Ornavasso esce a testa alta dal derby

Ornavasso esce a testa alta dal derby
Openjobmetis Ornavasso – Igor Gorgonzola Novara 2-3
(22-25, 25-17, 13-25, 25-15, 10-15)

OPENJOBMETIS ORNAVASSO:
Pisani, Ghilardi (L), Ikic 13, Tasca 12, Muresan 20, Montano Lucumi 1, Signorile 2, Tom 15, Chirichella 11. Non entrate Bacciottini, Gloder, Prsa. All. Bellano.

IGOR GORGONZOLA NOVARA:
Casillo 6, Paris (L), Rosso 20, Tokarska, Kim 1, Lombardo 15, Milos 12, Vanzurova 11, Alberti (L), Mollers 1, Murphy 11. Non entrate Manfredini. All. Pedullà.

ARBITRI: Genna, Fretta.
NOTE – Spettatori 1600,
Durata set: 25′, 26′, 22′, 24′, 30′; tot: 127′.

Partita spumeggiante, elettrizzante, intensa e logorante sotto il profilo psicofisico. Con questi ingredienti l’Openjobmetis Ornavasso conquista un punto nel derby contro l’Igor Gorgonzola Novara, le quali si impongono al tie-break dopo un’estenuante interruzione del gioco causata da un errore della refertista.

Le Api si presentano con Signorile opposta a Muresan, Tom e Ikic in banda, Tasca e Chirichella al centro e Ghilardi libero. Novara risponde con Murphy opposta a Kim, Rosso e Lombardo in banda, Milos e Casillo al centro con Paris libero.

Nell’avvio di primo set, alzando fin da subito il ritmo, Ornavasso accelera, trascinata da un muro di Tom e da una battuta out ospite, portandosi sul 4-2. Successivamente, però, le giallonere iniziano a diventare inconcludenti in attacco e, complice delle belle giocate di Lombardo e Murphy, Novara raggiunge il time-out tecnico in vantaggio per 7-12. Ikic, prima con una parallela e poi con un pallonetto, prova a colmare il gap, ma la Igor di Pedullà ottimizza nel migliore dei modi sempre grazie a Murphy e Casillo. Di Rosso l’ultima marcatura per il 22-25.

Nel secondo set la musica cambia radicalmente, Chirichella (fast) e Muresan (attacco chirurgico) mettono a dura prova il sistema muro-difesa di Novara e, con grande rapidità, il parziale sfocia nel time-out tecnico di marca casalinga 12-15. Pedullà prova a cambiare le sorti del periodo inserendo Vanzurova e Molleres, ma l’Openjobmetis Ornavasso con una diagonale pregevole di Tom conquista il set con il punteggio di 25-17.

Il match è intenso, il PalAmico apprezza e incita le compagini, ed il terzo set vede immediatamente Novara portarsi in pole position grazie a un break decisivo: 0-6. Tasca con un mani-out trova il primo punto del set per Ornavasso, ma ormai il destino è segnato, le azzurre fanno registrare il massimo vantaggio sul 5-14 e Milos chiude i conti con un pallonetto per il 13-25.

Novara chiama e Ornavasso risponde. Con questa teoria, probabilmente, si potrebbe giudicare l’intera inerzia del match, tesi supportata dal quarto set, copione a parti invertite del terzo, dominato con grande autorevolezza dalle padroni di casa: Muresan, muro Signorile e ancora Muresan portano le Api sul 3-1, Rosso prova ad accorciare le distanze, ma Chirichella (fast) e un muro composto giallonero impongono il 5-1. Le ragazze guidate da Bellano, toccando anche il picco del 22-12, archiviano in proprio favore il set raggiungendo il 25esimo punto con una fast di Chirichella: 25-15.

Al tie-break, invece, succede l’imponderabile: 1-3, cambio palla con Kim che passa in zona 6, mentre Lombardo si dirige in 1 per la battuta, in tutto in favore della P6 (rotazione). Ornavasso mette a terra il 2-3 ma l’azione viene sospesa per lunghi e interminabili minuti. Attesa che sancisce l’annullamento del punto per Ornavasso, palla contesa e successivo punto ospite: 1-4. Chirichella (primo tempo) e Ikic (parallela) non bastano e, complice l’alto tasso di nervosismo scatenato da un episodio paradossale, Novara trova il 10-15 finale.

Romeo Agresti
Ufficio Stampa – Openjobmetis Ornavasso