Liu•Jo Volley Modena vince una maratona

PAGGI__R4W2439E’ tornata la vera Liu•Jo! La maratona di grande volley con Busto si chiude con un successo

Coach Chiappafreddo recupera le sue giocatrici dopo la serie di piccoli acciacchi della scorsa settimana e dà vita con la Unendo Yamamay ad un match di altissimo valore ed intensità. Piccinini e compagne, però, hanno la meglio in un infuocato tie-break.

Risultato finale:

LIU•JO MODENA 3

UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 2

Durata dell’incontro: 2h 04min

Risultati parziali:

19-25
28-26
16-25
25-21
15-11

Primo arbitro: Andrea Puecher

Secondo arbitro: Graziano Gelati

Spettatori: 4123

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.

PERINELLI__R4W1593Recupera la squadra al completo, ad eccezione di Cardullo ovviamente, coach Chiappafreddo che in avvio schiera Rondon al palleggio, Fabris in posto due, Rousseaux e capitan Piccinini in banda, Heyrman e Paggi, preferita a Ruseva, al centro con Perinelli libero.
Per Busto Arsizio, invece, c’è Wolosz in regia, Ortolani opposta, Marcon e Buijs in posto quattro, Garzaro e Arrighetti al centro con Leonardi libero.
Subito due punti di Garzaro per aprire il match, poi Modena risponde portandosi a condurre sul punteggio di 4-3. Grande equilibrio in campo con Rondon che cerca di servire le sue centrali per poi smarcare le attaccanti laterali nel corso del set, mentre Busto punta subito sui suoi posti quattro. E’ Buijs a cercare il primo strappo dopo il time out tecnico e coach Chiappafreddo si gioca il primo time out sul 12-15 dopo l’attacco vincente di Garzaro. Inserisce anche Bianchini al servizio proprio per la centrale il coach di Busto Arsizio Parisi e ha ragione perché la giovane schiacciatrice riesce a mettere in difficoltà la ricezione bianconera. Quando Modena trova il cambio palla arriva la risposta pronta delle avversarie e Ortolani trova l’ace del 17-23 con il pallone che si ferma sul nastro e cade nella metà campo bianconera. Secondo time out per coach Chiappafreddo, ma il set è ormai a favore delle ospiti che chiudono 19-25 con la fast di Arrighetti. A nulla servono anche gli innesti di Andjelic per Fabris e di Maruotti, in seconda linea, per Rousseaux.

Secondo set.

PICCININI__R4W0021Si riparte con i sestetti di inizio gara nel secondo set. C’è da stringere qualche meccanismo difensivo in casa modenese e nel cambio campo coach Chiappafreddo dà le giuste indicazioni per rimettere il match in equilibrio. Rousseaux, quasi perfetta nel primo parziale, è subito consistente così come Piccinini. Il muro, poi, regala punti importanti, ma dall’altra parte Busto Arsizio difende tanto e ricostruisce. E’ 11-12, quindi, allo stop tecnico grazie alla pipe di Ortolani. Attacchi importanti e grandi difese da una parte all’altra non consentono a nessuna delle due formazioni di prendere alcun break di vantaggio. I muri di Arrighetti da una parte e di Paggi dall’altra bloccano ogni tentativo di allungo ed è la centrale bianconera a dare la stampata che riporta la Liu•Jo avanti 21-20 e spinge coach Parisi a chiamare il suo primo time out. Al rientro in campo capitan Piccinini ha la palla del 22-20, ma la sua parallela è out e poi Wolosz trova l’ace del 21-22. Time out anche per coach Chiappafreddo e al rientro in campo Heyrman mette a terra il pallone del nuovo pareggio dopo una difesa di Garzaro prima di mani e poi di schiena non vista dal duo arbitrale. E’ poi il turno di Fabris al servizio che piazza la bomba del 23-22 e ancora time out, questa volta per Busto. E’ un set fantastico in cui Heyrman regala il primo set point alle bianconere, ma la squadra non sfrutta questa e la successiva occasione battendo in rete con Piccinini e Maruotti. Girandola di cambi tattici da una parte e dall’altra, Rousseaux regala il terzo set point che Arrighetti annulla poi entra in battuta Spirito per Buijs. Va out anche il servizio della giovanissima biancorossa ed a questo punto due grandi difese di Perinelli regalano a Piccinini l’occasione per chiudere. La capitana della Liu•Jo a questo punto non si fa pregare e riporta la gara in parità con il punto del 28-26.

Terzo set.

Ancora sestetti confermati e la Liu•Jo prova subito l’allungo. 2-0 in partenza e 4-2, ma Buijs e Ortolani, spalleggiate quando possibile da Arrighetti, tengono le ospiti in scia fino al time out tecnico che arriva sull’11-12 con l’attacco lungolinea di Marcon. La capitana di Busto entra in partita offensivamente proprio a cavallo dello stop e piazza successivamente altri due attacchi che consentono alla propria formazione di tentare l’allungo. Buijs firma poi il 14-17 che porta al primo time out discrezionale per Modena. Al rientro in campo Busto trova due muri consecutivi che portano il +5, poi coach Chiappafreddo si gioca il doppio cambio con Prandi e Andjelic che rilevano Fabris e Rondon. In precedenza anche Maruotti aveva rilevato in seconda linea Rousseaux. La croata mette subito a terra il pallone del 15-19, ma le ospiti allungano ancora sul 15-21. Secondo time out, ma non serve per invertire le sorti dell’incontro: Busto Arsizio conduce senza errori e chiude 16-25 portando la gara al quarto set.

Quarto set.

Ancora sestetti iniziali confermati e dopo il 3-4 firmato Buijs arriva un 3-0 parziale di Modena, con Rousseaux in battuta, che porta la gara sul 6-4. Non sarà un primo scatto, però, perché Busto Arsizio ricuce con Marcon e poi rimane a contatto con Ortolani, una certezza lungo tutto l’arco del match fino ad ora. Un muro di Paggi su Buijs porta il set al time out tecnico con Modena avanti di una sola lunghezza. Non sbagliano un pallone in attacco e difendono tantissimo le ospiti, così cercare un allungo diventa difficile e serve anche una grande pazienza per mettere a terra il pallone in fase offensiva. Le bianconere, però, sono pienamente nel set e ci provano con due punti consecutivi di seconda di Rondon che portano il set sul 16-14. Time out per coach Parisi e al rientro in campo è subito parità con due punti consecutivi delle biancorosse. Ricomincia il testa a testa con la Unendo Yamamay che prova il sorpasso sul 18-19 grazie ad Ortolani e a due grandi difese di squadra nella medesima azione. Time out per coach Chiappafreddo e risposta immediata con due muri consecutivi di Fabris per il controsorpasso. La croata mette a terra anche il pallone del 22-21 e poi il muro di Heyrman su Michel porta avanti le bianconere di due lunghezze inducendo coach Parisi al suo secondo time out discrezionale. Si torna in campo e Ortolani da posto quattro ha l’occasione per accorciare, ma la grande pressione della Liu•Jo porta all’errore, seppur millimetrico, dell’opposta. Primo set point subito sfruttato da capitan Piccinini che realizza il mani fuori che porta la gara al tie-break.

Quinto set.

ESULTANZA__R4W0735Heyrman e Paggi per Modena, le solite Ortolani e Buijs per Busto Arsizio si rispondono in avvio di tie-break. E’ equilibrio totale fino al muro di Heyrman su Marcon per il 5-3 che porta subito al time out discrezionale per il tecnico ospite. E’ entrata alla grande in campo la Liu•Jo sfruttando l’abbrivio preso nel finale di set precedente. Fantastico mani fuori di Piccinini per il 6-3 poi la pipe di Rousseaux e l’attacco out di Marcon portano al cambio campo sull’8-3. Coach Parisi sostituisce entrambi i posti quattro inserendo in prima linea Bianchini per Marcon ed in seconda Spirito per Buijs. Fabris tocca a muro il pallone schiacciato proprio da Bianchini, Modena ricostruisce con palla alta e Piccinini realizza ancora un gran mani fuori su Wolosz. Nuovo time out per le ospiti e questa volta Arrighetti in fast ferma l’emorragia poi trova anche l’ace che accorcia le distanze prima dell’attacco out di Piccinini per il 9-6. Time out anche per coach Chiappafreddo e al ritorno in campo la pressione bianconera induce ad una ricostruzione sbagliata Bianchini. C’è anche l’ace di Fabris a regalare nuovamente cinque lunghezze di vantaggio poi Buijs rientra per Spirito e Michel trova attacchi importanti per non permettere alla Liu•Jo di allungare definitivamente. Dall’altra parte, però, c’è Rousseaux a mantenere regolare il cambio palla e Michel trova anche l’errore del 14-9. Ortolani annulla il primo match point, Buijs il secondo, ma ancora Fabris chiude i conti per il 15-11 che regala vittoria e due punti fondamentali per il proseguo del campionato a Modena.

Il coach Mauro Chiappafreddo: “Sono veramente contento perché la squadra ha ritrovato sé stessa e abbiamo lottato su ogni pallone. Spinti anche da un grande pubblico abbiamo fatto molto bene contrattacco e un ottimo muro-difesa con venti punti diretti a muro. Credo che Busto abbia giocato un’ottima partita e credo anche che noi abbiamo messo quel qualcosa in più per portare a casa i due punti. Siamo stati sempre attaccati alla partita, abbiamo sempre mantenuto la testa sulle cose fondamentali e credo che questo ci abbia dato alla lunga frutti importanti ed i due punti in classifica. Piccinini e la stessa Paggi sempre concentrate sul match ed aiutato le altre che magari hanno passato momenti più altalenanti. La stessa Perinelli che si è trovata a giocare libero ha accusato poco, è stata molto presente con molto carattere e, quindi, complimenti a tutta la squadra perché abbiamo avuto bisogno di tutte per questo risultato. Il cammino rimane in salita, abbiamo match di altissimo livello da qui alla fine, ma andremo a lottare su ogni campo e dopo questa vittoria sono molto fiducioso, anche per la settimana che abbiamo passato”.

La centrale Paola Paggi: “Sono contentissima perché nonostante i problemi fisici e mentali che potevamo avere in questo periodo abbiamo giocato con il cuore, con una grinta che era da un po’ che non si vedeva e questo ci ha portato a vincere una partita difficilissima davanti ad un pubblico che ci ha sostenuto fino alla fine. E’ stato veramente bello, ci siamo divertite e credo che il pubblico abbia visto una grandissima partita da parte di entrambe le squadre”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 29 marzo, alle ore 20:30 presso il PalaPanini di Modena, nona giornata di ritorno di Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra Liu•Jo Modena e Pomì Casalmaggiore.


Andrea Lolli
Ufficio Stampa L•J Volley