Metalleghe Sanitars Montichiari continua la corsa in vetta

Metalleghe Sanitars Montichiari continua la corsa in vetta

Volley Soverato 0
Metalleghe Sanitars Montichiari 3
(18-25, 16-25, 21-25)

As Volley Soverato: Travaglini 6, Boscacci 10, Martinuzzo 3, Rosa 10, Arimattei 5, Ferraro n.e, Lavorenti, Bellapianta, Burduja n.e., Torcasio ne, De Lellis 3. Lib: Cacciapaglia. Coach: Breviglieri.

Metalleghe Sanitars Montichiari: Rebora n.e., Dalia 3, Zanotto n.e., Musti De Gennaro 13, Alberti 13, Saccomani 11, Zampedri, Milani n.e., Guatelli 20, Gravesteijn 11. Lib: Portalupi. All: Barbieri, Scatoli.

Arbitri: Saltalippi e Oranelli.
Note: Durata set: 24’, 24’, 26’. Soverato: 2 battute punto e 7 errori, 69% di positività in ricezione e 4 errori, 27% in attacco e 10 errori, 3 muri punto. Montichiari: 0 battute punto e 4 errori, 67% di positività in ricezione e 2 errori, 39% in attacco e 13 errori, 14 muri punto.

montichiari1_1743_1390951246.jpg
SOVERATO
– La Metalleghe Sanitars Montichiari supera brillantemente il proprio esame di maturità superando con un netto 0-3 il Volley Soverato, terza forza della categoia, nella bolgia del PalaScoppa: dopo una partenza in salita, solo all’ultimo set le calabresi si sono fatte pericolose, avvicinandosi alle biancorosse che sono però riuscite a respingerle grazie ad un’ ottima correlazione muro/difesa.
Le bresciane, portandosi a quota 41 punti, sono ancora al comando della serie A2 ma, con il 3-1 di San Casciano su Bolzano, con le toscane sempre ad un solo passo.

“All’inizio in campo c’era tensione, ma ce lo aspettavamo dato che quello di Soverato è un campo caldissimo – commenta coach Leonardo Barbieri -. Le ragazze, precise e ordinate, sono invece state bravissime a mantenere la concentrazione alta per tutto il match, e per questo faccio loro i miei complimenti. Una buona partenza ci ha sicuramente dato una grossa mano, mentre il resto l’hanno fatto il muro e la difesa, con Portalupi che questa sera arrivava ovunque. Ripeto, però, i complimenti vanno a tutte: noi non abbiamo una finalizzatrice principale, ma tutte si alternano dando il loro contributo. La vittoria contro Soverato è sicuramente di squadra”.

“In un campo così difficile, poteva essere facile perdere lucidità – spiega poi la centrale Lulama Musti De Gennaro -, ma siamo state mentalmente molto brave a non mollare mai. Abbiamo giocato bene, arrestando le avversarie anche nei momenti in cui si facevano più aggressive. Forse ci aspettavamo più resistenza da parte di Soverato, ma dobbiamo considerare che la forte Arimattei non era al 100% per dei problemi alla schiena. In ogni caso, brave noi, avanti così”.

Nel primo set Montichiari, sfruttando alcune imprecisione delle padrone di casa, parte subito forte con Gravesteijn e Musti De Gennaro ed è 4-9. Soverato allora si rimbocca le maniche: gli scambi sono sempre più lunghi, ma ad avere la meglio è la squadra bresciana che si porta sull’8-15 grazie a diversi pallonetti vincenti. E se le calabresi sono imprecise, le biancorosse macinano un punto dietro l’altro e in men che non si dica è 18-25.

Nel secondo set è subito 1-3, e De Lellis per accorciare si affida a Boscacci dalla seconda linea. Montichiari risponde allora con Alberti e con un muro invadente portandosi a 3-7, e coach Breviglieri chiede il tempo: Soverato si scuote, e con un’imprecisione in ricezione nel campo bresciano e con l’attacco di Rosa il tabellone segna 8 pari. Il PalaScoppa esplode, e la Metalleghe Sanitars decide di rifarsi dai nove metri, approfittando poi di un’invasione fischiata alle locali. È 8-12, poi Soverato aumenta la pressione a muro e con Martinuzzo che ferma Saccomani è -1. La luce, però, torna di nuovo a spegnersi per le calabresi, mentre Montichiari sfodera la sua miglior pallavolo: è 13-20. Le catanzaresi provano allora a giocare sul muro delle ospiti, ma non basta ed è 16-25.

L’avvio del terzo set è combattutissimo, 5-6, ma le biancorosse ci mettono poco a ritrovare il ritmo e a volare prima sul 5-10, poi sul 10-17. Rosa prova nuovamente a diminuire le distanze, e sul 17-21 mister Barbieri chiama il suo primo time out del match. Con un’invasione delle bresciane la tensione aumenta, ma a trionfare è Montichiari che chiude 21-25.

Lorena Turelli
addetto stampa Promoball Vbf