La sfortuna abbatte la Liu•Jo. Frosinone vince 3-0

La sfortuna abbatte la Liu•Jo. Frosinone vince 3-0

Un weekend tremendo mette fuori alla vigilia e nella giornata di oggi Fabris per tonsillite ed Heyrman per il mal di schiena. Problemi anche per Ruseva ad un quadricipite e Cardullo ad un ginocchio, ma la prima scende stoicamente in campo e la seconda, entrando nel secondo set, si infortuna.

Risultato finale:

IHF VOLLEY FROSINONE 3

LIU•JO MODENA 0

Durata dell’incontro: 1h 6min

Risultati parziali:

25-19
25-13
25-16

Primo arbitro: Giuliano Venturi

Secondo arbitro: Rachela Pristerà

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.
Gli ultimissimi allenamenti di ieri ed oggi in terra laziale hanno messo in grossa difficoltà coach Chiappafreddo che si è ritrovato a dover operare pesanti variazioni al suo sestetto iniziale. Piccinini, seppur non al meglio, è in campo al fianco di Rousseaux in posto quattro, Rondon è al palleggio, ma in diagonale con lei c’è Andjelic per l’indisponibilità di Fabris. Al centro Ruseva stringe i denti e fa coppia con Paggi. Come libero parte la giovanissima Petrachi dopo il risentimento al ginocchio che aveva consigliato prudenza ed un tentativo di preservare Cardullo.
La situazione regala subito un vantaggio alle padrone di casa di Frosinone che partono mettendo la testa avanti e non si volteranno più indietro fino al termine del set e della gara. Solo a metà parziale Modena riesce a tornare ad un passo, ma grosse difficoltà in ricezione e tanta imprecisione in attacco consentono alle ospiti di portarsi subito avanti grazie ad una Gioli in grande spolvero che trascina l’attacco per la propria squadra.

Secondo set.
Sestetto confermato nel secondo parziale ed inizio con le bianconere che sembrano poter salire di tono e giocarsi quantomeno alla pari il resto della sfida. Coach Chiappafreddo, visto lo svantaggio, inserisce anche Cardullo la cui partita, però, dura pochi scambi. In uno scontro di gioco, infatti, il libero si infortuna al ginocchio e non può continuare la gara. L’ennesima mazzata colpisce Modena che perde i propri riferimenti e crolla davanti all’avversario con il punteggio di 25-13.

Terzo set.
Serve un cambiamento per provare a riaprire il match ed il tecnico della Liu•Jo prova a rinforzare la seconda linea con lo spostamento di Rousseaux nel ruolo di opposta e l’inserimento in banda di Perinelli. La mossa alzerà le percentuali di ricezione della squadra ed anche l’attacco risalirà a percentuali leggermente migliori, ma è troppo poco. In fase di muro difesa, specialmente su Gioli, le bianconere non trovano le misure come non le hanno trovate in tutto il resto del match e la sfida si chiude senza la possibilità di abbozzare una reazione.

Il commento di coach Chiappafreddo: “Abbiamo dovuto far fronte a tanti infortuni, perciò abbiamo anche dovuto lavorare per mettere in campo un sestetto nuovo che, però, ha giocato con il freno a mano tirato. Avremmo dovuto spingere il più possibile, ma non lo abbiamo fatto poi ci siamo trovati costretti a cambiare nuovamente quando ho inserito Cardullo che dopo poco si è fatta male. A quel punto ho pensato di rinforzare la ricezione spostando Rousseaux nel ruolo di opposta, ma non è bastato”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: domenica 23 marzo, alle ore 18 presso il PalaPanini di Modena, ottava giornata di ritorno di Master Group Sport Volley Cup Serie A1 fra Liu•Jo Modena e Unendo Yamamay Busto Arsizio.


Andrea Lolli
Ufficio Stampa L•J Volley