gola”.

Biagio Marone: “Abbiamo difeso molto poco, loro lo hanno fatto. In questo fondamentale hanno fatto la differenza. Non siamo stati in grado neanche di tenere gli attacchi addosso. Il risultato di Frosinone sorprende ma noi dovremmo vincere le partite, non possiamo aspettare e rimanere attaccati ai risultati altrui”.

BANCA DI FORLI’ – POMI CASALMAGGIORE 0-3( 16-25; 21-25; 20-25)

BANCA DI FORLI’: Borgogno 5, Pincerato 2, Petrovikj 4, Piolanti 6, Spelman 2, Ventura 7, Zardo (L1). Coriani (L2), Roani 0, Pinedo 15, Arrechea 6. N.E. Rosso, Lamprinidou. All. Marone
POMI CASALMAGGIORE: Lipicer Samec 14, Aguirre Perdomo 9, Zago 11, Gennari 13, Stevanovic 11, Camera 1, Sirressi (L). Olivotto 0, Grazietti 2, Aguero 0. N.E. Bacchi, Agrifoglio. All. Beltrami

Note – Durata set: 21’,’25, 24’. Durata totale 1h 10m
Banca di Forlì: muri 6, battute punto 4, battute sbagliate 3, errori punto 14, ricezione pos 59%, perf 26%, attacco 37%
Pomì Casalmaggiore: muri 10, battute punto 3, battute sbagliate 5, errori punto10, ricezione pos 69%, perf 36%, attacco 53%

Isabella Mignani
Comunicazione & Marketing Volley 2002 Forlì