Crovegli Reggio Emilia, vittoria contro Gricignano

Crovegli, che notte! La salvezza ora è ad un passo!
Fantastico 3-0 a Gricignano, ora è +5 sull’ultimo posto. Domenica a Rivalta contro Monza si potrebbe già festeggiare

Corpora Gricignano-Crovegli Reggio Emilia 0-3 (22-25, 26-28, 23-25)

Corpora Gricignano: Russo ne, Carrara (L), Drozina 4, Senkova 10, Gabbiadini 7, Giuliodori 11, Karalyus 5, Pascucci 16, Di Cecca ne, Faraone (2° L) ne, Repice 5. Sannino ne. All. Della Volpe
Crovegli Reggio Emilia: Belfiore ne, Giorgi (L), Vujko 10, Cirilli 12, Gennari (2° L), Bussoli ne, Losi ne, Lancellotti 1, Catena 10, Assirelli 6, Polak 1, Soraia Dos Santos 20. All. Baraldi
Arbitri: Moratti e Nicolazzo
Durata: 26′, 35′, 31′. Tot. 1h32′
Note Gricignano: ace 6, service error 4, muri 6, ricezione 51%, attacco 34%.
Note Crovegli: ace 3, service error 7, muri 9, ricezione 63%, attacco 48%.

L'urlo di Michela CatenaUna notte così, nessuno l’avrebbe immaginata tanto bella.

La Crovegli vince 3-0 la sfida salvezza sul campo della Corpora Gricignano e compie un passo fondamentale per allontanare definitivamente l’ultimo posto che porta in B1.
Ora sono 5 i punti di margine delle giallorosse, a 3 giornate dal termine, nei confronti delle campane (e 4 su Sala Consilina), dopo aver giocato la partita più importante di questo finale di stagione. Domenica prossima a Rivalta, contro Monza, potrebbe già essere il giorno giusto per blindare una salvezza sofferta, quasi impossibile dopo il girone d’andata.
E invece, la Crovegli è ancora qua a regalarci queste emozioni.

LA PARTITA

Coach Baraldi ripropone la squadra che ha battuto Soverato, con Soraia opposta a Lancellotti, Cirilli e Catena in banda, Vujko e Assirelli al centro (Belfiore recuperata per la panchina), Giorgi libero per la ricezione e Gennari per la difesa.
La Corpora si presenta secondo le attese, con Pascucci confermata opposta a Drozina, Senkova e Gabbiadini in posto 4, Giuliodori e Repice centrali, Carrara libero.
Il primo mini-break è campano col mani out di Gabbiadini e la fast in rete di Vujko, ci pensano Assirelli e Catena ad effettuare il primo sorpasso: 6-7.
Il primo muro di Flavia vale l’allungo (7-9), forbice allargata da una Cirilli molto concreta in contrattacco: è 7-12 alla pausa tecnica con un parziale di 5-0.
Che la Crovegli abbia approcciato lo spareggio salvezza alla grande, lo capisci anche da una grande difesa di Lancellotti che dà il là ad un altro mani out di Cirilli: 7-13.
L’emorragia la ferma Pascucci, che poi va al servizio e fa molto male, con le campane di nuovo a -2: 12-14.
L’inerzia cambia quando Giuliodori stoppa Soraia per l’aggancio sul 15 pari, con la Corpora che mette poi il naso avanti grazie a Senkova (18-17) e Pascucci (19-18).
Nel momento caldo, il gran muro di Soraia su Gabbiadini gira nuovamente il set, con il martello ex Sala Consilina che poi sbaglia per il 19-21 Crovegli che costringe Della Volpe a fermare tutto.
Al rientro, Cirilli si scatena con diagonale e muro su Pascucci per mantenere il +2 (21-23), poi è Michela Catena show a chiudere.
Attacco chirurgico ai 9 metri e il gran muro sulla fast di Giuliodori per l’1-0 giallorosso: 22-25.

SECONDO SET

Gricignano prova a rialzare la testa e si affida a Pascucci e Giuliodori per farlo.
Il martello versione opposto piazza due contrattacchi per il 5-4, la centrale ex Pavia due fast: 7-4 Corpora.
E’ il primo momento difficile, ad un’altra fast di Giuliodori risponde Vujko (8-6), ma le padrone di casa volano sino all’11-7 con l’ace di Drozina.
Allo stop tecnico è 12-10 guarda caso fabbricato da Pascucci, che poi sbaglia un paio di palloni importanti che, abbinati ad un altro muro di Soraia su Gabbiadini, riequilibrano la situazione: 15 pari e time out Corpora.
Drozina pesca il 17-16, poi esagera e la Crovegli scappa (17-19), costringendo Della Volpe all’inserimento di Karalyus per Gabbiadini (solo per il giro davanti).
Il muro di Vujko su Senkova sembra dare il là alla fuga decisiva (19-22), Gricignano però è ancora viva e con la stessa Senkova riapre tutto: 22 pari.
Finale da brividi, Drozina sorpassa piazzando l’ace su Catena (23-22), sostituita da Polak.
Patrycja firma il 23 pari col mani out, poi viene fermata da Repice per il primo set-ball campano.
La Crovegli annulla i primi due con Assirelli in primo tempo, poi un terzo con Soraia per il 26 pari.
Dopo il fallo (3 metri) di Senkova, una lucidissima Lancellotti serve a Cirilli la palla che vale il 26-28 e un pezzettino di salvezza…

TERZO SET

C’è di nuovo Michela Catena nel sestetto per un terzo set che la romana apre con la pipe del primo vantaggio Crovegli: 2-3.
Vujko passa bene in fast (4-6), Soraia è perfetta da 6, da 2 e da 4 (non stiamo dando i numeri): 6-9.
La brasiliana è atomica, come una fantastica Cirilli: 7-12 alla pausa.
E’ una Crovegli perfetta, Lancellotti da applausi anche in difesa, per concedere a Soraia un altro pallone da frantumare sul parquet del Pala Puca: 8-13.
Della Volpe si gioca l’ultima carta Karalyus, che ha subito un buon impatto, ma sul 17-24 la festa è pronta.
E invece, questa Crovegli regala sempre brividi: 18-24, 19-24, 20-24, 21-24, 22-24, 23-24 con l’attacco di Polak (entrata per Catena) sull’asta.
Torna Michela, ed è proprio lei a mettere giù il pallone del 23-25 che sì, vale una gran parte di salvezza.